Il meglio di Valencia in tre giorni

Guida pratica della città: dove (e cosa) mangiare, dove dormire e cosa vedere

  • di B&T
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

- Dormire. HOTEL ONE SHOT COLON 46, nuovissimo hotel centrale sulla commerciale Calle Colon, reception giovane e accogliente h24, camere nella media (niente armadio, ma una moderna scaffalatura stile Ikea, che, peraltro, si è rivelata comodissima per appoggiare trolley e zaini), bagno capiente con doccia immensa, letto matrimoniale confortevole con ben quattro cuscini, frigobar e tv! Unico neo: vista esterna su una orribile parete di cemento (appena mitigata dal fatto che tale bruttura altro non fosse che la facciata del mitico centro commerciale Cortés Ingles!).

- Mezzi di trasporto. Aeroporto ben collegato al centro cittadino (metro linea 3 e 5), durata del tragitto circa 25 muniti. Per visitare la città, il mezzo migliore, ecologico ed economico, rimangono comunque ... i vostri piedi (quindi scarpe comode e via!).

- Comida (mangiare). Colazione: se, come noi, non avete la colazione compresa in albergo, basta far scorta quotidiana di fartones o croissant al forno Granier (5 fartones a solo 1 euro), aggiungete succhi di frutta e yogurt acquistati al magazzino del pianoterra del Cortés Ingles e sarete pronti per i dieci chilometri (minimo) che vi attenderanno nella giornata! Pranzo: CERVECERIA CENTO MONTADITOS, con un menù di cento panini farciti, salati e dolci, da un 1 euro a 2,50 l'uno (il mercoledì tutto a 1 euro), da accompagnare con una jarra di dolcissimo tinto de verano! Merenda: una, sola ma obbligatoria sosta al CHURRO PLANET, intingere i churros caldi in un bicchiere di cioccolata vi farà ritrovare la pace interiore (a patto di non pensare alla bilancia)! Cena: se, come noi, siete di quelli che "aspettare le dieci di sera (ora spagnola per mettere i piedi sotto il tavolo) per cenare è cosa da pazzi", consigliamo NECO BUFFET MEDITERRANEO, prezzo fisso Euro 10,90 e... all you can eat!

Cosa vedere

Il primo giorno curiosate, macchina fotografica rigorosamente in mano, tra le "carrer" della "ciutat vella", lungo l'asse Plaza de Toros (non mancate l'adiacente Estacio del Nord con le sue splendide ceramiche), Placa dell'Ajuntament e la Lonja della Seda. Regalatevi una sosta golosa al Mercat Central (mille banchi di emozioni culinarie) e, magari dissetandovi con un'horchata, proseguite verso le bancarelle della rotondeggiante Plaza Redonda, fino a raggiungere Plaza della Reina e la sua maestosa cattedrale. Poi spingetevi oltre, attraversate Plaza della Virgin fino ad arrivare all'imponente Porta de Serranos, affacciata sui Jardin del Turia, dove concedervi una meritatissima sosta!

Il secondo giorno, incamminatevi lungo l'ex letto del Turia, attraversate il parco Gulliver per arrivare ai capolavori architettonici della Città delle Arti e delle Scienze, del valenciano Calatrava (il tunnel degli squali del Museo Oceanografico vale da solo tutto il biglietto!). Il terzo giorno, non mancate la visita guidata allo stadio Mestalla, tempio del calcio valenciano che conta, e poi metro e tram per raggiungere il porto, con il vecchio circuito della formula uno e gli hungar dell'America's Cup (a onor del vero, l'atmosfera è oggi piuttosto decadente). Infine fermatevi sulle immense distese di sabbia delle spiagge di Las Arenas e della Malvarrosa (tralasciate pure la zona retrostante: sembra demilitarizzata!).

Shopping: su e giù per Calle Colon, finché piedi e carta di credito non dicono "stop"!

Motto della vacanza: Come y bebe che la vida es breve.

  • 9722 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social