Imperdibile Valencia

Dove ogni quartiere ha il suo "carattere"! Da non perdere in marzo durante Las Fallas

Promesse mantenute:

Citta delle arti e delle scienze: Sicuramente il luogo più internazionalmente conosciuto della città, una foto con CAC alle spalle è la prova inconfondibile di un viaggio a Valencia. Non a caso, Disney ha girato qui il film Tomorrow Land. La verità è che la Città delle Arti e delle Scienze merita la visita e il prezzo del biglietto. Gli edifici sono imponenti, estremamente contemporanei e affascinanti. La zona è immersa in un insieme di laghi artificiali dove si rispecchiano el Palau Reina Sofia (il palazzo dell’opera); l’Emisferic (un cinema Imax dove vendono proiettati documentari mozzafiato anche in Italiano); il Museo Principe Felipe (il mitico museo delle scienze, un luogo didattico ma dove i più piccoli potranno toccare di prima mano la conoscenza), l’Agora (un edificio polivalente per eventi di grande scala) e l’Oceanografic (l’acquario più grande d’Europa, dove i Beluga sono i beniamini della città). Una curiosità, il ponte che divide CAC tra il Museo Principe Felipe e l’Agora viene simpaticamente chiamato dai valenciani Jamonero dovuto alla somiglianza con l’attrezzo tipicamente usato per tagliare a mano il prosciutto iberico assai amato dagli spagnoli.

L’Humbracle, il giardino pensile che si trova proprio di fronte alla zona di CAC in estate si trasforma in una discoteca all’aperto molto famosa in città.

Sul web della Città delle Arti e delle Scienze si può comodamente comprare pacchetti per visitare varie le attrazioni con grandi sconti ed evitando le lunghe code (soprattutto in estate). I biglietti per l’opera possono essere acquistati direttamente presso il Palau Reina Sofia, online o nei rivenditori autorizzati.

Bioparc: La parola zoo è terribilmente proibita al Bioparc, qui si parla di natura libera. Infatti, gli animali non sono rinchiusi in gabbie strette ma vivono in grandi habitat naturali perfettamente ricreati e sono separati dai visitanti da laghi, rocce, alberi o, nel caso dei felini, da vetri blindati. Visitare il Bioparc è un’esperienza unica non solo per i bambini, che ne rimango estasiati e vogliono ripetere la visita, ma anche per gli adulti che sicuramente non hanno mai visto alcuni di questi animali nel loro habitat naturale. Ad esempio nella zona del Madagascar i turisti entrano in un’isola in mezzo a un lago e si ritrovano immediatamente circondati da tre specie di lemuri che li guideranno durante la loro permanenza. Da non perdere è una sosta al ristorante del parco, dove ci si potrà riposare mentre si osservano splendide viste alle giraffe, zebre, gazzelle e struzzi che popolano la zona della savana.

I biglietti possono essere comprati all’entrata del Bioparc, su internet o sui voli di Ryanair con importanti sconti.

Fallas: Lo spirito valenciano si respira durante Las Fallas. Alcuni valenciani chiedono ferie al lavoro per potersi dedicare anima e corpo a questa celebrazione. Durante l’ultima settimana (si conclude il 19 di marzo) la città non dorme mai. Numerosi ristoranti e bar rimangono aperti le 24 ore del giorno, los Casales Falleros aprono le loro porte ai visitanti per condividere vino e paella, i posti ambulanti di Churros e Buñuelos con cioccolato caldo riempiono l’aria di un aroma dolce ed invitante e las Falleras (le rappresentanti di ogni Casal Fallero) passeggiano con i loro bellissimi, e carissimi, vestiti per tutte le strade della città. Non sono pochi i concerti e discoteche all’aperto che si organizzano in questo periodo. Non spaventatevi se sentite petardi scoppiare a tutte le ore del giorno e della notte, sono il suono tipico de Las Fallas. Una vera pazzia che v’intrappolerà durante la vostra visita

Parole chiave
, ,
  • 11599 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Dan DeFranco
    , 22/1/2016 16:31
    Mi pare una bellissima cittá .

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social