A spasso per Valencia

Città dai mille volti... nella prima settimana di gennaio con un clima fantastico e con il nostro bambino di quattro anni al seguito

  • di cristinasole
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Quest’anno decidiamo che durante le vacanze natalizie faremo un giro in una capitale europea… è un po’ che non visitiamo qualcosa di “culturale” data la presenza del nostro bimbo, che però ormai è abbastanza grande per condividere con noi quest’esperienza. Guardiamo un po’ in giro… ma i costi per il periodo sono abbastanza alti e poi non vogliamo andare troppo al freddo! Decidiamo così che la nostra prima meta del 2013 sarà Valencia! Prenotiamo i voli con Ryanair da Treviso e spuntiamo un buon prezzo, circa 350 euro in 3, 2 adulti e il nostro nino di 4 anni.

Partiamo il 1 gennaio e prenotiamo in contemporanea un hotel sul sito NH Hotel, già utilizzato altre volte. L’hotel è il Center e otteniamo anche qui una buona quotazione, circa 200 euro per 4 notti.

È il 1 gennaio e dopo circa 2 ore di volo atterriamo in suolo spagnolo e la prima cosa che ci colpisce è la temperatura! Da noi c’erano circa 2 gradi, qui si aggira intorno ai 16-18… raggiungerà anche i 20°! È praticamente primavera inoltrata e si sta benissimo! Prediamo un taxi dall’aeroporto perché abbiamo valigie e bambino urlante da sistemare al più presto. Spendiamo circa 17 euro, direi accettabile. L’hotel Nh Center è molto bello, pulito e nuovo, le camere sono spaziose e il bagno ampio. È proprio in centro, basta attraversare il Puente de las Artes e ci si immerge nel reticolo di stradine del centro storico. Il nostro pomeriggio trascorre facendo un primo giro per la città, mangiando un gelato nei localini di Plaza Reina e passeggiando nel quartiere-shopping attorno a Plaza de l’Ayuntamiento.

Valencia sorge sul Rio Turia, un fiume oggi fatto deviare a causa delle alluvioni, di cui resta una zona verde molto ampia che circonda la cinta medioevale della città.

Il centro storico è comunque dominato dal Municipio di plaza de l’Ayuntamiento, e dalle costruzioni di epoca medioevale, le Torres de Serranos e de Quart che delimitano il quartiere del Carmen e la zona centralissima con la Cattedrale e il Miguelete che la sovrasta che finisce in Plaza Reina.

Ammiriamo i portali di differenti epoche della cattedrale ed entriamo a vedere il presepe allestito. Mattia è molto felice di vedere qualcosa che lo colpisce. Rimane stupito soprattutto dai gargoyle che circondano la Lonja vicino al Mercado Central, enorme edificio art nouveau che ospita il mercato settimanale.

Sono le 19,00 circa e cominciamo ad avere fame… ma siamo in Spagna e qui prima delle 20,30 i ristoranti non aprono proprio! Così decidiamo di cenare al volo in un locale di Plaza Reina “il Cappuccino”, dove prendiamo polpette per il piccolo, un pollo thai e dei noodles non proprio spagnoli ma davvero ottimi. Lo consiglio perché cucinano a qualunque ora e il prezzo è davvero accessibile. Spendiamo circa 50 euro in 3.

Stremati raggiungiamo l’hotel e dopo una doccia ristoratrice crolliamo a letto.

Secondo giorno

Raggiungiamo a piedi Plaza Reina dove ritiriamo i biglietti delle attrazioni prenotati sul sito Vlc dall’Italia. Per bioparco, tour in bus e città delle arti e della scienza spendiamo 178 euro contro i 250 e oltre che avremmo speso prendendole singole.

Raggiungiamo con il bus la zona marittima della città delle arti e della scienza e rimaniamo stupiti di fronte all’imponenza della costruzione progettata dall’architetto Calatrava.

Cominciamo con la visita dell’Oceanogràfic: lagune e padiglioni collegati da ponti e tunnel, assistiamo al classico spettacolo con i delfini e ci colpisce molto il tunnel degli squali e le 2 vasche dedicate ai pesci tropicali. Pranziamo al volo con un hamburger, terminiamo la visita osservando i pinguini prendere il sole e ci dirigiamo verso il museo

  • 11008 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social