I tesori della Valchiavenna

Mi piace pensare all'Italia come a una collezione di scrigni sparsi per tutto il territorio e la Valchiavenna, ramo della provincia di Sondrio all'estremo nord della Lombardia, nasconde un forziere ricco di tesori storici, culinari e artistici

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Varcato un arco in pietra abbellito dalla lavorazione a bugnato e il portale realizzato con la stessa fattura entriamo nell'edificio, lasciandoci alle spalle il piacevole tepore del sole che qui crea un microclima eccezionale per le coltivazioni. Dall'atrio si accede alla grande Sala di Giove e Mercurio rimanendo subito folgorati dai meravigliosi affreschi. D'altronde i fratelli Luigi e Guglielmo Vertemate Franchi, appartenenti a una facoltosa famiglia di Piuro, non badarono a spese quando costruirono questa residenza estiva nel XVI secolo. Il loro casato si era orgogliosamente arricchito con i traffici commerciali durante il periodo più prospero della Valchiavenna e l'importanza di tali origini è ricordata mediante l'incisione nel legno dello studiolo del motto 'Industria auget Imperium', ovvero il commercio accresce il potere.

Tutto all'interno trasuda ricchezza. Pareti e soffitti a volta sono affrescati con scene mitologiche, le stanze dette Stue appaiono come dei veri e propri capolavori d'artigianato grazie al rivestimento in legno finemente intarsiato e a completare la lussuosa atmosfera intervengono i monumentali camini, le stufe in maiolica e gli arredi.

Ai piani superiori si curiosa nella stanza del vescovo, dotata di botola nel soffitto da cui probabilmente si calavano delle accompagnatrice ad allietare le sue notti, e si tocca l'apice della fastosità nel superbo Salone della Zodiaco. Curiosità vuole ci sia persino una stanza preparata apposta per ospitare Napoleone Bonaparte, anche se qui il famoso politico e militare francese pare non sia mai arrivato.

Ovviamente nell'edificio non mancano neppure i dipinti. Fra tutti, i due più emblematici ritraggono il territorio di Piuro prima e dopo la devastante frana del 1618 la cui violenza fece scomparire gran parte del paese, seppellì i suoi abitanti e con essi le altre residenze dei Vertemate a eccezione del palazzo, salvatosi per la sua posizione rialzata e decentrata rispetto al nucleo dell'abitato.

Concludiamo la visita con una breve passeggiata nel castagneto e il piccolo gruppo di rustici in sasso. Un ultimo sguardo al bel panorama verso la vallata quindi puntiamo decisi alla seconda attrazione di giornata, questa volta naturale, dove l'acqua è l'indiscussa protagonista.

Per le informazioni su orari, costi, storia e molto altro consultate il sito internet: www.palazzovertemate.it/index.php?l=it

Nella vicina frazione di Borgonuovo di Piuro e a pochi passi dalla solita strada statale 37 del Passo Maloja lo spettacolo delle Cascate dell'Acquafraggia toglie il fiato. Per un attimo ci sembra di essere tornati nella selvaggia Islanda, invece siamo nel bel mezzo della civiltà e purtroppo le cartacce abbandonate qua e là da qualche maleducato (in realtà nella mia testa l'ho apostrofato in un altro modo ma non posso scriverlo) ce lo ricordano. Il fiume che le disegna nasce a oltre 3000 metri di altezza e dopo aver dormicchiato un po' in un lago alpino precipita per 1800 metri creando diversi salti, da qui il nome d'origine latina 'Acqua Fracta', Acquafraggia, cioè acqua spezzata. Sono talmente maestose che persino Leonardo da Vinci ne rimase impressionato durante il suo viaggio in questi luoghi montani. Bellissimo è pure il paesaggio ai piedi delle cascate dove il prato pian piano lascia spazio al sottobosco di un castagneto con un incredibile tappeto naturale di Aglio Orsino, una pianta erbacea dalle foglie oblunghe e i particolarissimi fiori bianchi dal profumo intenso

  • 4422 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social