Vacanza estiva nella Val Venosta in Alto Adige

Viaggio all'insegna della natura e della montagna, scoprendo questa valle meravigliosa delle mele e dei compressori sciistici. Qui natura, cultura e storia si incontrano tra i confini con l'Austria e la Svizzera

  • di ZaraElisa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Scopriamo la Val Venosta d’estate, viaggio in una valle affascinante dell'Alto Adige!

La Val Venosta è la valle più lunga dell’Alto Adige (90km) e si trova a nord ovest della provincia di Bolzano, e fa confine con la Svizzera e l’Austria. Raggiungiamo la valle arrivando a Bolzano uscendo dall’autostrada Bolzano sud, prendiamo la superstrada MEBO fino a Merano dove finisce, rimaniamo sulla strada e seguiamo la statale che ci indicherà Passo dello Stelvio e Passo Resia. Nella Valle troveremo numerosi alberghi di ogni categoria, ma anche Garni, Pensioni e campeggi, ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche. In alta stagione è comunque consigliato prenotare prima per internet, a parte i campeggi.

Questa meravigliosa valle è ricca di storia e cultura tra cui molte leggende e storie misteriose tramandate dai nonni ai nipoti. Si sente fortemente anche la credenza e la fede religiosa del popolo cattolico, Gesù sulla croce è visibile ovunque nelle chiese, in montagna e anche in alcune sale d’albergo.

La Val Venosta è sicuramente conosciuta per due cose: suoi comprensori sciistici e gli sport invernali che offre e le mele (quelle con la coccinella)ma vi assicuro che d’estate è altrettanto uno spettacolo!

La Valle d’estate offre escursioni, ciclabili, diversi sport che vanno dal rafting al parapendio, sport per famiglie e per i più avventurosi. L’escursionismo è sicuramente il più amato dai turisti, dato la varietà di sentieri che la valle offre. Nell’Alta Val Venosta si trova la triplice frontiera chiamata Dreiländereck Italia-Austria-Svizzera ed è all’insegna del divertimento escursionistico. Troverete ben 200 chilometri di passeggiate e sentieri anche d’inverno con diversi tour intorno al lago di Resia e al Passo Resia. Inoltre ogni anno a luglio intorno al Lago di Resia si svolgono le corse da non perdere. Evento molto suggestivo, anche perché il paesaggio è unico: qui trovate il famoso campanile che spunta dal lago di Resia! Anche qui ci sono diverse leggende nascoste ed una storia triste di un paese invaso dall’acqua, del quale resta solo il campanile.

Le quattro funivie di montagna in quella zona di Passo Resia, Belpiano, Malga San Valentino vi porteranno fino alle cime dove intraprendere sentieri panoramici meravigliosi verso le malghe di alta montagna e sulle baite isolate. Insieme ad una guida alpina sarà ancora più sicuro conquistare per esempio l’Oltres alto 3905 m e quindi la montagna più alta dell’Alto Adige.

Inoltre dalla località Resia, nasce il secondo fiume più lungo d’Italia, l’Adige. Un sentiero ad alta quota qui nella Alta Val Venosta vi porterò direttamente alla sorgente famosa: qui iniziano i 415 km di corso d’acqua che scorrono attraverso l’Alto Adige, il Trentino e il Veneto fino ad arrivare al Mare Adriatico.

La Val Venosta è percorsa da una bella ciclabile che porta fino a Merano, la città di cura. La famosa Via Romana Claudia Augusta (antica strada romana del commercio) che passa tra i meli è diventata ciclabile ben segnata e fornita anche di stazioni di ristoro, officine per le bici e bar per ciclisti lungo il percorso. La ciclabile è fattibile per tutti anche per famiglie con bambini che possono percorrere una parte e poi prendere il moderno treno della Val Venosta che riporta gli ospiti indietro con le bici

  • 3809 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social