Magica Val di Fassa

La bellissima Val di Fassa: il Passo San Pellegrino con gita in slitta,lo sci notturno,il Passo Pordoi, il Passo Sella, il Ghiacciaio della Marmolada, il multicolore Lago di Carezza con la sua leggenda. Poi piccola giratina in Val Gardena: L'Alpe ...

  • di fraweb
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ciao, da pochi giorni sono tornata da un breve soggiorno nella deliziosa Val di Fassa.

Sono già stata altre volte in questa bella Valle ma non ho mai scritto un resoconto dedicato ad essa, ho fatto solo alcuni accenni in resoconti riguardanti altre Valli del Trentino-Alto Adige, quindi ho deciso di scriverne uno.

Ogni volta che sono stata in Val di Fassa ho soggiornato nella caratteristica cittadina di Moena, chiamata “La Fata delle Dolomiti”.

Quest’anno sono stata lì a fine Febbraio ed ancora si respirava un’atmosfera natalizia, soprattutto al calar del sole: molti hotel avevano mantenuto le lucine natalizie, per lo per lo più gialle e messe a pioggia, alcuni alberi erano illuminati; nella piazza principale erano presenti anche altre decorazioni sferiche a lucine gialle.

Ho molto apprezzato questa scelta, scelta condivisa non solo dal paese di Moena ma anche da molti altri.

Le fontane presenti erano ghiacciate e quindi assumevano anche loro un particolare e bizzarro aspetto, erano scenografiche...penso che ancora siano così!

Anche d’inverno sono molte le cose da fare e da vedere in Val di Fassa.

Un’esperienza bellissima da fare per chi ama ammirare un paesaggio da favola da godersi in totale relax è ad esempio fare un giro in slitta trainata da cavalli al Passo San Pellegrino, un’esperienza unica.

La slitta fa un tragitto in un panorama naturale da sogno; il giro conduce ad un rifugio chiamato “Fuciade”, in cui è possibile mangiare oppure bere qualcosa di caldo in un ambiente semplice e tipico.

Quest’anno ho voluto ripetere questa esperienza, già vissuta qualche inverno fa, esperienza che mi era piaciuta tantissimo; questa volta è stata ancora più unica.

Sono stata in slitta un lunedì in tarda mattinata ed era dalla domenica mattina che al Passo San Pellegrino stava nevicando senza sosta. Sì, nevicava, una neve asciutta, che non bagnava i vestiti, è stato meraviglioso: coperta da calde coperte, la neve che sbatteva, senza infastidire, sul viso, lo sguardo intento ad osservare ogni minimo dettaglio di una Natura che stupisce, nell’aria solo il rumore del passo dei cavalli e qualche commento meravigliato di chi ha condiviso con me questa esperienza; intorno a me, a noi, una Natura spettacolare: tantissima neve fresca, spumeggiante, intatta perché appena caduta, “sofficiosa”, sembrava panna montata, alte montagne innevate, neve che creava delle dune, alcune più alte, altre più basse, tantissimi alberi carichi di neve, abeti o alberi nudi rivestiti solo di bianco, vicinissimi.

In qua e in là qualche piccola casettina in legno, immersa nel bianco immacolato della neve: la bellezza del paesaggio fa sì che esso sembri quasi irreale, il tempo sembra quasi fermarsi per rendere eterno quello spettacolo, che rimarrà per sempre nel cuore!

Durante il tragitto capita di tanto in tanto di incontrare persone a piedi, infatti è possibile arrivare al rifugio “”Fuciade” anche passeggiando oppure può capitare di vedersi sfrecciare accanto una velocissima e spericolata motoslitta, altro mezzo con cui è possibile raggiungere il “Fuciade”.

Ad un certo punto del tragitto, per far riposare i cavalli, c’è la sosta grappino: Michele, il bravo e simpatico ragazzo che guida la slitta, vi farà assaporare un bicchierino di grappa, che vi riscalderà dal freddo.

Accanto al Rifugio “Fuciade”c’è anche una piccola chiesetta, in cui si può entrare per un momento di raccoglimento spirituale.

Una volta raggiunto il rifugio ho mangiato una deliziosa polenta con i funghi in un caldo ambiente tipicamente montanaro

  • 21283 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social