Uruguay natural, un viaggio tra mare e campagna

Un paese spesso tralasciato dai turisti europei, ma noi l’abbiamo percorso, in parte on the road, con bambini al seguito

  • di ZaraElisa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Volo da Milano Linate con Alitalia fino a Roma e poi Aereolineas Argentinas fino a Buenos Aires, scalo per Carrasco l’aereoporto di Montevideo-Uruguay. Un totale di 13 ore di volo.

Arrivati all’aeroporto verso le 6 di sera raggiungiamo il nostro ostello in taxi per le 19 30: Destino 26 Hostel, nel cuore di Montevideo. L’ostello si trova a 400 m dalla spiaggia di Pocitos e a 15 minuti dal centro storico. Il costo è di 14 dollari per notte. Ci facciamo una doccia e approfittiamo per fare un giro in centro per mangiare un tipico Chivito con insalata e patate fritte. La sera siamo stanchi e andiamo a nanna presto anche se sconvolti dal lungo viaggio e dal fuso orario che sono circa 5 ore dall’Italia.

Secondo giorno giro per Montevideo... visitiamo, grazie alla nostra guida, le piazze ed alcuni monumenti storici del centro, ma poi decidiamo di trascorrere il pomeriggio al parco zoologico “Zoologico municipal de Montevideo” per la gioia dei bambini, ma anche nostra dato che siamo amanti degli animali.

Per il terzo giorno abbiamo affittato una macchina per intraprendere il tour on the road che abbiamo programmato dall’Italia. Una volta preparati gli zaini e sistemate le borse in macchina, cartina stradale e cibo… si parte verso la Ruta 9. Le strade sono chiamate Ruta con numeri e sono molto piacevoli da percorrere. Le indicazioni sono chiare, i paesaggi sono ampi, i campi pieni di mucche e pecore che pascolano e si intravedono uccelli di diversi tipo. Mentre si viaggia in macchina si ha la sensazione di libertà e tranquillità… e, inoltre, poco traffico. Finalmente siamo lontani dalla vita frenetica europea!

Facciamo qualche sosta per fare delle foto come ad Atlantida dove si trova il famoso mirador a forma di aquila vicino alla bellissima spiaggia. Ma la nostra destinazione è Piriapolis ed il Cerro Pan de Azucar, la collina di 300 metri che offre una splendida vista su Piriapolis!

I bambini non vedevano l’ora di vedere la Riserva di Pan de Azucar, la riserva dove si trovano le specie animali protette che si possono vedere in semi libertà dietro recinti e tenuti bene. E' la riserva più grande del Uruguay. In una lunga passeggiata nella riserva abbiamo visto la volpe grigia, il cervo autoctono, il yacarè, il carpincho, la nutria, struzzi, gufi e tanti altri splendidi animali. È proprio un piacere vederli tenuti così bene!

Dopo una lunga mattinata nella riserva proseguiamo per Piriapolis dove mangiamo qualcosa al volo per visitare la città balneare di circa 10.000 abitanti che è stata fondata dal italo-uruguayo Francesco Piria. Qui visitiamo il Castello di Piria e ci godiamo un po’ la fresca serata passeggiando per la spiaggia.

Riprendiamo il viaggio on the road per la famosa Punta del Este, la città che rappresenta il principale centro turistico dell’Uruguay. Da Piriapolis sono circa 30 km di viaggio per raggiungere il nostro albergo che abbiamo prenotato qualche giorno prima. Appena arrivati ci godiamo il bellissimo tramonto al porto e ci rechiamo al nostro alberghetto San Marcos che troviamo quasi subito, grazie alla gentilezza delle persone. Ci fermiamo qualche giorno a Punta del Este per goderci le spiagge, la vita notturna (che è molto frenetica d’estate) e farci lunghe passeggiate sulla località che è sorta su una penisola nel mare. Da una parte è bagnata dall’oceano atlantico e dall’altra dal Rio de la Plata.

Al porto incontriamo sempre i leoni marini che vengono a mangiare il pesce e a dormire. I pescatori li danno da mangiare, pensate che mangiano circa 70 kg di pesce al giorno!

Trascorsi quattro favolosi giorni a Punta del Este, dipartimento di Maldonado riprendiamo nuovamente il viaggio verso est, diretti verso il dipartimento di Rocha. On the road ci fermiamo a fare foto ai meravigliosi paesaggi sempre indisturbati dal traffico e godendoci la pace e la natura che si percepisce anche in viaggio

  • 14620 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social