Budapest: stupenda

Partenza il 29/12 da Bologna. Pulman perfettamente in oriario se non in anticipo. Che bello…si parte per Budapest. Quasi quattro giorni in questa stupenda citta dove si respira veramente un’atmosfera del tutto particolare e straordinaria. La sua storia è antica ...

  • di Elisa B. 3
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Partenza il 29/12 da Bologna. Pulman perfettamente in oriario se non in anticipo.

Che bello...Si parte per Budapest. Quasi quattro giorni in questa stupenda citta dove si respira veramente un’atmosfera del tutto particolare e straordinaria. La sua storia è antica e alla stesso tempo modernissima. Mi spiego...Budapest è stata una città occupata da tanti popoli diversi i quali hanno lasciato tutti un segno visibile, e nello stesso tempo Budapest è una città che fino a 15 anni fa faceva parte del blocco comunista cioè un mondo anni luce dal nostro. Tutto questo è presente nella città Cmq, si parte... Fino in Austria tutto bene nonostante il maltempo. Appena entriamo in Ungheria siamo travolti (nel vero senso della parola da una bufera di neve. Vento fortissino con neve ghiacciata che si attaccava ai vetri del pulman , che dondolava ad ogni folata di vento.A 100 km da budapest ci ibattiamo in un maxitamponamento e quindi ci tocca (dopo già 10 ore di pulman ) sopportare 6 ore di coda.

Conclusione... 24 ore di viaggio ma finalmente siamo a Budapest.

Albergo IBS Garden in Torugato ucta 2-4 , fuori dal centro città ma raggiungibile in 20 munuti utilizzando i mezzi pubblici ( tram 56 fino a piazza Mosca, metro blu fino a Deak Ferec Ter e metro blu fino in centro).

Cotti come eravamo ci siamo trascinato fino al ristorante più vicino e abbiano cenato con uno spezzatino di carno in salsa di paprika con gnocchetti di patate. Un piatto veramente delizioso...Anche se devo dire che in Ungheria non hanno affatto cognizione per quanto riguarda la quantità delle portate; sono abbondantissime, con un solo piatto ci si può tranquillamente mangiare in due.

Dopo cena rientriamo immediatamente in albergo perché dobbiamo riprenderci dal viaggio massacrante.

31/12. Sveglia alle 7.30 e visita della città con la guida messa a disposizione dall’agenzia di viaggio. Visita della Basilica di Santo Stefano a Pest e della chesa di San Mattia e Bastione dei Pescatori a Buda. Entranbi veramente bellissimi soprattutto la chiesa di Mattia con i suoi interni coloratissimi risalenti all’occupzione Turca. Visita della zona da Varoslighet con il Piazzale degli eroi ,le terme e il castello. Nel pomeriggio abbiamo visitato invece la zona pedonale di Vaci ucta, piena di negozi d’antiquariato, centri commerciali, locali, ristoranti e barettini veramente carini. Soste varie per bevute nei vari bar e locali e ricerca di un posto tranquillo ( anche come prezzo, dato che in vaci ucta è tutto tranne che economico) dove pranzare. Fuori da via vaci abbiamo trovato un ristorante molto alla mano, dove abbiamo magiato e bevuto benissimo e dove abbiamo speso veramente poco.( come arrivarci: di fronte alò ponte delle catene attraversare la piazza e prendere la via alla destra dell’albergo lussuosissimo c’è proprio di fronte al ponte, proseguire dritto per tutta la via e lo si può trovare di fronte sulla vostre destra). Purtoppo non siamo riusciti a visitare i mercati delle pulci e i grandi magazzini che nel periodo delle feste sono chiusi... Dopo pranzo visita del Parlamento affacciato sul Danubio e foto sul Ponte delle catene di sera che è veramente splendido. Doccia veloce in albergo e poi di nuovo fuori per la sera di capodanno. Abbiamo cenato in un ristorante molto carino vicino al parlamento e abbiamo passato la mezzanotte in piazza roosvel dove c’era una concerto e dove alla mezzanotte hanno fatto i fiche d’artificio sul Danubio. Nottata passata in piazza e per le vie di Budapest a festeggiare con un casino di gente 01/01 sveglia abbastanza presto...Vista la nottata per continuare il giro della città. Visita del castello, del Palazzo Reale , della zona di pest, la sinagoga, la Chiesa Calvinista e la Chiesa di Sant Anna. Abbiamo pranzato al ristorante Fatal in via vaci dove era tutto ottimo e dove la spesa è contenuta.

Cena in una locale/ristorante all’interno del centro commerciale Mammut. Abbiamo assaggiato i favolosi dolci ungheresi.

02/01 Sveglia sempre sul presto e direzione Terme. Posto fantastico e veramente rilassante con le sue piscine all’aria aperta dove l’acqa raggiunge i 35-38 gradi puoi stare a mollo (come nel nostro caso) anche se nevica. Nel pomeriggio ci siamo concessi 2 ore di shopping nei centri commerciali della zona terme.

Alle 17.30 rientro in Italia...Purtroppo.

Abbiamo lasciato Budapest con un po’ di malinconia e di tristezza. Lasciavamo una città meravigliosa , ricca di suggestione e di bellezze...

  • 367 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social