Budapest: appunti di viaggio

1° GIORNO. 1 Novembre 2005. Dopo circa 6 mesi dal nostro ultimo viaggio (Istanbul), io e mia moglie Nunzia siamo di nuovo in partenza, destinazione Budapest. L’entusiasmo è alto, e ci fa sopportare anche i sessanta minuti di ritardo che ...

  • di michelecrocco
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

1° GIORNO.

1 Novembre 2005. Dopo circa 6 mesi dal nostro ultimo viaggio (Istanbul), io e mia moglie Nunzia siamo di nuovo in partenza, destinazione Budapest. L’entusiasmo è alto, e ci fa sopportare anche i sessanta minuti di ritardo che fa il treno che da Paola ci deve portare a Roma (ci tengo a sottolineare che sono le 2:45 del mattino!!). A Roma troviamo una leggera pioggerellina ad attenderci; ancora c’è tempo prima del volo, quindi lasciamo le valige al deposito bagagli della stazione Termini (si paga € 3,80 a bagaglio per le prime 5 ore, poi € 0,60 per ogni ora in più), e andiamo un po’ in giro nei dintorni della stazione. Alle 09:52 prendiamo il treno “Leonardo Express” per l’aereoporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino (parte ogni 30 minuti dagli ultimi binari, 28 o 29, il biglietto costa € 9,50 per una singola corsa, ed impiega circa una mezz’oretta ad arrivare). Siamo in anticipo per il volo, dobbiamo attendere un po’; la nostra compagnia è la Skyeurope. Sbrighiamo le formalità per l’imbarco e partiamo in perfetto orario. Dopo circa un’ora e mezzo di volo siamo a destinazione. L’aereoporto Ferihegy di Budapest è piccolo ed in poco tempo abbiamo espletato le incombenze (controllo passaporti e ritiro dei bagagli). Direttamente in aeroporto cambiamo gli euro, per le prime spese, in fiorini ungheresi (€ 100= HUF 21000 circa), acquistiamo la Budapest Card che ci servirà nei 3 giorni seguenti (utilissima perché permette di viaggiare su tutti i mezzi di trasporto urbani per il periodo di validità della carta senza fare biglietti, e di entrare gratis o con prezzi scontati in molti musei e luoghi di interesse; il prezzo per 3 giorni è di circa € 24), prendiamo i biglietti per il bus e la metro, che sono uguali ( 1 biglietto= HUF 170 circa) e ci dirigiamo alla fermata del bus n° 93 resistendo alle offerte dei tassisti che ci offrono i loro servizi. La fermata si trova sulla strada principale (a sinistra uscendo dall’aereoporto) ed il bus arriva fino alla fermata della metro Kobania-Kispest. Scendiamo alla fermata di Deak Ferenc ter (che è anche la fermata dove si incontrano tutte e 3 le linee della metro di Budapest), e con nostra profonda gioia constatiamo che l’appartamento che avevamo affittato si trova a due passi (letteralmente) dalla fermata della metro, Deak Ferenc utca n°21, in una posizione fantastica per visitare la città, sia a piedi che con i mezzi di trasporto. Un consiglio per chi arriva a Budapest per la prima volta: risparmiatevi i soldi del taxi, perché i mezzi pubblici di questa città funzionano alla perfezione; io e mia moglie, siamo arrivati subito a destinazione, nonostante era la prima volta che visitavamo la città, spendendo in 2 circa € 3, e provando subito il contatto con la popolazione locale. Davanti casa telefono al responsabile, Tamas Oliver, che ci porta nell’appartamento (molto carino), assicurandosi che fossimo soddisfatti di tutto; appena il simpatico e gentile Tamas se ne è andato, e dopo esserci rinfrescati un po’, usciamo subito per avere un primo contatto con la città. In giro c’è poca gente, ma non importa, la città è stupenda lo stesso con l’atmosfera d’altri tempi che si riscontra soprattutto nei suoi edifici stile barocco. Passeggiamo sulla Vaci utca (il centro della vita mondana di Budapest, con negozi e locali molto belli), passiamo davanti a qualche chiesa in stile gotico, tra cui il Belvarosi Templom, ed al teatro Vigadò, e andiamo a fare una passeggiata sul Lungodanubio (dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, come il viale Andrassy ut e Varhegy, la Fortezza): che spettacolo!! La Fortezza, così come il Ponte delle Catene (il primo ponte ad unire Buda e Pest), con le loro luci illuminano l’immenso Danubio, e creano un’immagine bellissima, che lascia esterrefatti chi come noi vi si trova di fronte per la prima volta. Tornando verso casa, ci fermiamo a cenare al ristorante “La Madonna”, dove abbiamo assaggiato il celebre gulasch, una zuppa con manzo e verdure varie (il tipo di carne ovviamente varia da ricetta a ricetta), pagando 3270 HUF (€ 13 in 2, con servizio incluso, ed un mezzo litro di birra Dreher, la birra ungherese più celebre). Essendo alquanto golosi, prima di salire nel nostro appartamento, facciamo una piccola tappa alla cioccolateria situata proprio sotto il nostro alloggio, dove acquistiamo l’ottimo marzapane, e annotiamo qualche idea da regalare. Ovviamente ci torneremo spesso durante la nostra permanenza a Budapest! Concludiamo così il nostro primo giorno nella capitale d’Ungheria; a parte le bellezze architettoniche e artistiche, rimango colpito anche da altre cose: in giro si vedono tanti giovani, e le ragazze sono bellissime!!

2° GIORNO

  • 930 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social