Nelle terre di San Francesco

Weekend alla scoperta di Assisi, Spello e Foligno

  • di Davidoof
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Quest'anno siamo arrivati a 11: sono gli anni passati dal giorno del nostro matrimonio. Ed anche stavolta io (Davide) e mia moglie Chiara ci siamo regalati un bel week-end per festeggiare al meglio il nostro anniversario.

Dopo aver “depositato” nostro figlio Gianluca a casa dei nonni, con grande dispiacere (si fa per dire) di quest'ultimo, eccoci pronti a partire, la meta prescelta è Assisi! Per colpa del traffico arriviamo a destinazione alle 23 passate, c'è solo il tempo di ringraziare i gentilissimi proprietari dell'Agriturismo prescelto (Il Castello, Loc. Costa di Trek, Assisi) per averci atteso fino a quell'ora poi tutti a nanna: il mattino dopo ci aspetta l'infiorata di Spello. Dopo una buona colazione ci dirigiamo proprio verso quest'ultima località dopo però di infiorata non v'è nessuna traccia se si eccettuano le strutture al di sotto delle quali i maestri infioratori realizzeranno i famosi quadri floreali. Solo dopo essere giunti nei pressi di Piazza della Repubblica, scopriamo che le opere verranno realizzate solo a partire dalla tarda serata e che saranno pertanto visitabili solo a partire dalla mattinata del giorno successivo. E siccome la sfortuna sembra perseguitarci non riusciamo nemmeno a visitare la principale attrazione della cittadina, ossia la Cappella Baglioni (nella Chiesa di Santa Maria Maggiore), conosciuta per uno dei più famosi cicli pittorici del Pinturicchio. Imprevisti a parte la visita si rivela comunque piacevole già a partire da Porta Urbica (la più bella tra gli ingressi medioevali della cittadina), grazie alle belle stradine che conducono il visitatore verso la parte alta del borgo. Ed è qui che si convogliano le principali attrazioni, tra queste mi sento di segnalare la Chiesa di Sant'Andrea (al cui interno si trova un'altra bella opera del Pinturicchio, la Madonna con bambino e Santi). Proseguendo si giunge in Piazza della Repubblica dove si trova la locale Cattedrale (Basilica di San Lorenzo) al cui interno è custodito un prezioso Tabernacolo di fine '400. Oltrepassato l'Arco di Augusto si arriva poi al Belvedere, una splendida terrazza dalla quale lo sguardo spazio sulla bella campagna umbra fino ai rilievi dopo si trovano Assisi e Montefalco.

Terminata la visita di Spello ci dirigiamo nella vicina Foligno. Una volta parcheggiata la macchina lungo i viali di circonvallazione iniziamo l'esplorazione del centro storico da Porta San Felicianetto e, vista l'ora (sono già le 13.30) cerchiamo subito un posto dove pranzare. La scelta ricade sul Bar del Corso (Via Rinaldi) dove un abbondante tagliere di salumi e formaggi e una buonissima bruschetta non ci fanno certo pentire della scelta fatta. Con gli stomaci pieni saremmo pronti a visitare le tante Chiese della città, peccato solo che siano tutte chiuse... è vero che oggi è la Festa della Repubblica ma ci troviamo pur sempre in una località turistica! Vediamo così solo gli esterni sia della Chiesa del Suffragio sia della vicina Collegiata di San Salvatore (in Piazza Garibaldi). Stesso discorso per la Chiesa di San Giacomo (nella piazza omonima) e per l'imponente Duomo in Piazza della Repubblica: peccato davvero. Qui si trovano anche altri importanti monumenti quali il Municipio e Palazzo Trinci, fortunatamente aperto. Prima di lasciare Foligno facciamo un ultima sosta in Piazza San Francesco dove si trova l'omonima Chiesa manco a dirlo inesorabilmente chiusa! Avendo ancora un po' di tempo a disposizione prima di dover far ritorno presso il nostro Agriturismo decidiamo di visitare un paio di Chiese poco distanti dal centro di Assisi. La prima è il Santuario di Rivotorto dove Francesco ed i suoi primi compagni iniziarono a scrivere la famosa “Regola”. E' davvero un peccato vedere tanti (troppi) turisti comportarsi come se si trovassero ad un mercatino: da notare che durante la nostra visita era anche in corso una funzione religiosa... L'ultima sosta di giornata la facciamo invece presso la Chiesa di San Damiano al cui interno vissero per diverso tempo Santa Chiara e le sue prime compagne. Sempre qui San Francesco scrisse il famoso Cantico delle Creature

  • 1116 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social