Turisti... Per Casa

Cari Turisti per Caso, tra i tanti modi che conosciamo per viaggiare ce n'è uno che un po' in sordina sta crescendo e si sta rivelando davvero efficace: lo <strong>scambio di casa</strong>. Il nostro sito è stato tra i primi ...

 

Cari Turisti per Caso, tra i tanti modi che conosciamo per viaggiare ce n'è uno che un po' in sordina sta crescendo e si sta rivelando davvero efficace: lo scambio di casa. Il nostro sito è stato tra i primi in Italia a credere in questa forma alternativa di turismo molto in voga all'estero, dedicando un'intera sezione della Bacheca a tutti gli annunci degli aspiranti turisti... Per casa! Di cosa si tratta? È una forma di vacanza alternativa dove due famiglie decidono di scambiarsi per un periodo le proprie abitazioni. Tutto si basa sul mettersi in contatto, raccontarsi le reciproche esigenze e fare un accordo: insieme all'appartamento si può mettere a disposizione anche la macchina, la bici, la dispensa... Senza scambi di denaro o compensi, perfettamente alla pari. Il modo migliore per descrivere questo modo di viaggiare è raccontare l'esperienza di chi l'ha già provato, proprio passando attraverso le pagine di questo sito! Come Marzia, che qualche giorno fa ci ha scritto un'e-mail che ci ha molto colpito. Tramite la Bacheca, la sua famiglia ha scambiato la propria casa fiorentina con quella di un'altra famiglia di Genova per un intero weekend.

Ecco com'è andata:

Siamo una famiglia di Firenze con due bimbi, Arturo di 4 anni e Giulio di 1 anno. Ci piace viaggiare ma quando ci muoviamo tutti e quattro tra dormire e mangiare ci vanno via davvero tanti soldi. E allora perché non provare a scambiare la nostra casa con un'altra famiglia? E' la nostra prima volta, sul sito "Turisti per caso" scopriamo nella "Bacheca" lo spazio "Scambiamoci la casa". Mettiamo un annuncio e vediamo un po' che cosa succede!! Subito ci rispondono due o tre persone. Una meraviglia: una super villa in Sardegna, un bilocale in montagna e un appartamento a Genova. Decidiamo di scrivere una mail a Maria e Carmelo che ci propongono la loro casa a Genova nel centro storico, a due passi dall'Acquario (una tappa obbligatoria). Inizia così la nostra bella avventura; troviamo un accordo per il ponte dell'Immacolata. Maria ci propone di vederci magari il giorno prima per conoscerci e scambiarci le informazioni utili. Giovedì arrivano a casa nostra Maria, Carmelo e Lorenza, la loro splendida bambina di 8 anni, che per buona parte della cena gioca con Arturo. Che strano sembrava che ci conoscessimo da tempo. Ceniamo e parliamo dei nostri interessi, lavori e delle nostre belle città. Per dormire ci arrangiamo alla meglio la nostra casa è un po' piccola ma ci stringiamo. La mattina dopo noi partiamo per Genova. Nel frattempo avevamo reciprocamente pensato a fornirci di lenzuola e asciugamani puliti, una spesa utile per i tre giorni di permanenza: latte, marmellata, biscotti, sughi pronti, verdura e frutta. E poi che sorpresa quando Maria tira fuori da una busta due biglietti per l'Acquario di Genova e noi tre biglietti omaggio per gli Uffizi, la stessa attenzione e lo stesso pensiero! Per la prima volta partiamo con una sola valigia. Niente lettino seggiolone pappine, c'era già tutto nella loro casa. Abbiamo trovato giochi, librini e dvd, proprio come in casa nostra, e anche quando ha piovuto per mezza giornata, invece di stare chiusi in un'anonima camera d'albergo, Arturo ha guardato un cartone animato, Giulio ha fatto la nanna nel suo lettino e io e Andrea ci siamo fatti un tè caldo e ci siamo letti il giornale.

Ogni giorno ci sentivamo con i nostri compagni di avventura e ciraccontavamo le visite della giornata, dandoci reciproci consigli dell'ultimo minuto; dove mangiare, quale altro luogo visitare, dove trovare la padella per cuocere la carne.

Prima di partire, la domenica Arturo decide di fare un disegno per Lorenza e noi decidiamo di scrivere una letterina da lasciare sul tavolo al loro rientro. Quando arriviamo a Firenze troviamo sull'albero di Natale un disegno che Lorenza aveva lasciato a d Arturo e una letterina sul tavolo per noi.

E' passato un mese ma ci scambiamo e-mail e qualche telefonata e ci siamo ripromessi che presto, molto presto andremo a trovarli. Allora, grazie alla Redazione di Turisti per Caso che ci ha dato questa possibilità e speriamo che siano tante le persone che abbiano voglia di utilizzare questo meraviglioso modo di viaggiare, comodo, economico e che consente di conoscere persone nuove... Una vera avventura umana prima di tutto! Marzia, Andrea, Arturo e Giulio

La parola ai genovesi:

Eccoci qua a testimoniare la nostra ennesima avventura! Siamo una famiglia di Genova e ci siamo avvicinati già da un anno all'esperienza dello scambio casa. La prima volta avevamo tanta voglia di visitare Parigi ma, ahimè pur essendo viva in noi la voglia di viaggiare e conoscere posti nuovi, per i costi elevati degli alberghi avremmo potuto optare al massimo per un weekend, allora ci siamo detti "e se conoscessimo anche amici nuovi?".

Con questo spirito abbiamo inviato una e-mail ad una famiglia di francesi di Draveil, a circa 30 minuti da Parigi e ci hanno risposto positivamente, a loro dire più che altro invogliati dal nostro messaggio amichevole. L'esperienza totalmente positiva, prima di tutto d'amicizia e condivisione, ci ha aperto la mente a nuove possibilità di viaggio! Da allora abbiamo fatto altri scambi, insomma le valige son sempre pronte! Siamo andati a Venezia, Perugia e in ultimo a Firenze da Marzia e Andrea ed i loro cocchi, Arturo e Giulio. C'è piaciuto molto il loro annuncio su "Turisti per caso" con il quale proponevano lo scambio anche delle biciclette! Cosa dire, un feeling in tutto, sembrava ci conoscessimo da sempre, poi stare nella loro casa, anche in loro assenza, ci sembrava fossero con noi con tutte le foto dei loro momenti felici appese alle pareti! Nel giorno in cui siamo stati loro ospiti (poi loro sono partiti alla volta di Genova) c'è stato un vero e proprio scambio di idee e chiacchiere fra amici, e sicuramente ci vedremo ancora anche solo per un weekend! Cos'altro aggiungere... Anche se non era la nostra prima esperienza, nulla è scritto e abbiamo imparato da loro un approccio ancor più semplice di quanto era stato per noi fino ad allora. Ci siamo addirittura scambiati la spesa e... I regali di Natale! A Lorenza è parso stare nella sua cameretta, piena di giochi, libri e colori!... Naturalmente da mettere rigorosamente a posto dopo aver giocato! E' stata una piacevole avventura averli incontrati! E... Dove andremo prossimamente? Chiudiamo con la frase finale del nostro annuncio...

"Speriamo di arricchirci ancora visitando luoghi nuovi e conoscendo tanti amici!" Maria, Carmelo e Lorenza

P.S.: Sapete che abbiamo fatto da tramite tra i Perugini ed i Veneziani per uno scambio? Invece, Marzia e Andrea vorrebbero visitare Parigi e credo proprio che Idelette e Tudor (i francesi) sarebbero felici di conoscerli!

Invitiamo a scriverci tutti i "Turisti per Casa", o chiunque tra voi abbia esperienze di viaggio particolari da raccontare e consigliare. Sfogliate sempre gli annunci della nostra Bacheca, la storia di queste due famiglie dimostra nuovamente che... Funzionano!

Parole chiave
  • 611 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social