Villaggio Gypsophila

La delibera è avvenuta a metà luglio : si parte per la Turchia , precisamente per il rinomato villaggio Gypsophila , sito nel contado del villaggio turco di Ocarkur , provincia di Alanya , nell'antica regione della Panfilia , nota ...

  • di elfo scuro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

La delibera è avvenuta a metà luglio : si parte per la Turchia , precisamente per il rinomato villaggio Gypsophila , sito nel contado del villaggio turco di Ocarkur , provincia di Alanya , nell'antica regione della Panfilia , nota per gli aspri rilievi e la ricca vegetazione. Il villaggio è di matrice tedesca , come i tour operators che vi operano , ma da qualche anno accoglie turisti di altre nazionalità , come ad esempio italiani , appunto , e russi.

La partenza è fissata per il 12 alle 23:50 (?!) , cosa che a me personalmente conviene perfettamente , da to che il 10 rientravo in Italia da Madrid , dove avevo trascorso la prima parte delle , ahimè , sempre troppo brevi ferie..

Il gruppo , composto da 7 persone , è tra i più eterogenei che si possano immaginare : oltre a me , figuro tormentato , complesso , ma anche tenero e capace di guardare al di là delle apparenze , ci sono il mio omonimo Stefano P. , la sardonica flemma del ns improvvisato sodalizio , Bicio e Azzurra , una coppia dove le cuspide dell'una matchano con i pozzi dell'altro (e viceversa) , e la famiglia di lei , Sandro , senese purosangue che con la sua moral suasion ci ha costretto a interessarci al Palio dell'Assunta , Rosanna , i cui occhi sono ora ricettacoli di luce ,ora di oscurità , e Luca , 15 anni , con tutti i vertici e le fosse di quell'età...

Già in partenza l'aereo ha oltre 3 ore di ritardo, gli spettri dell'Odissea_Rodi2002 tornano alla mente di chi c'era (io , Stefano P. E Bicio) , ma alfine riusciamo a partire e , dopo un volo tra i più tranquilli da me effettuati , atterriamo ad Antalya. Il lungo trasferimento in pullman (120km ) ci porta poi al villaggio , che , devo ammettere , pur non essendo un estimatore di questo tipo di vacanza , è bello ed accogliente , pronto a soddisfare tutte le esigenze del cliente : piscine , mare (un brodo , 28 gradi l'acqua , fantastico) , sport , relax , animazione (nota dolente , solo quella diurna , la notturna era un po' carente) ,stanze molto accoglienti,personale gentilissimo e fin troppo solerte ,ristorazione più che all'altezza e abbondantissima (molto orientata verso la clientela teutonica , fortuna che mangio tutto ciò che non si muove più), si mangiava e beveva a tutte le ore.

Il fatto di stare in un villaggio internazionale può essere considerato un vantaggio o uno svantaggio , a me è piaciuta l'idea di stare a contatto con persone di nazionalità diverse (specie nei giochi aperitivo) , cmq 6 animatori su 22 sono italiani , ed ho anche imparato un paio di cosette : mai sfidare una russa a scacchi e a chi beve più vodka , mai organizzare una partita di pallanuoto Italia-Gemania in piscina (i colpi proibiti si sono sprecati...).

Abbiamo avuto modo di uscire anche dalla gabbia dorata , siamo andati a visitare la città di Alanya e la cittadina di Side , soprattutto la seocnda molto caratteristica. Se dovessi giudicare dallo scampolo che ho visto , direi che sono pronti per l'Unione Europea (ma dubito che il resto del Paese sia cosi).

Poi da solo ho visitato il codidetto Green Canyon , un posto veramente magnifico , dove ho scoperto anche un piccolo spicchio dell'interno.

Infine un grazie al capo-villaggio che ha coniato i due neologismi che ho riportato nel titolo , uno lo uso anche da screen saver per il portatile...

Visitate dunque questo splendido paese e , se vi rimane tempo , fatevi anche una settimana al villaggio...

Alla prox Stefano

  • 1601 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social