Istambul 17 anni dopo..

Com'è cambiata...............! Sempre affascinante....ma senza quel tocco di "mondo lontano" che aveva nel 1988......mentre l'aereo atterra, mi vedo di nuovo scendere dal treno insieme al mio compagno di viaggio ed il ragazzo turco (non ricordo il nome...lavorava a Como come ...

  • di Daywalker
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Com'è cambiata......! Sempre affascinante...Ma senza quel tocco di "mondo lontano" che aveva nel 1988...Mentre l'aereo atterra, mi vedo di nuovo scendere dal treno insieme al mio compagno di viaggio ed il ragazzo turco (non ricordo il nome...Lavorava a Como come cameriere -sembra un gioco di parole!!!) .

Avevamo fatto amicizia durante il lungo viaggio ed ora si era offerto di trovarci un albergo da due soldi accanto alla stazione...Squallido veramente ma economico!!! ed a quel tempo i soldi in tasca per viaggiare erano davvero pochi...

...Dopo la consegna della camera (con bagno!!! Credo fosse l'unica!!), ci aveva portato a mangiare il nostro primo pranzo turco...Kebap con riso in bianco e budino di crema di riso...Il tutto annaffiato da una Pepsi Cola: a quel tempo la Coca Cola non era ancora arrivata in turchia!!!!! Spesa totale ridicola: 300 lire turche per ogni Pepsi, 4000 lire turche per il pranzo...A quel tempo la lira turca era pari a qulla italiana (1.000 lire turche= 1.000 lire italiane) ma il costo della vita era molto più basso.

Vengo riportato al presente dal doganiere che mi ripete "passport please!" con espressione insofferente...I preparativi per la prima gara di Formula Uno hanno portato ad Istambul migliaia di turisti ed operatori del settore...Sbrigate le formalità doganali (è opportuno essere già provvisti del visto d'ingresso del costo di 10 euro, onde evitare una prima stressante coda per acquistarlo, seguita da quella classica alla dogana) io e mia moglie usciamo dall'aereoporto dove ci attende il pullman della Lite tour (corrispondente locale della Turbanitalia, tour operator specializzato per la turchia)...Saliamo a bordo e partiamo per l'albergo, mentre la guida comincia a spiegarci come si svolgerà il nostro tour di 10 giorni che toccherà le zone ed i siti più interessanti dell'Anatolia.

Guardando fuori dal finestrino vedo un cartellone pubblicitario della Coca Cola...Il primo segno di vera evoluzione/rivoluzione economica...Anche se sembra essere un fenomeno limitato ad Istambul: per il resto della vacanza all'interno dell'anatolia non riuscirò a reperire altro che Pepsi Cola!!! All'improvviso sono di nuovo nel 1988...Ci separiamo dal nostro amico turco (che prosegue il viaggio per il suo paese di origine, dove passerà le ferie estive prima di rientrare a Como) ed iniziamo la scoperta di Istambul con una vecchia guida del Touring Club in mano...Le strade sono spesso maleodoranti, la gente vestita per la maggior parte in maniera tradizionale...Il contrasto tra i turisti ed i locali è evidente...Percorriamo il ponte di Galata...Ragazzini di 10/11 anni vendono acqua e limonata in contenitori di plastica con rubinetto e ghiaccio all'interno per mantenerla fresca...Abbiamo sete, ma ci hanno detto di bere solo acqua imbottigliata ed evitare ghiaccio e verdure crude...E quei ragazzini hanno solo 2 bicchieri di plastica per darti da bere, bicchieri che poi vengono sciacquati e riutilizzati per altri clienti...I ristoranti nella parte bassa del ponte sono simili a vecchie pizzerie anche se poi ti offrono pesce...Mangeremo spesso lì, anche se le condizioni igieniche non sono quelle a cui siamo abituati...Nella parte opposta troviamo un bar privo di turisti dove alcuni turchi fumano il narghilè sorseggiando tè (altra bella rima!!! ;-)) ) ci sediamo anche noi e, fra i loro sguardi incuriositi, cominciamo a fumare e bere un tè che tutto sommato non è niente male...Ci facciamo anche un paio di foto, poi usciamo per andare ad esplorare il resto della città...Ma torneremo spesso anche lì

  • 2775 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social