Turchia itinerante

Un fantastico viaggio tra Pamukkale, Datca, Fethiye e Kas

  • di sandy86
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Eccoci finalmente all'inizio delle nostre vacanze estive. Dopo vari ripensamenti avuti durante l'anno ci siamo infine decisi per la Turchia, organizzando un viaggio itinerante che comprende le aree di Pamukkale, Datca, Fethiye e Kas.

I viaggiatori siamo io (Sandra) e Fabrizio, il mio ragazzo.

Abbiamo prenotato il volo di andata con la Pegasus Airlines (240€ a testa, con partenza da Orio al Serio e scalo a Istanbul) e quello di ritorno con la Turkish Airlines (220 € a testa, sempre con scalo a Istanbul e arrivo a Malpensa).

1 AGOSTO

Atterriamo alle 10.10, in perfetto orario, all'aeroporto di Dalaman e dopo vari controlli presso la polizia aeroportuale ci rechiamo all'uscita, dove dovremmo trovare la nostra macchina, una Renault Symbol prenotata tramite internet con Asia Rent a Car per 20€ al giorno. Dopo aver cercato invano l'autonoleggiatore, chiediamo aiuto al responsabile del parcheggio che gentilmente chiama l'ufficio di noleggio e ci fa consegnare la nostra macchina. Per la prenotazione non abbiamo avuto bisogno di carta di credito e di alcun deposito, si paga in contanti direttamente alla consegna! L'auto è stata perfetta, non ci ha mai dato problemi.

Dopo aver fatto benzina (il costo della benzina è in media di 5LT al litro, cioè poco meno di 1.8€) ci dirigiamo verso la nostra prima tappa: Pamukkale, a circa 300 km. La strada da Dalaman a Pamukkale è molto buona e sono presenti varie aree di servizio, tutte molto pulite ed attrezzate. Facciamo una breve sosta per pranzare sulla strada e, anche se non parlano l'inglese, riusciamo a scegliere un piatto di carne e una pide al formaggio dalle foto sull'insegna, due bibite e gentilmente ci offrono anche un'insalata di pomodori e olive. Ma la vera sorpresa arriva con il conto: 19LT! Ci guardiamo un po perplessi chiedendoci "ma quanto abbiamo pagato?? 7 euro??" Fantastico!

Dopo esserci riposati un po ci rimettiamo in viaggio: fa un caldo da morire! Decidiamo comunque di fare una piccola deviazione per visitare il sito di Afrodisia, credo uno dei più interessanti siti della Turchia. Si può vedere lo stadio, davvero spettacolare, il teatro e il tempio di Afrodite. Il sito è grande e molto ben conservato e, anche se eravamo stanchissimi, posso assicurarvi che le emozioni che abbiamo provato camminando fra queste rovine sono state meravigliose, un posto da non perdersi se si è appassionati di archeologia. All'interno vi è inoltre un notevole e ricchissimo museo, molto importante da vedere.

Dopo questa piacevole sosta arriviamo a Pamukkale intorno alle 18.00 e troviamo subito il nostro hotel, il Bellamaritmo, prenotato tramite booking.com per soli 20€ a notte. E' stato l'unico hotel della vacanza dove la pulizia non è stata proprio il massimo, ma per il resto ci siamo trovati bene. La colazione è stata abbastanza buona e il proprietario sempre disponibile a darci informazioni sulle cose da vedere.

Dopo una doccia rinfrescante usciamo e facciamo un giro per le vie del paesino, davvero grazioso nonostante sia molto turistico! Vediamo anche le bellissime vasche bianche di Pamukkale, per oggi solo dal basso.

Arrivata l'ora di cena scegliamo un locale nella via principale, "Mustafà", dove mangiamo il tipico Imam Babyldi e le foglie di vite ripiene di riso e carne trita.

Facciamo solo una breve passeggiata dopo cena e torniamo presto in hotel per dormire.

2 AGOSTO

Giornata dedicata al sito di Hierapolis: Ci svegliamo alle 8.00, facciamo colazione e usciamo per dirigerci al sito. Il proprietario dell'hotel ci consiglia però di entrare al pomeriggio per poterci poi godere anche i colori del tramonto. Così decidiamo di fare prima un giro a Denizli, dove in realtà non c'è niente di che da vedere. Passiamo da un supermercato per comprare acqua e qualcosa di fresco e ci fermiamo al forno dove compriamo dei rustici per pranzo. Tornati a Pamukkale iniziamo il giro dal parco naturale, con il suo bellissimo laghetto (l'ingresso quì non si paga). Ci dirigiamo poi verso la cassa (20LT a testa) e saliamo su, sotto il sole rovente!! Portate assolutamente gli occhiali da sole perchè è davvero impossibile tenere gli occhi aperti con tutto quel bianco! Ci fanno togliere le scarpe e iniziamo la nostra salita attraverso le bellissime cascate di acqua sorgiva, con giochi di colori veramente affascinanti. Dopo qualche bagno nelle vasche, che sembrano delle piccole piscine naturali, arriviamo in alto dove ci aspettano le rovine di Hierapolis. Il sito è immenso e ci vuole parecchio per vederelo tutto, soprattutto se non si vuole fare tutto di fretta...e in un luogo così meraviglioso bisogna assolutamente prendersi tempo

  • 6000 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social