Turchia agosto 2011: Istanbul, Cappadocia, Pamukkale e crociera in caicco

Una settimana tra storia e natura e una settimana in caicco alla scoperta della Costa Turchese.

  • di gigimarika
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Finalmente ci siamo, io (Gigi) e Marika siamo pronti a scoprire le meraviglie della Turchia: una settimana tra storia e natura e una settimana in caicco alla scoperta della Costa Turchese. Sinceramente sono leggermente preoccupato per la settimana in caicco, chissà se riuscirò a superare tutte le difficoltà con i miei problemi? Chissà se soffriremo il mare? Come sarà la convivenza a strettissimo contatto con altre persone? Boh, vedremo!

TOUR TURCHIA

01 agosto 2011

Dopo 2 ore e mezza di volo, con un’ora e mezza di ritardo atterriamo ad Istanbul (16 ora locale). Atterrando, si vedono distintamente i due lati della città: versante europeo e versante asiatico. Dalle case e palazzi svettano gli innumerevoli minareti ed in mare, proprio allo sbocco dello stretto del Bosforo, sono ormeggiate decine di petroliere. Alle 18, arriviamo all’hotel Bulvar Palas dopo aver attraversato la città nuova sulla sponda asiatica: piena di grattacieli ultimati ed in costruzione. La Turchia è un paese in grande crescita. L’hotel **** è bello ed abbastanza in centro, si trova vicino all’acquedotto Romano. Alle 19, per evitare il traffico, andiamo subito al ristorante per un’ottima cena tipica ed iniziamo a conoscere i nostri compagni di viaggio. Siamo tutti partecipanti del “tour Istanbul e Cappadocia standard”. Dopo cena, rientrati in hotel, decidiamo di andare in centro a piazza Taksim. Saliamo su un dolmen (taxi/furgoncino) che alla cifra di 2 Lire Turche (TL) ci porta in centro. L’autista va ad una velocità supersonica su strade che, da quanto sono lisce, sembrano marmo! Nella strada centrale, tra luci e castagne, sembra Natale invece di agosto. La via pedonale è lunga circa due km ed è percorsa dal caratteristico tram storico. Qui cambiamo 100€ (1€ = 2,40 TL). Lungo la via si trova di tutto: negozi, ristoranti, bancarelle che arrostiscono pannocchie, negozi di frutta secca e spezie di ogni genere. Non si può dimenticare anche la donnina che in vetrina prepara la pasta fresca e le gelaterie artigianali dove i ragazzi, in costume tipico, mescolano e sollevano il gelato facendolo roteare in aria.

2 agosto 2011

Oggi iniziamo il tour vero e proprio con la visita di Istanbul, l’antica Costantinopoli. Il nostro gruppo è composto da 42 persone: davvero numeroso, chissà come sarà difficile viaggiare e spostarci tutti insieme! Iniziamo la visita con la Nuova Moschea: secondo me la più bella, forse perché è la prima che vedo, forse perché non c’è quasi nessuno e ce la possiamo godere con estrema tranquillità. Raggiungiamo in autobus la sommità della collina ed arriviamo sulla spianata che ospita ciò che resta dell’Ippodromo. Facciamo pochi passi ed siamo di fronte alla meravigliosa Moschea Blu con i suoi sei minareti e la serie di cupole che colpiscono al primo fin dal primo impatto. All’interno ammiriamo le maioliche blu che adornano colonne ed i decorati soffitti, ed i tappeti che ricoprono tutti i pavimenti. Attraversiamo i giardini a fianco dell’Ippodromo ed entriamo nell’imponente Santa Sofia (Haghia Sofia) oggi trasformata in museo. Entrando si percepisce l’imponenza della “Chiesa della Santa Sapienza”, si vedono i primi mosaici ed addentrandosi si percepisce la grandezza di oltre 1400 anni di storia della capitale Bizantina. Marika visita le gallerie seguendo un lungo cunicolo, alla fine del quale si gode di una vista dall’alto della navata centrale. Subito dopo visitiamo il museo Chora con i suoi numerosi mosaici

  • 27272 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social