Turchia on the road

Un viaggio culturalmente, visivamente ed emozionalmente interessante!!

  • di Pilusoro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Quest’anno, per le vacanze estive, sceglie la meta Fabio, il mio compagno, quindi sicuramente sarà vicina (odia volare)…quindi la destinazione quest’anno è….TURCHIA!!!!

Dopo aver acquistato la mia fedele ed inseparabile Lonely Planet incomincio a fantasticare sul percorso. Alla fine così decido: Istanbul (3n) – Ankara (1n) – Göreme (Cappadocia) (3n) – Pamukkale (2n) – Kalkan (4n) – Bodrum (1n) il tutto in 14 giorni pieni.

Volo prenotato con Turkish Airline, non proprio a buon mercato, ma si rivelerà un’ottima compagnia aerea, sia per lo spazio a disposizione che per il cibo, la puntualità e gli orari. Partenza il 31.07.2011 da Malpensa per Istanbul e ritorno il 14.08.2011 Bodrum – Istanbul – MXP (a testa ca 350.- euro). Auto prenotata tramite sito internet Hertz da Istanbul (Taksim) dal 3.08 al 14.08.2011 per ca 480.- euro (navigatore Garmin gentilmente prestato da un amico – anche perché in agenzia li avevano finiti!!). Prenotato gli alberghi dopo ore e ore sui vari siti come booking e Tripadvisor: Istanbul – Hotel Nena: ottimo per posizione, vicino al Gran Bazar, Santa Sofia e Moschea Blu, ottimo il rapporto qualità/prezzo, vista su Santa Sofia, Moschea Blu e Mar di Marmara dalla fantastica terrazza del ristorante, buffet prima colazione e shuttle dall’aeroporto compreso! Ankara – Angora House Hotel: solo di passaggio – ottimo qualità/prezzo, tranquillità, e colazione (un po’ difficile da trovare, nella cittadella vicino al Castello sulla collina). Göreme – Kelebek: ottimo tutto! Posizione, camera 7 nel camino delle fate, prima colazione, servizio, piscina, posteggio, vista. Pamukkale – Melrose House: molto semplice ma semplicemente perfetto, piscina, cibo (sto ancora sognando le polpette). Kalkan – White House Pension: semplice, ospitale, famigliare, vista dalla terrazza magnifica, prima colazione con abbondante frutta, personale gentilissimo. Bodrum – Doria Hotel: l’unico albergo pagato stra-caro per il nostro anniversario, l’unica fregatura. Ottimo hotel (luminoso, design, camere grandi, colazione eccellente) ma personale e servizio scarsissimo.

Penso che queste siano le informazioni più importanti e necessarie per chi volesse organizzare un viaggio simile al nostro. Non sto lì a dilungarmi su quanto sia bello questo viaggio “on the road”: dalle città in espansione con tanto di nuove moschee in costruzione ai frutteti (tanti frutteti, tante albicocche mangiate), dalle pinete ai campi di girasoli, dalla terra rossa bruciata dal sole ai laghi. Le strade sono in continua costruzione e fate attenzione ai limiti di velocità, ci sono tantissimi radar e controlli da parte della Polizia! Come consigliano, non guidate di notte, per il semplice motivo che le strade non sono illuminate! Non incomincio neanche a raccontarvi cosa potrete visitare, una guida ve lo spiegherà sicuramente meglio di me. Vi do solo qualche consiglio: per la gita sul Bosforo scegliete una crociera corta (1.5 ore bastano ed avanzano a ca. 12TL), non perdetevi la Cisterna Romana a Istanbul è molto affascinante. Fate un Hamam e uscirete puliti, profumati e rilassati (noi abbiamo provato il Suleymaniye – assolutamente da consigliare). Non perdetevi il lago salato (Tuz Gölu – tra Ankara e Nevsehir - è una distesa di sale bianca infinita. Passeggiateci sopra per qualche minuto, vi sembrerà di essere su un altro pianeta). In Cappadocia fate (è un obbligo) il giro in mongolfiera!! Anche se caro (€ 150.- a testa – vi consiglio la Butterfly) non ve ne pentirete sicuramente e non vorrete più scendere! Andate ad Avanos (a pochi km da Göreme) a visitare la scuola di tappeti. Visitate le vasche a Pamukkale alle 7.30 del mattino e sarete soli soletti (dalle 8.30/9.00 incominciano ad arrivare i pullman). A 10 km da Pamukkale c’è un piccolo centro termale “Red Waters” e per 15 TL potete fare i fanghi e avrete la pelle liscia per diversi giorni. Se vi fermate al mare visitate la spiaggia di Patara, 20 km di spiaggia selvaggia semplicemente unica (evitate pure Öludeniz – non ne vale la pena, anche perché non troverete niente di simile alle foto che pubblicizzano). Noi siamo capitati nel mese del Ramazan (come lo chiamano in Turchia) e a parte l’uomo con il tamburello alle 2.30 del mattino (ad Ankara e Göreme) e la cucina di un ristorante ad Ankara già chiusa alle 19.30, non abbiamo avuto nessun tipo di problema. Portate qualcosa da coprirvi capo, spalle e gambe (se girate con pantaloncini e canotta) per entrare nelle moschee (anche se nelle moschee principali mettono a disposizione tutto l’occorrente). Un consiglio per le donne: non fatevi molti problemi per l’abbigliamento ma però evitate gonne e pantaloncini troppo succinti e canotte molto scollate, in fin dei conti siete in un paese a prevalenza mussulmana (mentre nelle località di mare nessuno farà caso a voi neanche se girate in costume!). La maggior concentrazione di veli e burka l’abbiamo vista solo ad Istanbul Ah ho scoperto che la Turchia è la patria della contraffazione, quindi se siete amanti dello shopping delle grandi marche partite con una valigia molto leggera…che diventerà piena al vostro rientro! Credo di non aver dimenticato niente….buon viaggio!!

  • 4408 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social