10 giorni in Turchia: Istanbul, Cappadocia, mare

Premessa: L’idea del viaggio era quella di vedere quante più cose possibili, concedendoci almeno 3 giorni di relax al mare. il periodo del viaggio è stato dal 17 al 28 agosto 2009 così suddiviso: dal 17 al 21 a Istanbul ...

  • di corimba
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Premessa: L’idea del viaggio era quella di vedere quante più cose possibili, concedendoci almeno 3 giorni di relax al mare.

Il periodo del viaggio è stato dal 17 al 28 agosto 2009 così suddiviso: dal 17 al 21 a Istanbul dal 21 al 23 Goreme dal 23 al 27 Oludeniz La notte del 27 a Istanbul e partenza per l’Italia il 28 a metà pomeriggio.

Abbiamo speso indicativamente 1500 euro a testa di cui 500 euro per i voli (andata/ritorno + 4 voli interni) prenotati con ampio anticipo (aprile) La lira turca vale la metà dell’euro 1 LT = 0,5 € Eravamo 2 coppie: Partenza da Bologna il 17 con la Czech Airlines con scalo a Praga (voli diretti per Istanbul solo da Roma e Milano) arrivo ad Istanbul nel primo pomeriggio.

Istanbul Per l’albergo avevamo trovato un occasione su internet (www.Booking.Com), Pera Tulip Hotel 4 stelle, che consiglio, 80 euro a camera al giorno con colazione, nel quartiere di Beyoglu.

Leggendo al tempo “Turisti per Caso” più di un racconto consigliava di prendere l’albergo in questo quartiere e io oggi non posso che confermare e consigliare di prendere l’hotel qui. Questo quartiere ha in Istiklal Caddesi la sua via principale che dalla Torre Galata (il luogo migliore per osservare Istanbul dall’alto) conduce a Piazza Taksim.

Il consiglio è di lasciare questa via per addentrarsi nel “dedalo” di vie circostanti. Queste di giorno sono ricche di negozi tipici di antiquariato, arte, strumenti musicali, di notte i negozi lasciano il posto a locali, bar, ristoranti di tutti i gusti che traboccano di gente in festa.

Consiglio vivamente di recarsi dietro la Galleria dei Fiori in Nevizade soak per mangiare pesce in uno dei tanti ristorantini che si affacciano in questa caratteristica via.

Cosa vedere di base: Aya Sofia, la Cisterna della Basilica, la Moschea Blu, il Palazzo Topkapi, la Moschea di Solimano, il Gran Bazar e il Bazar delle Spezie, tutto questo nella zona di Sultanahmet. Per i souvenirs consiglio di comprarli nei negozi intorno ad Istiklal Caddesi e non al Gran Bazar dove troverete le solite pacchianate per turisti.

Consiglio anche di andare a visitare la basilica di S.Salvatore a Chora, ricca di mosaici ben conservati di epoca bizantina e il quartiere di Ortakoy nei pressi del ponte sul Bosforo.

Nel quartiere di Sultanahmet è d’obbligo andare a mangiare al Pasa Rami, vecchia casa ottomana in legno ristrutturata con ottimo gusto, sulla cui terrazza coperta è possibile mangiare prelibati piatti della cucina turco-ottomana e gustarsi la bellezza della moschea Blu; é un po’ caro rispetto alla norma, ma il luogo e il cibo valgono la spesa.

Imperdibile è il giro in battello lungo lo stretto. Noi si è preso quello che termina la sua corsa in un piccolo villaggio di pescatori Andalou Kavagi (1 ora e 30 min. Di viaggio) dominato da una vecchia rocca che si affaccia nel punto in cui lo stretto si apre sul Mar Nero. Il molo di questo paesino è circondato da ristoranti di pesce dove è possibile pranzare a prezzi modici.(15 euro a testa).

Cappadocia La Cappadocia è un posto splendido con paesaggi surreali e mozzafiato che consiglio vivamente di visitare.

I collegamenti interni in Turchia non sono troppo pratici, se non si utilizza la compagnia di bandiera (Turkish Airlines) non particolarmente economica.

Il nostro volo low cost partiva dall’aeroporto di Sabiha Gokcen (1 ora di taxi 50 euro) nella parte asiatica di Istanbul, con arrivo a Kayseri.

Dal piccolissimo aeroporto di Kayseri dopo 1 ora e 30 min. Di taxi/bus si arriva alla città di Goreme

  • 48341 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social