Turchia nel cuore

AGOSTO 2009: Alla vigilia della nostra partenza per la Turchia diverse persone ci hanno detto: “Andate in Turchia????? Ma è pericolosa!!” oppure “Ma siete proprio sicuri?? Io non ci andrei mai!” ecc….Ovviamente non abbiamo dato alcun peso alla cosa, ma ...

  • di f_bignone
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

AGOSTO 2009:

Alla vigilia della nostra partenza per la Turchia diverse persone ci hanno detto: “Andate in Turchia????? Ma è pericolosa!!” oppure “Ma siete proprio sicuri?? Io non ci andrei mai!” ecc...Ovviamente non abbiamo dato alcun peso alla cosa, ma ci ha comunque fatto capire quanto questo splendido Paese sia immaginato da alcuni italiani (non tutti per fortuna!!) in un modo del tutto distante dalla realtà. La Turchia è un luogo magico, accogliente, con un’ottima cucina e tanti posti splendidi da visitare che ti rimangono nel cuore. Sfidiamo anche il più cinico dei cinici a non restare affascinato da Istanbul al tramonto quando la città si tinge tutta d’oro o dalla Cappadocia all’alba quando nel silenzio totale le mongolfiere attraversano il cielo, morbide come piume colorate... in poche parole: se non ci siete mai stati, è ora di partire!

La nostra idea di passare le ferie 2009 in Turchia nasce a Gennaio. Alberto per Natale mi fa un regalo meraviglioso: 5 giorni ad Istanbul che io da tanto tempo sogno di vedere anche perché ho un’amica cipriota, Aiça, che vive là ormai da anni e mi ha sempre detto che è una delle città più belle del mondo (per me LA PIU’ BELLA del mondo!!). Istanbul ci ha colpiti così tanto, nonostante abbia sempre piovuto, che sull’aereo del ritorno ci siamo guardati e ci siamo detti: “Ok, ad Agosto ci torniamo!!”... E così...Eccoci qui a ricordare la nostra splendida vacanza e a scrivere questo diario. Ma prima qualche considerazione generale:

Partiamo dalla SICUREZZA, cosa che preoccupa molti: innanzitutto partite tranquilli che non ci sono pericoli. Le uniche accortezze da usare sono le solite tipo evitare i vicoli che non convincono, non girare con cose preziose addosso ecc...Ma sono cose che dovrebbero essere scontate. Dovrebbero. Riteniamo che i “possibili contrattempi” siano fondamentalmente 3: i taxisti che potrebbero rendervi vittime di alcuni trucchetti, tipo farvi fare una strada infinita per portarvi a destinazione, non azionare il tassametro o farlo scattare in avanti, oppure trasformare velocissimamente i vostri soldi in banconote di taglio più piccolo dicendovi che avete sbagliato a pagarli...L’unica difesa è stare molto attenti, salire davanti e tenere in mano la banconota finchè vi danno il resto, tenere d’occhio il tassametro pretendendo sempre che venga azionato. In ogni caso mettersi del tutto al riparo da queste piccole truffe è impossibile. A noi un taxista ha detto che gli avevamo dato solo 5 lire (in realtà erano 50, ma in una frazione di secondo le ha sostituite con una banconota da 5) e noi, lì per lì ci siamo cascati, complici l’ora tarda e la nostra buona fede. Ma i nostri amici di Istanbul ci hanno detto che questo giochetto lo hanno fatto anche a loro ben 2 volte, per cui non lo fanno solo con i turisti. Se vi succede, nonostante abbiate fatto attenzione, rideteci su tanto capita ovunque nel mondo!! Altra categoria da tenere d’occhio sono i benzinai: quando fate il pieno scendete dalla macchina e controllate visibilmente l’erogatore in modo che non vi facciano pagare di più...Se vi fanno chiacchierare, chiacchierate tenendo comunque d’occhio l’erogatore! Ultima cosa cui fare attenzione sono i turchi al volante, anche se per noi italiani non dovrebbe essere poi una novità il fatto di veder per strada gente che guida da pazzi! Per loro un sorpasso in prossimità di una curva cieca in salita con visibilità zero è...Come dire, normale. Ma basta andare piano!

TRASPORTI: se atterrate all’aeroporto di Istabul NON prendete il taxi!!!!!!!!! Rischiate solo di pagare un sacco per restare imbottigliati in un traffico davvero intricato. Di solito gli hotel mandano gratuitamente un pulmino a prendervi, ma qualora non sia così, spendendo solo 3 lire turche (= 1,5 €) potete prendere la comodissima metro che parte proprio da dentro l’aeroporto; cambiate a Zeytinburnu e prendete il “tramvai” ossia il modernissimo tram che attraversa tutta la parte monumentale della città e dato che c’è una sola linea è impossibile sbagliare!! Per salire su metro, tramvai e funicolari ci vanno i “jetons”, i gettoni che si trovano sia in stazione che alle fermate nell’apposito botteghino

  • 18143 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social