Istanbul: cosi’ vicina, cosi’ lontana

Per andare ad Istanbul non c’è un volo diretto che parta da Bologna, bisogna partire da Roma oppure da Milano. Dopo aver guardato in internet per avere un’idea del costo dei biglietti aerei, andiamo all’agenzia di viaggi e prenotiamo un ...

  • di Kayenta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Per andare ad Istanbul non c’è un volo diretto che parta da Bologna, bisogna partire da Roma oppure da Milano. Dopo aver guardato in internet per avere un’idea del costo dei biglietti aerei, andiamo all’agenzia di viaggi e prenotiamo un volo Alitalia per Milano e a seguire il volo per Istanbul. Partenza mercoledì 25 aprile, ritorno lunedì 30 aprile 2007.

Per chi conosce un po’ l’inglese, un ottimo sito da consultare per un viaggio in Turchia è: www.Travelturkey.Com. Qui ho trovato molte informazioni utili e tangibili riscontri a quanto avevo già appreso dalla guida “ISTANBUL” della Lonely Planet (molto completa). Contemporaneamente mi sono documentata anche con la guida del Touring Club Italiano, ricca di immagini, rubriche originali e un glossario molto dettagliato.

L’ILKAY HOTEL dove soggiorniamo, l’ha trovato mio marito Rocco in internet dopo un’accurata ricerca. Questo hotel si trova a SIRKECI nel cuore della città vecchia SULTANAHMET. Al momento della prenotazione, in febbraio, il prezzo della camera, colazione compresa, è di € 44. Inoltre ci viene offerto il servizio gratuito di trasferimento da o per l’aeroporto. Noi scegliamo di farci venire a prendere quando arriviamo. Per il ritorno ci organizzeremo. Per quanto riguarda la moneta, a partire dal 2005 è entrata in vigore la nuova lira turca (Yeni Turk Lirasi). Un euro equivale circa a 2 nuove lire turche. Una nuova lira turca è formata da 100 centesimi (KURUS) in pezzi da 5, 10, 25 e 50. La moneta cartacea si trova in pezzi da 1, 5, 10, 20, 50, 100 nuove lire turche. Prima di partire ho chiesto in banca ma mi hanno detto che non è una moneta di cui dispongono. A questo punto ce la procuriamo quando arriviamo ad Istanbul, all’ufficio cambio nella hall dell’aeroporto prima dell’uscita. Volendo ce li saremmo potuti procurare anche facendo un prelievo bancomat.

Tutti gli stranieri che entrano in Turchia devono procurarsi un visto d’ingresso. Per noi italiani è molto semplice: appena scesi dall’aereo, prima di arrivare al controllo passaporti (“OTHERS NATIONALITIES”) ci sono degli sportelli sulla sinistra con scritto “VISA”(VISTO) presso i quali, pagando la somma di 10 € a persona, viene rilasciato il visto. Questo “cartellino” va conservato per il successivo controllo all’uscita dal paese.

E il turco chi lo parla? Nessun problema ad Istanbul tutti parlano la lingua inglese, tranne qualche caso raro. Io, a priori, ho comunque cercato di imparare qualche parola di uso quotidiano. Se proprio mi trovo in difficoltà, posso sempre mostrare la parola che mi interessa direttamente dal glossario sulla guida.

Qualche giorno prima di partire ci preoccupiamo di sapere quali saranno le condizioni climatiche consultando il sito www.Wunderground.Com. Come possiamo constatare il tempo sarà variabile. Le temperature al momento, variano di dieci gradi tra le minime e le massime (min.7/19 max – min.8/17 max). Qui in Italia fa già molto più caldo rispetto ad Istanbul. MERCOLEDI’ 25 APRILE 2007 Si parte! Volo Bologna – Milano : 07.30 – 08.30. Non ci si accorge neanche di essere saliti che bisogna già scendere. Da Milano, dopo circa tre ore di volo, arriviamo ad Istanbul alle 14.30 ora locale (qui c’è un’ora in più rispetto all’Italia). Acquistiamo il visto d’ingresso; passiamo il controllo documenti (per la Turchia è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio), ritiriamo i bagagli, entriamo in possesso della valuta locale e finalmente raggiungiamo l’uscita. Come da accordi, ci aspettiamo che ci sia una persona ad attenderci con un cartello sul quale ci sia scritto il mio nome. Così è, ma ci vogliono circa cinque minuti per individuarlo in quanto, appena si apre la porta di uscita, ci troviamo davanti una cinquantina di persone con un cartello in mano! L’incaricato che ci è venuto a prendere deve accompagnare altre persone oltre a noi. Aspettiamo che arrivino poi andiamo. L’aeroporto internazionale di ATATÜRK (Atatürk Hava Limani) si trova circa 25 km a ovest di SULTANAHMET. Per raggiungere l’albergo percorriamo la strada costiera sul MAR di MARMARA (Marmara Delizi), in parte affiancata da quello che rimane delle mura marittime fatte costruire in origine da Costantino il Grande

  • 14104 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social