Magica Turchia

Dalla voglia iniziale di conoscere Istanbul costruiamo il nostro viaggio in giro per la Turchia. Avvalendoci del nostro fedele computer, della nostra consolidata esperienza ed una buona dose di curiosità tracciamo il percorso da affrontare in macchina ed in aereo ...

  • di pierangela
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Dalla voglia iniziale di conoscere Istanbul costruiamo il nostro viaggio in giro per la Turchia.

Avvalendoci del nostro fedele computer, della nostra consolidata esperienza ed una buona dose di curiosità tracciamo il percorso da affrontare in macchina ed in aereo per riuscire a visitare i siti e le città più importanti della Turchia.

E così inizia l’avventura...

Giovedì 24/4/2008 Decidiamo di raggiungere la Turchia dalla Germania dove è da tempo insediata una comunità di 5 milioni di turchi, pertanto i collegamenti sono frequenti ed economici. Quindi le tratte sono Palermo /Roma/ Monaco/ Ankara. Arriviamo ad Ankara alle ore 23:30 ora locale e constatiamo subito che i tassisti sono onesti e le corse abbastanza economiche. Venerdì 25/04/2008 Iniziamo il giro turistico di Ankara con la visita al museo delle Civiltà anatoliche, che espone le testimonianze delle numerose culture vissute nel territorio. A seguire visitiamo il monumento più imponente di Ankara: il Mausoleo di Ataturk, costruito su di una collina che domina la città, visitato da numerose delegazioni politiche , militari e da tante scolaresche. Mustafà Kemal detto Ataturk (padre dei turchi) fu il primo presidente della Moderna Repubblica Turca, colui che ha avviato la trasformazione del Paese. E’ commovente osservare che il suo ritratto si trova in tutto i luoghi pubblici, nei ristoranti, alberghi ed anche nelle case.

Da non perdere, per la cena, il tipico ristorante/museo Zenger Pasa Konagi situato in uno splendido edificio antico. In una atmosfera particolare, accompagnati da musica popolare, gustiamo piatti tipici turchi. La struttura è tutta in legno a più piani, nel suo interno vi sono pezzi di antiquariato, stoffe, cimeli vari ed anche, con l’aiuto di marionette, ricostruzioni di vita quotidiana turca. Sabato 26/04/08 Oggi lasciamo Ankara, prendiamo in affitto l’auto e con stupore constatiamo che ci viene consegnata una Fiat Linea, una berlina tre volumi fabbricata in Turchia ed il noleggiatore si stupisce quando riferiamo che quest’auto non viene venduta in Italia, avremo modo di osservare che in Turchia è molto comune.

Ci dirigiamo verso Urgup in Cappadocia. 300 km.

Lungo il percorso fiancheggiamo il lago salato di Laketuz situato a circa 1.000 di altitudine sull’altipiano anatolico. E’ uno spettacolo ammirare questa distesa d’acqua completamente bianca dove sulle rive stagna il sale.

Facciamo una prima sosta nei pressi di Kayseri per visitare il caravanserraglio di Agazikarahan dove pare si sia fermato per 3 giorni Marco Polo; accompagnati da una tempesta di sabbia proseguiamo il viaggio, il paesaggio diventa ancora più suggestivo.

Facciamo una seconda tappa a Nevesehir per il pranzo ed una sosta a Kaymakli per visitare una città sotterranea che si sviluppa in 5 livelli, dove si intersecano corridoi strettissimi e bassi tra numerose stanze, una stalla e perfino una chiesa, e si possono osservare tracce di vita passata.

Proseguiamo quindi per Urgup da cui comincerà il nostro tour della Cappadocia.

Qui il paesaggio è incantevole, il vento ha trasformato le rocce in spuntoni conici ed in funghi, tanto da dar loro l’appellativo di “ comignoli delle fate”. Dentro la roccia si notano insediamenti trogloditi.

Domenica 27/04/2008 Visita del museo all’aperto di Goreme dove si trova una massiccia concentrazione di cappelle e monasteri scavati nella roccia. Nelle chiese vi sono degli stupendi affreschi bizantini che ritraggono scene dell’Antico e Nuovo Testamento

  • 728 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social