Tre famiglie in un’avventura turca

Salve!!! Siamo tre famiglie napoletane di 4 persone ( coppia + 2 figli di circa 14 e 10 anni ognuno). E’ il secondo anno che facciamo delle vacanze estive un po’ avventurose: si parte in auto senza prenotare nulla a ...

  • di gennaro66
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo

E’ una città strana, piena di bellezze, ma anche molto sporca, la gente è approfittatrice, cerca in tutti i modi di fregarti, i turchi di Istanbul non li ricorderemo per la loro gentilezza, anzi.

La città da l’impressione di una potenzialità enorme, alcune cose ti restano dentro, come una sera, nell’isola pedonale zona Galata, in un vicoletto si è mischiata la musica assordante di una discoteca con il richiamo del Muezzin alla preghiera, vi assicuro che è stata una sensazione molto particolare.

Discorso a parte sulla sicurezza; siamo passati per posti equivoci, ma abbiamo sempre avuto la sensazione di un estremo controllo del territorio da parte della polizia.

Insomma ci siamo sempre sentiti al sicuro.

Comunque, la mattina del 16 agosto, di nuovo in auto con destinazione Troia, solita stradona dritta pericolosa, attraversiamo il golfo dei Dardanelli con il traghetto ed arriviamo a Troia.

Di particolare: poco, forse anche perché non siamo particolarmente amanti di archeologia, c’è un cavallo in legno alto una decina di metri stile giocattolo dove ci si può salire su e fare delle foto; il paese è praticamente inesistente e decidiamo di continuare con i primi sintomi di stanchezza e insofferenza; finora il tutto è stato abbastanza deludente.

Ci dirigiamo a sud e ci fermiamo in un paesino sul mare, Ayvalik; troviamo una buona pensione, 12 € a persona a notte e decidiamo di restare per 2 notti per farci un bagno.

Particolare fondamentale: in Turchia bisogna CONTRATTARE in tutto, loro chiedono 100 e tu proponi 20 per strappare 50, è una regola fondamentale.

La mattina dopo facciamo una gita su di un barcone che ci porta in giro per le isole limitrofe, pranzo e bibite incluso per 50€ per tutti e 12 ( avete capito bene... 50 euro e abbiamo mangiato hamburger e pesce fresco senza limiti).

E’ stata una esperienza stupenda, mare bellissimo, i ragazzi e le mogli finalmente contente, insomma il primo vero giorno di vacanza e da questo momento in poi sarà un crescendo.

Inoltre abbiamo conosciuto una signora turca che faceva la insegnante di Italiano ad Istanbul; ne abbiamo approfittato per chiedere lumi riguardo gli altri posti che volevamo visitare e lei ci ha sconsigliato Antalya perché avremmo trovato un caldo torrido.

Siamo rientrati in serata, abbiamo cenato ( bene) nella pensione e la mattina dopo, il 18 agosto sveglia alle 06:00 poiché ci accingevamo a fare un vero e proprio tappone; dovevamo arrivare a Pammukkale.

Il viaggio è stato meno duro del previsto, la strada è migliorata, un paesaggio straordinario, e, rinfrancati dalla bella giornata del giorno prima, arriviamo a Pammukkale intorno alle 11:00.

Impatto meraviglioso: quelle montagne di calcare con tutte le piscinette naturali; siamo entrati dall’ingresso in alto, avevo letto da qualche parte che era più conveniente.

Infatti dall’ingresso alto dal lato di Neapolis ( altro sito archeologico) si arriva direttamente alle cascate.

Non so se siamo stati fortunati: avevamo letto che non era possibile fare il bagno; niente di più falso, ci siamo bagnati in quelle piscine e cascate naturali, esperienza bellissima considerando il caldo feroce. Intorno alle 17:00 scendiamo a valle, troviamo una pensione con piscina termale a 7 € a testa ( irrisorio!) Cena nel paese e shopping; qui abbiamo trovato delle persone squisite, molto affabili, cordiali, dovunque ci offrivano il chai, il loro tè, bevanda ottima.

Insomma tutti iniziavamo a divertirci veramente.

La mattina dopo, il 19 agosto, di nuovo in macchina per la costa turchese, la costa mediterranea; avevamo deciso di non arrivare fino ad Antalya, ma di fermarci prima, a Kas

  • 4520 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social