La Turchia è fantastica

Itinerario: Safranbolu, Cappadocia, Antalya, Fethiye, Pammukale Hierapolis, Efeso, Istanbul Guide: Lonely Planet e Rough Guide, da sole non bastano Mezzi di trasporto: autobus di linea e scooter Siamo partiti il 15 settembre dall’aeroporto di Bergamo Orio al Serio con la ...

  • di coppini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Itinerario: Safranbolu, Cappadocia, Antalya, Fethiye, Pammukale Hierapolis, Efeso, Istanbul Guide: Lonely Planet e Rough Guide, da sole non bastano Mezzi di trasporto: autobus di linea e scooter Siamo partiti il 15 settembre dall’aeroporto di Bergamo Orio al Serio con la Myair la più economica di tutti, ma attenzione, se partite con la carta d’identità assicuratevi di avere un bel piano di viaggio e tutte le prenotazioni alla mano perché senno non vi fanno partire, meglio il passaporto. Appena arrivati nella parte asiatica di Istanbul abbiamo cambiato gli euro al bancomat e abbiamo raggiunto col taxi (35 lire per 25 Km) uno dei pochi hotel che si trova nei pressi dell’aeroporto Sabiha Gokcen, il Bayramoglu Resort Hotel, un hotel elegante, per gente d’affari soprattutto, ma anche l’unico hotel dei 4 contattati che ha risposto alle mie mail di richiesta.

La mattina seguente abbiamo preso l’autobus diretto per Safranbolu (5 h circa 390 Km) abbiamo alloggiato in un bed & breakfast consigliato dalla lonely (di cui non purtroppo non mi sono segnata il nome) un boutique hotel davvero carino con colazione strepitosa. Abbiamo girato il paese nelle due ore di luce rimanenti, ma sono più che sufficienti per visitarlo tutto e infatti il mattino seguente siamo subito ripartiti per la Cappadocia destinazione Urgup ( 530 Km totali).

Siamo stati in Cappadocia 4 giorni, ma credo che meriti qualche giorno in più, da sola vale il viaggio in Turchia. La nostra base è stata Urgup ed è stata davvero una fortuna, ci siamo portati alcuni racconti di viaggio di Turisti per caso con noi e senza saperlo abbiamo noleggiato lo scooter proprio da Orhan, descritto proprio da uno di questi racconti. Confermo le lodi per questa persona davvero eccezionale, del resto una delle cose che fa di questo paese una meraviglia sono proprio le persone che si possono incontrare lungo il viaggio, con un pò di fortuna entri nelle loro vite per qualche giorno e poi non te le scordi più.

Il primo giorno in Cappadocia è stato dedicato al museo all’aperto di Goreme (10 lire l’ingresso) il complesso di chiese è molto bello e tre ore sono più che sufficienti per visitarlo tutto. Con lo scooter a disposizione abbiamo girovagato nella valle di Goreme fino a sera poi cena da Somine ( 50 lire in due), il livello della cucina è molto alto e il servizio è impeccabile.

Il giorno successivo abbiamo partecipato ad un tour organizzato per la valle di Ilahra (130 Km), si parte alle 9.30 e si torna verso le 5. Il tour comprendeva visita alla città sotterranea di Derinkuyu (da vedere) , camminata di 1 h nel canyon della valle di Ilhara, Agzikarahan Caravanserai (davvero imponente) e infine la rupe di Uchisar (un fuori programma).

Il terzo giorno sveglia alle 5 per vedere la Cappadocia dall’alto, consiglio vivamente l’esperienza della mongolfiera, le foto più belle le ho scattate da li, noi abbiamo usato la Goreme Balloons, ma penso che le agenzie siano davvero tutte equivalenti. Ritorno come previsto alle verso le 9 del mattino per cui c’era ancora tutta la giornata a disposizione per vedere i camini delle fate, Avanos, la Rose Valley, i luoghi sono davvero tanti e la maggior parte non richiede un biglietto di ingresso.

Ultimo giorno in Cappadocia dedicato alla Red Valley, davvero da non perdere poi a Ortahisar siamo saliti sulla rupe e la vista è ottima. Il clima è stato perfetto: caldo di giorno, ma non soffocante e fresco la sera. Alle 9 di sera abbiamo preso l’autobus notturno diretto ad Antalya (10 h - 485 km). Siamo arrivati alle 6 del mattino, troviamo una pensioncina semplice e concordiamo un taxi (80 lire per un centinaio di km) per il giorno stesso per visitare le rovine di Perge e Aspendos ( carine ma si possono anche evitare). Da vedere invece il sito di Termessos definito una delle attrazioni più belle della Turchia, in effetti è proprio così

  • 2957 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social