Mai piu' swantour !!!

MAI PIÙ SWAN-TOUR!!! Non è che io e la mia ragazza siamo schizzinosi o con la puzza sotto il naso ma questa che vi raccontiamo è davvero una di quelle vacanze “sola” che può capitare a chiunque, e vogliamo perciò ...

  • di Luciano -
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

MAI PIÙ SWAN-TOUR!!! Non è che io e la mia ragazza siamo schizzinosi o con la puzza sotto il naso ma questa che vi raccontiamo è davvero una di quelle vacanze “sola” che può capitare a chiunque, e vogliamo perciò mettere in guardia chi decide di recarsi in Tunisia dando più consigli possibili.

Dopo tante indecisioni sulla destinazione abbiamo scelto di prenotare la nostra vacanza per l’estate 2005 di due settimane in Tunisia, e più precisamente per il Giktis-Hotel, un tre stelle di Zarzis, scegliendo l’offerta della Swan-Tour in all-inclusive (che di inclusive ha solo il nome...), denominata da tutti gli italiani incontrati e partiti con lo stesso tour operator “Swentour”.

Inizio della Swentura: Partiamo il 16/08/05 da Roma FCO alle 09.00 con il volo Blu Panorama e arriviamo all’aeroporto di Djerba alle 10.15, da li il mitico Enrico della Swan-Tour, di cui vi parlerò dopo, ci fa salire sul pulman (e da li in poi cominciano i guai) per dirigerci all’albergo dicendoci che in 45 min. Saremo arrivati...Dopo un’ora e mezza ancora si stava sul pullman!!!...Vabbè.

Arrivati all’albergo tutti cominciano a fare commenti del tipo...”non è il nostro albergo”...”è troppo lontano dal mare”...Questo perché sul depliant si millantava una vicinanza al mare della struttura, quindi Enrico della Swantour ci fa a noi scettici...”ma no il mare si trova solo a 150 metri”...In seguito scopriremo che erano in realtà oltre 400 metri di camminate sotto il sole...Vabbè.

Assegnataci una stanza, il “brillante” Enrico ci comunica che alle 15.00 si terra la riunione informativa per noi appena arrivati...Venute le 15.00 tutti noi, nuove ed inconsapevoli vittime della Swan-Tour, ci rechiamo alla cosiddetta riunione informativa dove alle nostre domande: sul perché l’orario dell’all-inclusive non è quello pubblicizzato sulle riviste in Italia ma è minore, sul perché il mini club per i bambini è solo uno scivolo con un girello sotto il sole cocente (con incazzatura delle famiglie con bimbi al seguito), sul perché non ci viene offerto un cocktail di benvenuto, sul perché alcuni sono stati sbattuti in un altro corpo dell’albergo non della Swan-Tour e devono fare 10 min. A piedi tutti i giorni per mangiare o stare nell’area riservata tipo ghetto per italiani della Swan-Tour...Ci viene data come risposta dall’onesto Enrico...”SE NON VI STA BENE CI SONO VOLI PER L’ITALIA TUTTI I GIORNI”...(complimenti!!!) Dopo l’ottimo “benvenuto” ci sale ovviamente la depressione anche perché intuivamo la sfortuna di dove eravamo capitati ma soprattutto con quale tour-operator era gestita la cosa...Il ristorante dove si mangiava era perennemente senza aria condizionata ma ben fornito di mosche a go-go e piatti italiani cucinati dai tunisini che al secondo giorno già vantavamo con gli amici una bella dissenteria...L’all-inclusive comprendeva il versarsi con l’erogatore sprite, cocacola, aranciata (allungate), acqua di provenienza ignota, acqua calda per il the e caffè americano con orario dalla 10.00 alle 23.00 anche se sui depliant italiani ci scrivono dalle 10.00 alle 24.00 (non è per l’ora in più ma quello che ti fa incazzare è Enrico della Swan-Tour che ti dice che colpa del fuso orario...Boooo) tutto il resto a pagamento...

La piscina per noi italiani era perennemente sporca con parrucche di capelli qua e la, sabbia sul fondo, qualche bicchiere di plastica e ossi di olive di tanto in tanto sul fondo...(vi giuro ho le foto)...La stessa veniva pulita 20 min al giorno da un tunisino che più che pulire faceva la lastra alle bagnanti...Le stanze erano sempre sporche con olezzo di fossa biologica e per farsela rifare in maniera umana bisognava dare quotidianamente dare qualche dinaro al tizio delle pulizie...(prima di capirlo per i primi due giorni abbiamo dormito sulle lenzuola con evidenti frenate di cacca...Bleau!!!). Altra fregatura è che sul depliant dicono che i teli da mare sono gratuiti, se magari, 2€ a cranio per averli e che teli poi con buchi per l’alta velocità, fili a penzoloni, e macchie qua e la di varecchina (non è per i 2€ ma per le bugie della Swan-Tour)

  • 1440 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social