Tunisia: un viaggio alla scoperta del Mal d'Africa

Dagli affollati souq alla quiete del Sahara, dalla capitale tunisina ai villaggi berberi... un viaggio tutto da scoprire, con intervalli di mare cristallino

  • di IreneL
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

D’accordo sulla destinazione, il mio ragazzo ed io abbiamo iniziato una ricca raccolta di informazioni che, secondo il nostro stile, ci hanno portato ad una vacanza completamente auto-organizzata, complice anche un’ottima guida turistica a portata di mano; così abbiamo prenotato volo, su Tunisi-Cartagine, e residence, con un paio di mesi di anticipo sulla partenza, usufruendo di buone offerte low cost. Tramite internet abbiamo anche prenotato un servizio navetta (Holiday Taxis.com) che per 9€ a testa ci ha efficientemente portati dall’aeroporto al nostro Residence ad Hammamet. La struttura che ci ha accolto ed ospitato per tutta la nostra permanenza tunisina si chiama Residence Romane. E’ molto vicina al mare, comoda per il centro di Hammamet (circa 5 minuti in taxi al costo di 4 dinari = 2€) e dotata di giardino e piscina interni, ristorante ed un davvero ottimo rapporto qualità/prezzo.

Al momento del nostro arrivo siamo stati accolti molto gentilmente, con un fresco cocktail di benvenuto, ed accompagnati in camera. La stanza matrimoniale era spaziosa, l’arredamento basic e non troppo curato (ma non era una delle nostre necessità primarie), la vista molto carina con un balcone affacciato sul giardino interno ed annessa piscina; il tutto era dotato di alcuni importanti confort, quali aria condizionata, frigo in camera e cassetta di sicurezza. L’unica cosa un po’ fastidiosa è stata il letto…che in realtà erano due! Messi uno accanto all’altro, restava comunque dello spazio che nelle primissime notti ha causato un po’ di torcicolli, ma poi ci si è fatta l’abitudine.

Al Residence Romane avevamo scelto il servizio mezza pensione che ci ha permesso di usufruire ogni sera di una selezione di piatti del ristorante La Fontana, annesso alla struttura del Residence stesso ed affacciato sulla strada principale. Il cibo era discreto e si poteva scegliere fra piatti tipici (quali Brik, Ojja e Couscous), piatti più internazionali, tra cui una versione tunisina di pizza (il consiglio è di non provare la Margherita, un po’ troppo lontana dal concetto italiano di pizza, ma buttarsi su quelle condite!) e piatti derivanti dall’influsso francese (da non perdere le crepes!). La prima sera abbiamo deciso di iniziare subito a sperimentare il patrimonio culinario locale partendo dal couscous, che, anche se un po’ insipido, ci è piaciuto molto. Ce ne erano due versioni: con pesce o carne; entrambi prevedevano un pesce (orata) o un pezzo di carne (coscia di pollo) interi, che ci sono sembrati freschi e sicuramente molto buoni, anche se un po’ impegnativi da affrontare (soprattutto l’orata, che era da pulire e sfilettare!).

I primi giorni di vacanza sono trascorsi tranquilli, tra mare e piscina, tanto per iniziare ad ambientarci al nuovo clima, molto caldo, ma ventilato, e all’atmosfera coinvolgente e un po’ caotica tipica della cultura araba. Il nostro hotel era un’isola di pace e relax, tanto che a volte dava quasi l’impressione di essere surreale (il mio ragazzo lo definirà qualche giorno dopo uno di quegli hotel “perfetti” da giallo di Agatha Christie!). Per quasi un’intera settimana non è stato al completo ed eravamo letteralmente coccolati dal personale: receptionist che si informava quotidianamente se tutto era di nostro gradimento e ci illustrava gentilmente le varie escursioni disponibili, camerieri sorridenti e cordiali che per rimediare ad un ritardo nel servizio del dessert ce l’hanno portato in camera, signora delle pulizie che decorava il letto (i letti, in realtà) ogni giorno con fiori profumati

  • 8883 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social