Meravigliosa Tropea

Un giro in Calabria per visitare Tropea, poi un salto a Stromboli, Lipari e Vulcano

  • di FB13
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

La scelta di passare le vacanze a Tropea è stata principalmente della mia dolce metà. Ero un po’ scettica sulla destinazione. Le località vacanziere della Calabria non sono molto pubblicizzate. Non ero convinta della bellezza del mare, delle spiagge e del paesaggio. Niente di più sbagliato. Già il primo giorno il bellissimo mare di Tropea mi ha fatto cambiare idea.

Abbiamo scelto di viaggiare in aereo. Da Bologna con volo Alitalia in poco più di un’ora si arriva a Lamezia Terme. Volo prenotato a fine marzo. Spesa € 248,00 per due. Da Lamezia in auto (noleggiata da SIXT € 142,00 per una settimana) abbiamo percorso una sessantina di Km per arrivare a Brattirò, piccolo paese sulle colline che dominano Tropea distante da questa circa 6 km. A Brattirò abbiamo soggiornato alla “Casareccia da Franco”. Questo alloggio l’abbiamo “scoperto” leggendo dei racconti di viaggio su “Turisti per caso”.

Qualche sbirciatina in internet, qualche informazione richiesta via mail e prenotato! Siamo stati stra-felici alla fine della nostra vacanza della nostra scelta. Pasquale, uno dei proprietari, ci ha accolti con molta disponibilità e ci ha fatto sentire subito a nostro agio. La stanza era semplice spaziosa e pulita. Il giardino esterno curatissimo con tante piante e fiori. Ed una tranquillità incredibile. Dal balcone della nostra stanza si vedeva il mare all’orizzonte ed anche l’isola di Stromboli. Un panorama magnifico. E questa non è stata l’unica sorpresa. Pasquale ed il suo staff ci hanno deliziato a cena con dei piatti squisiti e abbondanti. Gli antipasti (solo questi bastavano per saziarci!) composti da vari salumi, formaggi, verdure grigliate sott’olio e la loro famosa n’duja, i primi piatti su tutti gli spaghetti al tonno, con olive e pomodorini. Eccezionali! Noi abbiamo scelto la formula “mezza pensione” e considerato la qualità del servizio e la disponibilità ricevuti il rapporto qualità-prezzo è stato ottimo. Consigliamo senza riserve questo alloggio a chi avesse intenzione di scoprire la bellissima Tropea e le sue spiagge.

Qualche parola anche sulle spiagge e sulla gita alle isole Eolie.

Spiaggia di Formicoli. Vicina a Tropea e poco frequentata da turisti. Bello il mare e la spiaggia.

Spiaggia Grotticelle. La più famosa e più affollata. Da turisti e gente del posto. Piccolina ma con un mate sempre stupendo.

Spiaggia di Tropea. Grande, non particolarmente affollata, magnifico il mare. Limpido e di un colore azzurro trasparente.

Spiaggia “Scoglio del Leone” a Zambrone. Non molto facile da raggiungere. Una delle strade di accesso si trova sul retro della stazione ferroviaria. Molto bella la spiaggietta ed il mare. Magnifico il panorama ammirato dalla stradina di accesso. E’ la spiaggia che più ci ha colpito.

Isole Eolie

Abbiamo partecipato anche alla gita di una giornata alle Isole Eolie. Stromboli, Lipari e Vulcano. Ci sono diverse compagnie di navigazione che offrono l’escursione. Noi abbiamo scelto la Tropea Mar e devo dire che ne siamo stati contenti. Il mare non è stato con noi benevolo. All’andata era abbastanza mosso e il viaggio non è stato molto “tranquillo”. Prima tappa isola di Stromboli dopo circa due ore e mezza di navigazione. Oltre al vulcano e alla sua vitalità, colpisce la spiaggia di sabbia nera. Seconda tappa isola di Lipari. La più grande fra le isole Eolie dove (organizzato dalla Tropea Mar) abbiamo girato l’isola in pullman con la guida (euro 10,00 a persona oltre al prezzo della gita). Terza ed ultima tappa isola di Vulcano. Colpisce appena ci si avvicina all’isola il forte odore di zolfo prodotto dai vari piccoli crateri del vulcano. Non avevamo molto tempo a disposizione ma siamo riusciti comunque ad immergerci nei fanghi che promettevano di lasciare la pelle morbidissima. In effetti così è stato ma non ci hanno lasciato solo questo ma cosa ben più duratura. Nei costumi e negli asciugamani l’odore dei fanghi ci fa ancora oggi, a distanza di settimane, ricordare quella esperienza particolare.

  • 11678 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social