Tropea, scelta azzeccata!

In Calabria ci mettono il cuore...

  • di giogio77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

“Dove si va quest'estate in vacanza?” E' l'interrogativo che puntualmente ci facciamo ogni anno con l'avvicinarsi della bella stagione. La destinazione scelta per l'estate 2010 è stata Tropea, perla della Calabria tirrenica. E mai scelta fu più azzeccata. La costa calabrese tirrenica è una delle coste più belle d'Italia. E' caratterizzata da spiagge bianche, acque cristalline di tutte le gradazioni del blu, calette nascoste e rocce modellate dai venti. Dopo aver percorso la famigerata Salerno – Reggio Calabria usciamo allo svincolo autostradale di Pizzo Calabro e imboccando la Statale raggiungiamo Tropea. Da qui arriviamo a Brattirò, la nostra destinazione finale. Brattirò è un piccolo borgo situato sulle colline dietro Tropea dalla quale dista circa 7 km. Alloggiamo alla “Casareccia da Franco”, una sorta di delizioso albergo diffuso nuovo e ben tenuto, circondato da un giardino molto bello. La zona è ben arieggiata e tutt'intorno, gli fanno da cornice, vigneti e uliveti. All'orizzonte è ben visibile il mare e, nelle giornate limpide, anche l'isola di Stromboli col suo pennacchio. Le camere sono semplici, confortevoli e spaziose così come il bagno. Il letto è comodissimo e in camera ci sono un piccolo frigo silenzioso e una tv (che però non funziona benissimo). Non c'è l'aria condizionata ma come detto siamo in zona arieggiata. Spesa complessiva 490 Euro in mezza pensione bevande incluse per due persone più una bambina di due anni. Col senno del poi strameritati e con lode. I proprietari sono i fratelli Pasquale, Adriano e Mario Rombolà, persone di rara gentilezza e maestria. Sempre disponibili a qualsiasi richiesta (plausibile) ma allo stesso tempo discreti. Squisite le pantagrueliche cene (o i pranzi a scelta) rigorosamente a base di prodotti tipici locali. (www.lacasarecciadafranco.it)

1° giorno Tropea Dopo aver fatto colazione a base di cappuccino, fragranti brioches calde e pane e marmellata lasciamo l'albergo per la nostra prima giornata balneare. Lungo la strada ammiriamo Tropea dall'alto col mare turchese che incornicia il centro storico e il sottostante porticciolo. Un incanto. Percorrendo il Lungomare Antonio Sorrentino arriviamo direttamente sotto la famosa rupe, circondata da un mare meraviglioso, sulla cui sommità c'è la Chiesa di Santa Maria dell'Isola, in ristrutturazione. Sotto la rupe c'è anche una grotta nota come la Grotta del Palombaro. Il Lungomare tropeano è formato da serie di spiagge più o meno lunghe e ampie. Noi ci fermiamo a destra della rupe. La mattina trascorre tranquilla in spiaggia tra bagni nell'acqua azzurra e limpidissima che sembra una piscina e giochi sulla sabbia bianca di grana grossa con Giulia, la nostra bambina di due anni. L'ideale per i bambini (e chi ha i figli piccoli ci può capire). Dietro la spiaggia, arroccato su un costone roccioso a picco sul mare, c'è il caratteristico e imperdibile centro storico. Avvistiamo anche la nostra prima “barca” al largo. Giulia è tutta eccitata. In realtà si tratta di un pedalò ma per lei è la “barca” ed è più bella di uno yacht. Man mano che ci si allontana dalla rupe la spiaggia è sempre più sassosa ma non fastidiosa. Ieri siamo arrivati in tarda serata fermandoci a mangiare prima di arrivare in albergo. Quindi oggi recuperiamo la cena persa facendo pranzo e cena nel ristorante del nostro albergo a base di prodotti tradizionali calabresi. Ci gustiamo due primi a base di fileja con la nduja, due tenerissime bistecche di vitello alla brace, due enormi piatti di patate locali fritte e due grandi fette di anguria. La pasta fileja è la pasta tipica locale fatta rigorosamente a mano mentre la 'nduja è il tradizionale salame piccante della zona. Tutte le portate qui sono in formato “large”. Acqua e vino inclusi nel prezzo. Rapporto qualità/prezzo eccellente

  • 44987 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Travellero
    , 1/8/2012 14:43
    Questo diario è stato davvero utilissimo. Siamo stati un villaggio in Calabria proprio quest'estate a Marina di Mandatoriccio al Class Hotel Mandatoriccio Resort e lo abbiamo usato come base per i nostri giretti per questa splendida regione e i vostri consigli ci sono tornati utilissimi.
    Il mare è bellissimo e i posti sono mozzafiato. Una nota di merito va anche alla bellezza del villaggio Class Hotel.

    Grazie ancora
  2. Ilariav78
    , 20/7/2011 16:55
    Grazie mille per i preziosi suggerimenti...abbiamo soggiornato alla "Casareccia da Franco" e ci siamo trovati benissimo!!! Posto bellissimo, cibo ottimo e persone davvero squisite.

    Grazie ancora per la bella vacanza!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social