A Trento per un trekking d’altri tempi

Al via la Giornata Nazionale del Trekking Urbano, in programma il 21 aprile

 

Per celebrare il primo dei due appuntamenti di quest’anno con la Giornata Nazionale del Trekking Urbano (il secondo è previsto per il 27 ottobre), l’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi propone in collaborazione con il Comune di Trento un evento accessibile a tutti davvero emozionante, pensato per vivere l’atmosfera impalpabile e struggente di un passato da rivalutare, alla scoperta dell’antico corso del fiume Adige e delle rogge di Trento. È, quindi, un’occasione per immergersi in un percorso che rimanda ad attività antiche: sulle tracce del porto commerciale, garanzia per il territorio di comunicazioni, scambi e commerci con luoghi lontani, e delle antiche rogge, preziose fonti energetiche. Un itinerario insolito che si snoda su un percorso interamente pianeggiante, tra l’antico corso del fiume Adige e le rogge della città, con degustazione finale alla mostra DiVinNosiola, kermesse enogastronomica dedicata al patrimonio culturale e naturale della Valle dei Laghi. La partenza è prevista alle 14.30 (in più turni) dall’ufficio informazioni dell’Azienda per il Turismo di Trento, per un itinerario guidato di trekking urbano di circa tre km che, attraversando la città, si conclude con una visita alla mostra DiVinNosiola, che celebra le eccellenze enologiche del territorio. Il primo appuntamento è con la Torre Verde, una delle trentatré torri della città, adibita in periodo medievale a carcere e prigione, edificata sulle rive dell'antico corso del fiume Adige, il secondo d’Italia per lunghezza. Nei pressi della torre sorgeva il porto commerciale, dove le merci provenienti in prevalenza da Lombardia e Veneto, venivano scambiate o vendute presso i mercati rionali. Attraversata l’antica contrada tedesca si raggiunge, poi, Largo Porta Nuova, dove si vede una delle rogge di Trento, motore energetico della città prima dell’avvento dell’elettricità, che consentiva l’attività dei mulini, serviva le concerie e prestava acqua alle lavandaie. Quindi, passaggio dalla splendida Piazza Duomo per arrivare, pii, alla Torre Vanga, che aveva lo scopo di controllare l'accesso sulla collina del Doss Trento. Fu edificata nel 1210 dal principe vescovo Federico Vanga. Infine, l’attraversamento del fiume che conduce all’antico borgo di Piedicastello. Qui sorgono Le Gallerie, originale e moderno polo museale dove è possibile visitare la mostra DiVinNosiola e degustare i prodotti enologici. Quest’ultima manifestazione ha come obiettivo quello di celebrare il Vino Nosiola Trentino, il Trentino Doc Vino Santo, le Grappe di Nosiola e di Vinaccia di Trentino Doc Vino Santo. Per saperne di più potete visitare il sito www.apt.trento.it.

  • 1539 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social