Verde... in tutti i sensi

Un green tour di Syusy e Zoe in Trentino

Montagnaga e Mezzano

Da lì si può arrivare in una località che si chiama Montagnaga dove c’è uno strano effetto - dicono ottico - che ha sicuramente qualcosa di misterioso: una strada che sembra nitidamente andare in discesa, ma in realtà è in salita! Extraterrestri, misteri, solo effetto ottico?! Molto difficile poterlo definire, sicuramente una curiosità. Da Montagnana a Mezzano, uno dei borghi più belli d’Italia, ma soprattutto un paese che ha saputo rivalorizzarsi attraverso una nuova forma d’arte, un percorso artistico, le cataste e canzei. Le cataste i cittadini le hanno sempre fatte, per mettere la legna al riparo e organizzarla bene in vista dell’inverno. A un certo punto però, forse all’amministrazione o forse ai cittadini, è venuta un’idea: “perché non fare di queste cataste un’opera artistica?!” Così hanno chiamato l’istituto d’arte e vari artisti che hanno composto delle cataste con idee originali: ad esempio c’è una catasta disposta come se stesse candendo dall’alto, una a forma di fisarmonica, un’altra installazione interamente di legno ha ricoperto con armonia una bruttura in cemento e così via… I cittadini poi hanno pensato: “anche noi siamo capaci di farlo!” La cosa si è estesa a macchia d’olio e questo paese è diventato un paese dove si possono andare a visitare, girando nel borgo, le cataste di legna più originali del mondo, fatte dagli artisti sì, ma anche dagli stessi abitanti… Echi può rinunciare a fare una catasta artistica una volta che con la legna si può comporre qualcosa di bello?

Prendiamoci il Castello di Pergine!

Da Mezzano siamo arrivate al Castello di Pergine, in Valsugana. Ci accolgono Denis Fontana e tutto il gruppo delle persone che hanno deciso di prendere il castello, proprio come nel Medioevo: invece di conquistare il castello, l’idea è acquisirlo in modo molto più moderno, acquistandolo. Il Castello di Pergine è il punto di riferimento di tutto il paese da sempre, ma ora, nonostante sia stato gestito in modo inoppugnabile dai chi l’aveva a sua volta acquistato, è in vendita. Così molti cittadini si sono preoccupati per il suo destino, consapevoli che potrebbe venire a mancare il protagonismo dell’ospitalità della cultura della stessa immagine della città e magari rimanere una cartolina inaccessibile. Insieme hanno deciso che questo castello doveva rimanere aperto e fruibile a tutti, testimone della storia. Un luogo dove stare con gli amici, mangiare cibo buono, viverlo e farlo vivere ai visitatori, rispettandolo. I cittadini hanno raggiunto un’intesa e costituito un comitato pubblico che ha lo scopo di acquistare il castello tramite una sottoscrizione popolare! Dopo questa sottoscrizione hanno chiesto l’aiuto delle banche e delle istituzioni pubbliche, di aziende private e istituti di credito che hanno già manifestato il loro sostegno. Insomma, mettendosi assieme con buona volontà, ognuno per quello che può, i cittadini di Pergine si riprenderanno il castello! Mi è sembrato un esempio eccezionale di partecipazione dal basso, così come tanti altri che ho visto facendo questo viaggio con mia figlia attraverso l’Italia. Forse la mancanza di gestione da parte dello Stato, la mancanza di fondi e la stessa impotenza delle istituzioni – che nella migliore delle ipotesi fanno quel che possono per proteggere il nostro troppo grande patrimonio culturale o nella peggiore mettono i bastoni fra le ruote con divieti e limiti burocratici – ci darà la possibilità di partecipare alla cosa pubblica, una cosa che sembrava sempre delegata a qualcun altro. Forse, pian piano, acquisendo luoghi storici e gestendoli direttamente, luoghi turistici per eccellenza che costituiscono il patrimonio culturale e paesaggistico italiano… Forse, dico, noi cittadini un pezzetto alla volta ci compreremo l’Italia e questo è sicuramente il mio augurio! Un modo nuovo di fare autogestione! Naturalmente ci vorrà sempre uno Stato, ma dovrà dimostrarsi capace e rincorrere in positivo i cittadini più bravi nell’impegno della cosa pubblica

  • 1164 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social