Nella terra del buon vino e dei mercatini di Natale

Da Caldaro a Bolzano, in Trentino, per una breve vacanza all'insegna del buon vivere e della magia dei mercatini

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Di Caldaro, Kaltern in tedesco, conoscevamo i suoi ottimi vini, bianchi e rossi, eppure non avevamo mai pensato di visitarlo e l'idea di trascorrerci una breve vacanza, devo ammettere, è stata piuttosto casuale. In realtà stavamo cercando un albergo a Bolzano ma i prezzi esorbitanti ci hanno spinto ad ampliare il nostro raggio di ricerca alle aree limitrofe. Non avremmo potuto fare una scelta migliore. Ce ne siamo accorti appena arrivati di primo pomeriggio sulle sponde del suo grazioso lago alpino, il più caldo delle Alpi, sorvegliato dalle rovine di un castello costruito nel 1200 sulla cima del Monte di Mezzo, un rilievo boschivo che si specchia nelle acque del bacino naturale. Nel lago di Caldaro si riflettono anche gli infiniti filari di viti dalle grandi foglie color dell'oro, tra i quali spuntano alcune delle case vinicole della zona famose in tutto il mondo. Insomma, un paesaggio da cartolina preludio a delle giornate all'insegna della natura e del buon cibo.

La passeggiata intorno al lago ci sembra un buon modo per sgranchirci i muscoli delle gambe rattrappiti da più di tre ore e mezzo di viaggio in macchina. Così sfoderiamo il passeggino per il nostro piccolo Leonardo e, avvolti da un sole eccessivamente caldo per la stagione, ci immergiamo in una selva di vigneti e meleti, attraversiamo un bosco nella parte dove i fianchi della montagna lambiscono l'acqua e osserviamo verso sud la distesa di canne mossa da un vento leggero. Il percorso si sviluppa su tratti sterrati e stradine asfaltate non direttamente sulle rive del lago, se pure in molti tratti se ne può godere la bellezza. Noi non lo percorriamo per intero in quanto la luce dei brevi pomeriggi invernali sta per svanire e soprattutto perché ci attendono le magiche atmosfere del Natale. A pochi minuti d'auto infatti, si apre in tutto il suo caratteristico splendore il centro storico di Caldaro. Arrivarci è semplicissimo, grazie ai diversi parcheggi vicinissimi al cuore del paese. Qui è un vero piacere passeggiare tra le casette in legno allestite per i mercatini natalizi, all'ombra degli antichi palazzi, ed essere accompagnati dallo scoppiettio del fuoco che pian piano consuma il tronco di grossi alberi.

Nella piazza del Mercato spicca la chiesa, dal cui terrazzo si vede la vallata, e la fontana in stile barocco. L'atmosfera poi è allietata dalle voci di un coro maschile.

E' un dovere assaggiare una fetta di strudel e, per riscaldarci, ci concediamo un succo di mele caldo con sciroppo al sambuco bio servito al Weinhaus Punkt, un locale sulla piazza. La temperatura della bevanda è talmente alta da farci dimenticare di essere seduti all'esterno, fasciati dal freddo della sera.

Concludiamo la scoperta del paese visitando la mostra a ingresso libero 'Trenini in movimento', allestita nei locali della Cassa di Risparmio di Bolzano. Nel grande plastico realizzato con un'impressionante cura dei dettagli si muovono diverse tipologie di convogli insieme a pulmini e macchinine. Un piccolo capolavoro capace di entusiasmare gli animi di grandi e piccini, perciò assolutamente da visitare. Le informazioni sugli eventi natalizi di Caldaro sono reperibili sul sito internet: www.kaltern.com/it/natale-a-caldaro.html

  • 3532 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social