In Trentino per I Suoni delle Dolomiti, il festival della musica (e non solo)

Dal 2 luglio al 28 agosto diciassette appuntamenti in uno straordinario palcoscenico naturale per condividere momenti di vita e di ascolto

 

Tutto pronto per la 21esima edizione de “I Suoni delle Dolomiti”, festival che si svolgerà nelle montagne del Trentino. I luoghi dei concerti saranno raggiunti a piedi anche dai musicisti. Il programma spazia dalla musica classica al jazz, passando per la word music e la canzone d’autore.

L’edizione 2015 si aprirà con il trekking in Val di Fassa (dal 2 al 4 luglio) con concerto finale al Rifugio Contrin e di cui sarà principale protagonista il violoncellista Mario Brunello, concertista classico di fama internazionale, insieme al suo pregiato violoncello del ‘600. Camminando lungo quelle che furono le linee del fronte della Grande Guerra, il musicista avrà al suo fianco il fisarmonicista Ivano Battiston e il contrabbassista Gabriele Ragghianti.

Il 18 luglio si ritornerà sulle Dolomiti di Fassa per un concerto che, salutando il sorgere del sole a Col Margherita, vedrà Mario Brunello in compagnia di altri quattro violoncellisti (i Cello4Ever) e del trombettista americano Dave Douglas, figura di spicco del panorama jazzistico contemporaneo. Tra i tanti appuntamenti in programma vi segnaliamo quello del 5 agosto a Pian della Nana (Val di Non) con Nicola Piovani che eseguirà in quintetto una selezione di proprie composizioni concepite anche per il teatro.

Nel segno del binomio musica-cinema il 6 agosto si svolgerà il concerto a Villa Welsperg, nel Primiero, ai piedi delle Pale di San Martino: Paolo Fresu, con il bandoneonista Daniele di Bonaventura e gli archi de I Virtuosi Italiani, proporrà le musiche del film Vinodentro.

Non solo classica

La world music sarà rappresentata anche dai SIGNUMfive, quattro sassofonisti, un fisarmonicista e un percussionista che si appropriano della musica balcanica. Si esibiranno l’11 agosto al Rifugio Boè, Val di Fassa. Il jazz, invece, avrà dalla sua il pianista Enrico Pieranunzi, fantasioso improvvisatore che affronta in modo originale anche pagine di musica classica (14 luglio, a Passo di Lavazé, Val di Fiemme), il duo transalpino del fisarmonicista Vincent Peirani, e del sassofonista Emile Parisien (21 luglio, Buse de Tresca, Val di Fiemme), e il violoncellista olandese Ernst Reijseger, uomo di punta della musica improvvisata europea (19 agosto, Rifugio Rosetta Giovanni Pedrotti, San Martino di Castrozza).

Parole e musica si fonderanno nei concerti di due esponenti della canzone italiana: Nina Zilli si esibirà il 21 agosto al Camp Centener, Val Rendena, mentre Niccolò Fabi il 24 agosto in Val di Fiemme - Malga Canvere.

Partecipando a “I Suoni delle Dolomiti” avrete l’opportunità di abbinare relax, gastronomia e musica immersi in splendidi paesaggi. Inoltre, potrete condividere indimenticabili momenti di vita e di ascolto e ammirare emozionanti paesaggi ambientali e culturali.

Tutti i concerti avranno inizio alle ore 13, con l’eccezione del concerto del 18 luglio, con inizio alle ore 6. Il trekking del 2 – 4 luglio è a pagamento e a numero chiuso.

Il programma completo potete consultarlo sul sito www.isuonidelledolomiti.it.

  • 334 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social