Norvegia: da Oslo a Bergen in treno

In viaggio sulla Bergensbana, la ferrovia piu alta e suggestiva d'Europa

  • di antocimani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

OSLO

Fortunatamente, molte compagnie aeree, tra cui diverse low- cost, permettono di raggiungere rapidamente e con una spesa contenuta i tre aeroporti della capitale Gardermoen, Rygge e Torp.

Personalmente abbiamo volato Norwegian, un misto tra una compagnia di linea e una no frills, che pone limitazioni ai bagagli e non offre pasti gratuiti a bordo ma consente di navigare wifi a loro spese per tutta la durata del volo. Vola da Roma e Milano e da molte altre città europee.

Tutti gli aeroporti sono collegati con mezzi pubblici: noi siamo arrivati a Gardemoen e da lì abbiamo proseguito per il centro con il treno regionale NBS, comodo ed economico, boicottando il ben più pubblicizzato Flytoget Airport Express, a nostro parere un vero furto. Potete acquistare i biglietti dalle macchinette automatiche e pagare anche con carta.

Il treno fa diverse fermate ma arriva in centro in una mezzora.

La stazione ferroviaria è in piena via pedonale, la Karl Johans gate, piena di negozi e ristoranti. Al grande incrocio, sulla sinistra trovate diverse capannine degli autobus con orari e percorsi per raggiungere i vari punti della città.

Dove dormire: Saga Hotel Oslo Central.

A cinque minuti dal porto e dalla via pedonale, a dieci dalla stazione. Formato da due sezioni, hotel e poshotel (ostello di categoria superiore con stanze doppie e dormitori), con zone in comune come sala colazione, hall, cucina e lavanderia.

​Buon rapporto qualità prezzo, ottima posizione e colazione varia.

Per essere una capitale europea, Oslo è davvero piccola e la si gira in tre, quattro giorni al massimo. Se non avete prenotato in periferia potrete sicuramente raggiungere il vostro hotel a piedi in pochi minuti. Gli autobus costicchiano ma ci sono i biglietti giornalieri che sono molto più convenienti delle corse singole. Potete acquistarli alle macchinette o ai chioschetti della 7 eleven.

Il centro racchiude diversi tesori: la Galleria Nazionale, il Munch Museum, il Palazzo Reale, il Palazzo del Municipio dove consegnano i premi Nobel.

A proposito dell'Urlo: sappiate che ci sono in giro diverse copie ma che la prima, considerata dunque la più originale tra tutte, è conservata alla Galleria Nazionale insieme ad altri capolavori più o meno conosciuti dell'artista.

Altra informazione utile: il Municipio di Oslo ospita il noto salone in cui ogni anno viene organizzata la celebrazione di consegna dei Nobel. La visita è gratuita e libera, non soltanto al pian terreno ma anche a quello superiore che ospita camere di rappresentanza arredate, dipinti e pezzi d'arte di notevole importanza. Nel pomeriggio invece c'è una visita guidata alla torre dell'orologio e al suo carillon.

A pochi minuti fuori dal centro, collegati con l'autobus numero 30 ( fermata in centro presso il Teatro Nazionale) si trovano invece il Norsk Folkemuseum, il Kon Tiki Museum e il Museo delle Navi vichinghe .

Il biglietto di quest'ultimo consente l'ingresso, nell'arco di 48 ore, al Museo di Storia che è davvero molto interessante.

L'Oslo pass offre sconti o entrate gratuite a diversi siti ma personalmente non lo abbiamo acquistato perché non lo ritenevamo conveniente per le nostre esigenze. I costi dei biglietti alle singole attrazioni non sono eccessivi e non superano i 10 euro

  • 56013 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social