Ma che bel castello (di Toscana)

Un tour d’altri tempi alla scoperta degli antichi borghi della Valle del Serchio: da Castiglione di Garfagnana a Castelnuovo, passando per Coreglia Antelminelli e Barga

 

Ecco un viaggio itinerante da fare tutto d’un fiato in un angolo della Toscana, tra le Alpi Apuane e l’Appennino tosco-emiliano in cui scorre il Serchio, terra d’adozione di Giovanni Pascoli e contesa, negli anni, tra romani, longobardi, guelfi e ghibellini, la Repubblica di Lucca e quella di Pisa, il Ducato di Modena, Firenze e i Visconti. Piccoli borghi immersi nella storia, nell’arte e nella cultura che, proprio a causa di antiche e storiche contese, si sono fortificati erigendo mura, castelli e torrioni… tutti da vedere.

CASTIGLIONE, LA CITTÀ FORTEZZA

Per questo viaggio tra i castelli del lucchese si parte da una vera e propria città fortezza, Castiglione di Garfagnana, il cui castello ricoprì un ruolo importante nella Valle del Serchio perché consentiva di controllare la via di comunicazione che collegava, fin da tempi remoti, la Valle del Serchio con il Nord Italia attraverso l’Emilia. Si tratta di un borgo delimitato da cinta murarie che nasce proprio intorno a una rocca munita di tre torrioni. Quest’ultima è di proprietà privata, ma può essere visitata accompagnati da guide. Una volta arrivati nel borgo conviene lasciare l’auto nel parcheggio vicino alla Porta Nuova e iniziare la visita oltrepassando questa via d’ingresso al borgo. Salendo a destra si può costeggiare uno dei tratti di mura meglio conservati della fortificazione, dove si possono incontrare ancora due feritoie. Un secondo accesso è la Porta del Ponte, che immette direttamente in Piazza Vittorio Emanuele II, la piazza principale. Qui si fanno largo il Palazzo del Parlamento (1509), sede del Municipio e il Palazzo Nobili. Sulla via principale si possono ammirare gli antichi palazzi e la Chiesa di San Michele, caratterizzata da una facciata in pietra grigia, marmo rosso e bianco. Gli interni custodiscono la Madonna col Bambino di Giuliano di Simone, testimonianza della pittura lucchese del Trecento. Passeggiando lungo le mura si arriva, infine, alla Chiesa di San Pietro, una struttura imponente con tre torrioni, il più grande dei quali è il mastio. L’altro ingresso si trova sul lato opposto, tramite la Porta Inferi, oltrepassata la quale ci si ritrova nel Parco della Rimembranza e subito dopo, davanti al Torrione della Brunella, il più imponente della cinta muraria. Imperdibile la vista che dà sulla valle e sulle Alpi Apuane, per godersi al meglio la quale è d’obbligo salire sul torrione. Dalla cima si ammira un panorama semplicemente splendido. Prima di riprendere la strada per continuare il viaggio alla scoperta degli altri borghi, vale la pena fare rotta verso San Romano, per visitare la Fortezza delle Verrucole. Sulla strada del ritorno conviene fermarsi in una delle tante lo­cande per gustare il piatto tipico locale: polenta di castagne accompagnata con ossi di maiale bolliti.

ROCCA AL CENTRO

Percorrendo la strada in direzione Sud si incontra il capoluogo della Garfagnana, Castelnuovo. Il suo simbolo è la maestosa rocca risalente all’XI secolo, intorno alla quale si è poi sviluppato il complesso fortificato che oggi domina il centro storico. Dal fulcro del borgo, Piazza Umberto I, si diramano le vie che conducono ai monumenti storici tra cui la Rocca Ariostesca e il Duomo dedicato ai santi Pietro e Paolo. La rocca oggi ospita gli uffici comunali, l’archivio storico e il Museo Archeologico del Ter­ritorio della Garfagnana dove si possono ammirare i reperti archeologici provenienti dall’alta valle del Serchio. Continuando la visita si arriva al Duomo, in­titolato ai SS Pietro e Paolo, la cui facciata rinascimentale si caratterizza per la sua struttura a tre portali, con quattro lesene che sostengono un frontone. Al suo interno ci sono la Madonna dei Santi, tela attribuita a Michele di Rodolfo del Ghirlandaio, e la Pala di San Giuseppe, una terracotta robbiana alla cui base si notano gli stemmi della comunità di Castelnuovo

  • 4414 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. danielreuther
    , 29/10/2016 20:30
    bellissimo! noi stiamo andando a fare una vacanza nel wellness resort alto adige www.stroblhof.com se si trova per strada passo per visitarlo!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social