Tokyo Love

Viaggio nella capitale giapponese!

  • di aralenorimaki
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Viaggio a Tokyo... Il sogno di una vita! Tokyo è tecnologia, Tokyo è cultura, Tokyo è viva... Viva come solo una grande città sa essere. 10 giorni immersi in un mondo completamente nuovo, dove tutto scorre veloce, la gente cammina a passo spedito e un gaijin si sente completamente straniato! Ma questa impressione scompare non appena vi renderete conto di quante cose fantastiche ci siano attorno a voi. Seguite le seguenti istruzioni:

1.Fermatevi per un istante, ovunque vi troviate. 2.Chiudete gli occhi. 3.Inspirate. 4.Riapriteli. 5.SIETE A TOKYO!!!! Non è una sensazione unica??

Ed ora, ecco a voi il diario di viaggio di chi in Giappone ci ha lasciato il cuore (e ce lo aveva già spedito ancora prima di partire...). Spero che vi possa essere utile e che lo leggerete con piacere.

***Day 1 - IL VOLO

Partenza ore 10:55 da Milano con la SAS (Scandinavian Airlines - ottima compagnia, aerei comodissimi, consigliata), scalo a Copenhagen, arrivo a Tokyo alle 9:35 del giorno dopo. All'aeroporto di Narita prendiamo un autobus gratuito (ora purtroppo non esiste più, ma troverete il comodissimo ed economico Limousine Bus che vi porterà in centro città) che ci porta fino a Shinjuku nel giro di un'ora e mezza. L'autobus ci lascia davanti alla stazione del treno, anche se noi, talmente stanchi ed emozionati, non ce ne rendiamo quasi conto e dobbiamo chiedere informazioni ai passanti!

Il primo impatto con i treni è traumatico: non capiamo dove dobbiamo andare e chiediamo a chiunque passi se riesce a indicarci la strada giusta! "Colpa" della moltitudine di linee che ci sono a Tokyo e che effettivamente fanno venire un po' di confusione a chi arriva lì la prima volta. Comunque, una volta capito come funziona, il sistema è più semplice di quanto sembri. °CONSIGLIO 1: stampatevi in anticipo una mappa delle linee metropolitane di Tokyo, possibilmente con scritte sia in Kanji che in Inglese, così quando chiederete informazioni i giapponesi capiranno più facilmente dove volete andare. °CONSIGLIO 2: una volta stampata la mappa, segnatevi il tragitto dall'aeroporto al vostro albergo. Per farlo potete utilizzare l'utilissimo sito www.hyperdia.com: cliccate su "English" in alto a sinistra e inserite stazione di partenza e stazione di arrivo, lui calcolerà la strada più breve e vi dirà anche il prezzo.

Arriviamo al nostro alloggio, il Ryokan Kangetsu, una locanda tipica che si trova nella periferia di Tokyo, vicino alla fermata Chidori-cho sulla Keihin-tohoku Line e, appena arriviamo in camera, cadiamo in un sonno profondo... Ma ci imponiamo una sveglia per l'ora di cena, in modo da adattarci il prima possibile al fuso orario. Ci svegliamo, quindi, con fatica (!) alle 20.30 e facciamo un giretto nella nostra zona per cercare un posto per mangiare: troviamo un locale dove si preparano bento di sushi, così ci prendiamo subito due vassoi di prelibatezze, che però andiamo a mangiare in camera. Forse sapete già che in Giappone non è d'uso comune mangiare il cibo per strada... Non che non possiate farlo, ma verrete guardati con un po' di stupore! Il rischio è che qualcuno vi prenda però per maleducati, quindi, onde evitare, meglio mangiare in un luogo chiuso o, piuttosto, nascosti in un angolino!

L'albergo: il Ryokan Kangetsu è un ryokan molto carino in stile giapponese, situato in un quartiere tranquillissimo. All'entrata c'è un piccolo stagnetto con un ponticello che dovrete attraversare per arrivare alla FURONTO (reception); in più ci sono due salette dotate di sedie massaggianti (una delizia quando si arriva la sera stanchi!), 4 postazioni internet gratuite, lettore DVD con una piccola scelta di DVD inglesi e giapponesi, 2 lettori CD, libri, TV, quotidiani e riviste. E' anche disponibile una lavanderia a gettoni. Oltre ai bagni personali, il Ryokan Kangetsu ha 3 onsen, ossia le tipiche vasche con acqua calda, di cui una all'aperto, suddivise per sesso: da provare assolutamente almeno una volta, per capire parte della cultura nipponica, in quanto il bagno è un vero e proprio rito quotidiano per i giapponesi

Annunci Google
  • 8035 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. g.bonnet
    , 30/1/2011 16:15
    Cioa! Credo che abbiate vissuto una bellissima vacanza che siete riusciti bene a rendere a parole. Molto apprezzabile il fatto che date notizie ed info concrete, utilissimi a chi vuole organizzare un viaggio simile al vostro. Ho letto con piacere quanto avete scritto e postato. Complimenti e saluti!!!!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social