La Thailandia da sud a nord

Anche noi, letti i bellissimi racconti di turisti per caso, abbiamo deciso di trascorrere le vacanze di Natale al caldo, in Thailandia. Sergio e Chiara stilano un probabile piano di viaggio: Bangkok, Koh Samui, Koh Pangan, Chiang mai. Itinerario sconvolto ...

  • di Chiara Clemente
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Anche noi, letti i bellissimi racconti di turisti per caso, abbiamo deciso di trascorrere le vacanze di Natale al caldo, in Thailandia.

Sergio e Chiara stilano un probabile piano di viaggio: Bangkok, Koh Samui, Koh Pangan, Chiang mai.

Itinerario sconvolto dalle piogge a Samui.

Partiamo con ordine.

Arrivo a Bangkok il giorno 27 dicembre, volo Lufthansa da Monaco, si passa da 1 grado di Monaco a 32 di Bangkok.

L’arrivo è stato abbastanza traumatico; per raggiungere il nostro hotel, Twin Towers che consigliamo di prenotare attraverso il sito dell’albergo con la promozione web, abbiamo optato per il trenino. La scelta si è rivelata economica e soprattutto veloce visto il traffico della città; tuttavia bisogna essere preparati a scenari non proprio piacevoli, infatti si passa attraverso le sterminate baraccopoli del sobborgo della città che non danno un’idea proprio rassicurante del posto.

Arrivati in hotel, bello, grande e pulito, via alla volta di Pat Pong e cena al Silom Village.

La mattina seguente, sotto un sole cocente, visita al Gran Palace e al Wat Po, assolutamente da non perdere.

Per spostarci dall’altra parte della città saliamo sugli affollatissimi battelli che permettono veloci spostamenti sul fiume. Dal fiume si scorgono i grandi alberghi che affacciano sul River e le diverse e mai poche baraccopoli.

Pranzo al ristorante della Jim Thompson House, consigliamo la visita alla splendida casa e una puntatina al ristorante, aperto solo fino alle 17.00.

Giorno 29 partenza alla volta del mare: Bangkok Airways per Samui! Unico resort libero Seascape, orribile e assolutamente da scartare. Oltre ad essere molto caro si è rivelato uno dei peggiori.

Abbiamo girato l’isola, ricca di verde e di natura, anche se ormai preda di cantieri per ogni genere di resort.

Cena italiana ottima al ristorante Via Vai, in Chaweng, da non perdere.

Per cenare sulla spiaggia bello e economico, è il Relax Resort, dove abbiamo mangiato il pesce più buono dell’isola stesi su lettini a lume di candela! Visita al parco nazionale marino. Da ricordare solo il lago di smeraldo sulla montagna, ma la visita al parco, per chi ha pochi giorni, non è altamente consigliata.

Dopo un bellissimo capodanno sulla spiaggia tra fuochi, lanterne e balli di ogni genere partiamo per Chiang Mai, causa pioggia.

Abbiamo viaggiato con una compagnia low cost davvero efficiente, nuova ed estremamente economica, la NokAir. Bangkok- Chiang Mai solo 22€ con aerei nuovi e grandi, tickets acquistati via internet.

Chiang Mai in assoluto è il posto che ci ha maggiormente affascinato. Bellissima cittadina dove si respira la vera aria di Thailandia, pulita, ricca di storia e di tradizione.

Lì, con il nostro scooter abbiamo visitato ogni angolo nascosto della città! Consigliamo di andare a Chiang mai durante il week end, il sabato infatti si svolge, nella città vecchia, il più bel mercato notturno che si sia mai visto in Thailandia. Vero artigianato Thai, molto poco turistico e con prezzi che sono 5/6 volte più bassi di quelli che si trovano nel Night Bazar Permanente, ormai turistico e ‘globalizzato’.

Da visitare il tempio sulla montagna, Doi Sutep, lo zoo, per vedere i panda, alcuni templi all’interno delle mura, e i tanti, innumerevoli mercatini in giro per la città.

Esperienza indimenticabile per me, meno per Sergio, è stato il corso di cucina tailandese, alla Chiang Mai Cookery School, la migliore e la più famosa scuola di cucina Thai riportata su ogni guida.

Una giornata trascorsa facendo la spesa al mercato, assistendo a lezioni di cucina e cucinando il classico menu Thailandese, il tutto per 20€! Imperdibile a Chiang Mai, è il ristorante Huen Pen ; ottima la cucina thailandese, economico come mai nessun altro e soprattutto bellissimo. E’ difficile da descrivere l’atmosfera che c’è in questo piccolo posto fuori dal mondo, pieno di mobili di ogni stile, candele, fiori e piante tropicali, DA NON PERDERE! Anche noi abbiamo optato per la gita al parco degli elefanti e al villaggio delle donne giraffa, in verità meno economico di quello che ci aspettavamo, ma il trekking sull’elefante e lo spettacolo sono molto divertenti

  • 1319 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social