Thailandia e Cambogia 07-2005

Viaggio Thailandia - Cambogia 2005 Vi propongo il mio viaggio in Thailandia e Cambogia di luglio 2005. Per semplicità mi limiterò a descriverne le varie tappe rendendone dunque la lettura più piacevole. Avendo solamente due settimane ho cercato di ottimizzare ...

  • di Alessio Montanari
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Viaggio Thailandia - Cambogia 2005 Vi propongo il mio viaggio in Thailandia e Cambogia di luglio 2005. Per semplicità mi limiterò a descriverne le varie tappe rendendone dunque la lettura più piacevole.

Avendo solamente due settimane ho cercato di ottimizzare il più possibile il tempo optando per il seguente itinerario: Thailandia: Bangkok – Chiang Mai – Chiang Rai – Mae Sai (Tachilek) – Chiang Sean, Chiang Khong – Lampang – Ayuthaya Cambogia: Siem Reap – Angkor Partenza dall’aeroporto di Bologna (il più vicino considerando che abito a Ferrara) con scalo a Francoforte e arrivo a Bangkok con volo della Thai. Volo puntuale, ottimo servizio! L’aeroporto di Bangkok dista circa a 30 km dalla città. Non avendo prenotato alcun albergo ho deciso di provare a cercare una sistemazione nei pressi di Siam Square. All’arrivo in una grande città caotica e calda e dopo un volo aereo di parecchie ore l’impatto non è mai molto piacevole. Per raggiungere Siam Square ho optato per l’autobus (la fermata è molto vicino all’uscita dall’aeroporto) sorpreso che in una così grande città non ci fosse un servizio di trasporti efficiente per raggiungere il centro. L’alternativa è il taxi (350 bth)...Ricordatevi sempre di far usare al tassista il tassametro (anche se obbligatorio spesso i tassisti cercano di alzare un po’ le tariffe lasciando il tassametro spento). Grazie all’aiuto della guida Lonely Planet ho trovato rapidamente una camera di albergo a 1000 bth vicino al Reno Hotel. Arrivato presto di mattina dopo un paio d’ore di riposo ho raggiunto la stazione centrale di Bangkok dove ho prenotato il treno notturno II classe per Chiang Mai. Si tratta di una linea sempre affollata (soprattutto di notte) per questo consiglio di prenotare almeno con 4-5 giorni di anticipo, meglio ancora una settimana. Posso comunque assicurare che la II classe è più che dignitosa: cuccette spaziose e pulite!!Molto meglio dei quelle italiane. La principale differenza fra la I e la II classe è che nella II sono assenti gli scomparti e dunque a scanso di spiacevoli sorprese è meglio assicurare lo zaino nella cuccetta. Ad ogni modo la prenotazione è semplice e non crea alcuna difficoltà. Il personale parla un corretto inglese e il servizio risulta molto efficiente. Lasciata la stazione ho effettuato un rapido giro della città cercando di ambientarmi...Tengo a sottolineare che Bangkok è di notevoli dimensioni e l’assenza della metropolitana rende gli spostamenti assai difficoltosi! Il taxi risulta comodo, non si respira lo smog e si sta al fresco però rimane facilmente bloccato nel traffico cittadino e rende gli spostamenti abbastanza lenti soprattutto nelle ore di punta. Per spostarmi ho dunque spesso optato per il tuk tuk molto veloce, abbastanza economico anche se non lo ritengo un mezzo molto sicuro considerando che sfreccia molto velocemente facendo spesso lo slalom fra le macchine imbottigliate nel traffico. E’ comunque importate se si decide di spostarsi in tuk tuk contrattare sempre prima il prezzo.. Spesso gli autisti cercano di raddoppiare o anche triplicare le normali tariffe...50-60 bth è una cifra accettabile per percorsi non eccessivamente lunghi...Trovare un tuk tuk non è molto difficile, anzi frequentemente gli autisti accostano offrendosi di portarti alla tua destinazione. A circa 500 m dalla stazione si trova il Wat Traimit, dove è possibile ammirare una delle meraviglie nascoste della città. Il tempio non è molto in vista e risulta isolato dai classici percorsi turistici cittadini. Il piccolo edificio cela un Buddha d’oro massiccio (3 m di altezza, 5,5 ton)...Stupito dallo scintillio dell’oro resto come abbagliato. Considerando la ridotta distanza dalla stazione Hualamphong è possibile dunque raggiungere il Wat a piedi in una decina di minuti... e posso assicurare che ne vale la pena! Nel pomeriggio ho raggiunto il Grand Palace e ho sfruttato il breve tempo a disposizione per una passeggiata nel Sanam Luang (Campo reale) area verde nei pressi del Grand Palace. Ho raggiunto poi il Democracy monument prima di rientrare in albergo

  • 1377 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social