Thailandia per turisti fai da te

Il nostro viaggio tra Bangkok, Ayutthaya, Chiang Mai e Phuket, con tanti piccoli consigli utili

  • di Coti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Tutto è stato deciso il primo giorno del 2017 quando, in un momento di “entusiasmo da capodanno”, prenotiamo il nostro volo per la Thailandia. Un viaggio a tappe che desideravamo fare da un po’ di tempo e che ci porterà a Bangkok, Ayutthaya, poi con un treno notturno raggiungeremo Chiang Mai, nel nord del Paese, per terminare con qualche giorno di relax al mare, a Phuket (trasferimento Chiang Mai->Phuket con volo Thai Smile).

Giorno 1 e 2: Viaggio e Bangkok

Partiamo prima dell’alba da Verona, sabato 28 gennaio 2017, per raggiungere l’aeroporto di Malpensa da cui alle 10.10 decollerà, in perfetto orario, il nostro volo Emirates con destinazione Thailandia. Uno scalo a Dubai e, finalmente, circa 16 ore dopo, arriviamo al Suvarnabhumi Airport di Bangkok.

All’aeroporto attiviamo un sim card Happy Travel con validità 15 giorni, di una compagnia telefonica locale (molte le offerte tra cui scegliere a buoni prezzi), ci tornerà utilissima per google maps che ci aiuterà a non perderci durante i nostri spostamenti.

Scendiamo di due piani e prendiamo il comodo ed efficiente treno dell’Airport Rail Link/City Line (ottime le indicazioni in Aeroporto) che in circa 20 minuti (in taxi serve oltre un’ora) ci porta in città, alla stazione di Makkasan, da cui con un Taxi Meter raggiungiamo per pochi baht il nostro albergo a Sukhumvit, vivace quartiere nel cuore della città. (Cercate sempre di prendere i taxi ufficiali, i Taxi Meter appunto, più affidabili ed economici, a patto che accendano sempre il tassametro, se non lo fanno insistente: «Put the meter, please!»).

Alloggeremo per 4 notti al Grand Swiss Sukhumvit Hotel, ottima scelta sia per la qualità dell’albergo sia per la posizione, a due passi dalla fermata “Nana” dello Sky Train (BTS – linea metropolitana sopraelevata attiva tutti i giorni dalle 5 a mezzanotte) e della stazione “Sukhumvit” della metropolitana (MRT – classica metropolitana sotterranea attiva tutti i giorni dalle 6 a mezzanotte). Entrambe le linee sono nuove ed efficienti, ma la rete è limitata alla parte “nuova” di Bangkok. (N.B.: conviene fare il singolo biglietto per tratta e non abbonamenti giornalieri o settimanali. Preparatevi all’aria condizionata esagerata che troverete nelle carrozze dei mezzi pubblici e un po’ ovunque in città).

Arrivati all’hotel, la nostra camera non è ancora pronta. Ci dirigiamo, quindi, verso il Parco Lumphini (fermata Lumphini della linea MRT o fermata Sala Daeng della metro sopraelevata BTS) un grande polmone verde della città, famoso per la presenza di varani (che però noi non abbiamo visto). Il parco è curato e particolarmente vivo in una calda domenica mattina, animato dall’annuale Festival del turismo. Banchetti con prodotti tipici e musica accompagnano la nostra passeggiata. Ma la stanchezza ha la meglio e ci appisoliamo in riva ad un laghetto.

Finalmente è l’ora del check-in. Torniamo in albergo, dove una bella doccia ristoratrice ci rimette in forze, pronti per il mitico mercato del fine settimana: il Chatuchak Market (Tutti i fine settimana dalle 9 alle 18. A nord della città. Fermata Mo Chit del BTS oppure fermata Chatuchak Park del MRT). Se siete a Bangkok nel weekend, non perdetelo! È considerato il mercato più grande di tutto l’Oriente e quando vi ci troverete, non stenterete a crederlo. Un reticolo di vicoli coperti e scoperti: ci si trova immersi tra le bancarelle che vendono qualsiasi cosa. Una giostra di colori e profumi entusiasmante. Un ottimo inizio di vacanza. Qui affrontiamo per la prima volta la cucina Thai: una piacevole esperienza. (Tranne che in qualche raro caso, per tutta la vacanza abbiamo mangiato nelle centinaia di bancarelle con tavolini che si trovano in ogni strada e che offrono un’ottima ed economica cucina locale, con circa 3 € a testa, a pasto, mangerete bene e in quantità. Mai avuto problemi con questo cibo, fate solo sempre attenzione alle bevande. Devono sempre essere sigillate e state alla larga dal latte e dal ghiaccio - specificate sempre «No ice», altrimenti lo mettono in automatico. Anche per lavarvi i denti usate sempre e solo l’acqua in bottiglia, a tale scopo tutti gli alberghi vi offriranno una bottiglia d’acqua da mezzo litro, al giorno, per persona). Si fa sera e ci ritiriamo a dormire. Sono praticamente 27 ore che non tocchiamo un letto..

  • 37487 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social