THAILANDIA: Terra del sorriso (1a parte)

Quest'anno insieme a mia moglie abbiamo deciso di orientare le ns. Vacanze verso l'estremo oriente, ed esattamente verso la Thailandia. Partiti da Milano Malpensa con la compagnia THAI, abbiamo vissuto un viaggio rilassante, con il rispetto totale degli orari sia ...

  • di Andrea Facino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Quest'anno insieme a mia moglie abbiamo deciso di orientare le ns. Vacanze verso l'estremo oriente, ed esattamente verso la Thailandia.

Partiti da Milano Malpensa con la compagnia THAI, abbiamo vissuto un viaggio rilassante, con il rispetto totale degli orari sia in partenza che all' arrivo.

Arrivati a Bangkok, la prima cosa di cui siamo rimasti colpiti appena usciti dall'Aereoporto è stata la temperatura, ore 07.30 del mattino, 35 °C con un umidità pari al 80%. Consiglio per chi vuole raggiungere gli alberghi del centro, appenna usciti dallo stabile, svoltate a Sx ed incontrerete la linea di autubus pubblici n°: A1 , che Vi porterà per la modica cifra di 50 o 100Bath (1 Euro=50 Bath) a persona, verso il Vs. Albergo, qualsiasi sia la distanza dall'aereoporto.

Saliti sull'autobus in direzione dell'hotel, non potevamo non notare il traffico intenso, (Bangkok conta circa 10 milioni di abitanti), e l'inquinamento dell'aria, Roma Milano, in confronto sono paesini di campagna.

Cmq nessun problema, gli autisti thailandesi son tutti parenti di Schumacher. In mezzo al traffico sono veloci e pratici.

La citta di Bangkok è una citta frenetica, sembra che non dormano mai, c'è sempre vita , sia di giorno che di notte. Non voglio dilungarmi sul quali posti da sogno ho visto, perchè ho già letto l'esperienza dei ragazzi ritornati il 16/08/2005, e mia moglie ed io abbiamo vissuto le stesse emozioni, passando per gli stessi posti. Quello che vorrei trasferire ai posteri come mia esperienza personale, è come affrontare gli spostamenti tra i vari luoghi della città.

Se siete in coppia, i mezzi di trasporto sono svariati, ma i classici sono i TUK TUK (Motocarri tipo Ape Piaggio, + grossi) dove gli autisti definiscono prima di partire il prezzo del trasporto. Di solito le cifre si aggirano tra i 100 ÷ 200 Bath, di notte dopo le 22.00 i prezzi lievitano di poco (Es. 50 ÷ 100 Bath). Il prezzo può essere contrattato, con la capacità di far notare all'autista che le distanze da percorrere sono vicine (non dite mai che è la 1a volta che siete a Bangkok). Il TUK TUK è il mezzo di trasporto + originale, ma un tantino scomodo, considerando che si respira l'aria della strada, impregnata dell'odore dei fumi di scarico. Noi purtroppo abbiamo capito dopo 3 giorni su 4 di sosta in città, che i mezzi + economici erano i TAXI METER, poichè a differenza dell'Italia, i tassametri non contano il tempo impiegato, ma le distanze percorse. E a dire che anche la parola poteva farmi capire, per altro almeno sul Taxi Si respirava un'aria decisamente + pulita, se non altro per il contributo del condizionatore.

Tra i vari consigli pratici, consiglierei di partire dall'Italia tranquillamente con gli Euro, poichè sia a Bangkok che a Koh Samui, vi sono molti uffici di cambio, nei quali il il dollaro americano è scambiato a meno (1 US$= 40 Bath). Evitate di buttare via soldi di commissioni in Italia nel cambiare gli euro in Dollari americani.

Proseguiro domani la 2a parte

  • 175 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social