Thailandia, la terra della libertà

Basta davvero poco per amarla: passione, spirito di adattamento e di avventura

  • di MichiMara
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 10
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Scorre l’anno 2557 in quella che per definizione è la Terra della Libertà: la Thailandia.

La Terra degli elefanti, del Buddha, delle risaie e delle donne giraffa. Un tour in questi luoghi dove la religione la fa da padrona.

Trentuno ore di viaggio no stop ci separano da quello che ci si immagina essere un Piccolo Paradiso, il primo paradiso che incontriamo in quest’avventura composto da solo due parole: Koh Lipe. Isola di Lipe. Il gruppo di viaggio in partenza è composto inizialmente da 8 persone (7 quasi giovincelli + 1 donzella, la sottoscritta) per poi essere raggiunti, una settimana dopo la data della nostra partenza, da altri due avventurieri. La voglia di arrivare, scoprire, osservare ed amare questo Paese ed il suo popolo è talmente forte che rende incontenibile l’attesa. Con questo racconto di viaggio vorrei semplicemente essere un testimone e portatore di informazioni descrivendo, in maniera più oggettiva possibile, quella parte di Thailandia visitata.

Un viaggio tanto desiderato e sognato..ebbene si, la ricerca dei voli inizia a gennaio 2013 esattamente con un anticipo di 14 mesi rispetto alla data prevista di partenza, e si conclude a luglio con la prenotazione di un volo di linea con Thai Airways Milano Malpensa – Bangkok (A/R)e con voli interni, sempre con Thai, Bangkok - Hat Yai in andata e Phuket- Bangkok al ritorno. Il tutto per 880 euro a testa compreso di assicurazione annullamento.

Driiiiiiin Driiiiiiin

Ecco il primo rumore che segna l’inizio di una grande avventura… la sveglia risuona alle 05.30 di mattina e almeno per questa volta non inveisco contro di essa per aver suonato così presto!Scattanti come non mai io ed Ale ci alziamo e di corsa a preparare le ultime cose da mettere in valigia!

L’incontro con il resto della combriccola (Teo, Gardo, Saio, Pelo, Fagio, Il Mosca) è previsto alle ore 06.10 in quanto alle 06.49 sarebbe partito il treno dalla stazione di Cesena che ci avrebbe portato a Forlì, dove lì avremmo preso il freccia rossa direzione Milano Centrale. Dopo due ore di viaggio arriviamo in stazione a Milano dove ci aspetta la navetta per Malpensa (costo 10 euro a tratta a persona).

Sono le 11.10 del 20/02/2014 e siamo già in fila al check in per imbarcare i bagagli... passiamo il gate, la dogana e ci accomodiamo al dutyfree milanese.

Alle 13.05 è prevista la partenza con il Boeing 747-400 della Thai Airways. Il volo è stato tranquillo e il servizio offerto dalla compagnia davvero soddisfacente; alle 05.00 am. arriviamo a Bangkok (10 ore di volo, 1 ora in meno del previsto, + 6 ore di fuso) e dopo cinque ore di sala d’attesa ci imbarchiamo sul volo interno.

Arrivati ad Hat Yai, con un atterraggio di traverso e una frenata da guinnes dei primati (di solito non funziona così), saliamo su un taxi- pulmino in direzione porto di “Pak Bara” (l’entrata al porto costa 20 THB). Una volta a destinazione, scendiamo e una ventata bollente ci ha accolti, i jeans hanno rischiato lo scioglimento e le nostre narici sono state invase da odori locali molto speziati e prepotenti.

Alle 15.00 ci aspetta la speedboat per Koh Lipe. La piccola isola di Lipe dista 60 km dalla terraferma thailandese infatti dopo due ore di barca veloce si arriva su una chiatta posizionata non troppo distante dall’isola, lì sbarchiamo e con la long boat, una barca locale fatta di legno, tocchiamo riva. Mollate barbaramente le valige in spiaggia ci tuffiamo in mare per un rigenerante bagno... finalmente iniziano le nostre ferie!

21/22/23 FEBBRAIO: WELCOME TO KOH LIPE

“Welcome to Koh Lipe” è la prima frase scritta che ci accoglie sbarcando su quest’ isola.. e non avremmo potuto sperare in un saluto di benvenuto migliore

  • 13600 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social