Sotto la pioggia, sulle tracce dell'Illuminato

Sotto la pioggia, a cento wat, sulle tracce dell’Illuminato... Il programma di viaggio di quest’anno, prevedeva un viaggio in Asia, per colmare una colpevole lacuna, riguardo le culture d’Oriente. La scelta della Thailandia è nata dopo un’analisi tra costi e ...

  • di marçio 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Sotto la pioggia, a cento wat, sulle tracce dell’Illuminato...

Il programma di viaggio di quest’anno, prevedeva un viaggio in Asia, per colmare una colpevole lacuna, riguardo le culture d’Oriente. La scelta della Thailandia è nata dopo un’analisi tra costi e fattibilità degli itinerari ritenuti indispensabili, ed in più per la riflessione sulla visita di una nazione che avesse abbracciato la filosofia buddista (icona del pensiero orientale) come religione ufficiale di stato.

Gli spostamenti preventivati invece, sul programma di massima, ritenevamo di subordinarli alla presa visione dello stato della viabilità e dell’efficienza della rete stradale e dei trasporti in genere ed alle condizioni climatiche, ahimè non previste delle migliori in un paese caratterizzato da pioggie monsoniche e da un tasso elevatissimo di umidità, proprio nel mese da noi eletto per il nostro tour, ovvero Settembre.

Faccio un passo avanti per chiarire l’itinerario del nostro viaggio: il tour realizzato (con qualche rilevante variazione sul programma di massima previsto), ci ha visto pernottare quattro notti in Thailandia del Nord a Chiang Mai (con escursioni a Lamphun-Lampang, a Chang Dao e sul Doi Suthep), per tre notti a Koh Chang in zona Kae Bae (con escursioni nel parco nazionale presso la cascata di Khlong Plu e all’isoletta di Koh Yuak) e per sei notti a Bangkok (con escursioni ad Ayuthaya ed in barca sul Chao Phraya al mercato galleggiante di Tailing Chan). Riguardo al bilancio spese, siamo andati in maniera ottimale, in linea con le premesse di una nazione dai bassi costi, difatti a parte il costo dell’aereo, prenotato due mesi prima per un importo di € 740 a testa, con la China Airlines (Roma-Bangkok-Roma), il bilancio dei 13 giorni effettivi in terra Thai è molto esiguo (per la voce uscite...), difatti ho rilevato costi totali per vitto ed alloggi per circa 320 € in due e spese di trasporti interni (aereo Bangkok-Chiang Mai A.R., auto a nolo con driver Chiang Mai-Lampang, taxi Bangkok-Trat con ritorno in autobus, treno per Ayuthaya e ritorno in bus e taxi ecc.) per un totale complessivo di € 400 circa! Lo studio dell’itinerario (con le varie possibili opzioni), dei posti imperdibili, l’infarinatura di base sul pensiero buddista, l’elenco degli alloggi consigliati e gli spunti gastronomici, e i dettagli sulla storia e sull’arte thai, era già in atto da circa tre mesi prima della partenza, tramite le prime informazioni raccolte su internet (tra racconti di viaggio ritenuti interessanti e l’immancabile Wikipedia), sul mio “mattone” enciclopedico “La storia delle grandi religioni”, e su guide e depliant cortesemente speditimi su mia richiesta dall’Ente Nazionale del Turismo Thailandese. Dopo la conferma ufficiale della data di partenza, abbiamo acquistato due guide, la Lonely Planet (ed. 2007, € 28), che si è rivelata, come al solito, ottima per le informazioni a carattere pratico, ma assai deficitaria per la correttezza e la completezza dei contenuti storico-artistici, e la White Star (ed. 2008, € 22,50), inglese ed in quanto inglese quasi antitesi dell’americana L.Planet! Provvedevamo inoltre alle vaccinazioni consigliate (ma non obbligatorie!), come l’antiepatite A-B, l’antitetanica e l’anti febbre tifoide, presso la nostra ASL di competenza, e procedevo anche alle veloci pratiche di rilascio della patente internazionale (tre gg. Presso la Motorizzazione, circa 40 Euro), nel caso una volta in viaggio si dovesse ritenere di noleggiare un’auto o una moto

  • 1208 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social