La Nazione che non dorme mai

Dunque, dopo quasi quattro mesi dal ritorno in Italia riesco a mettere giù due righe nella speranza di essere utili a qualche futuro turista per caso. Quindi, periodo indicato; tra novembre e dicembre Guida utilizzata per il viaggio: Lonely Planet: ...

  • di ester_piras
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dunque, dopo quasi quattro mesi dal ritorno in Italia riesco a mettere giù due righe nella speranza di essere utili a qualche futuro turista per caso.

Quindi, periodo indicato; tra novembre e dicembre Guida utilizzata per il viaggio: Lonely Planet: ( accertatevi che l’edizione sia quella recente, perché subito dopo lo tsunami ne è uscita una che ormai ha una funzionalità minima rispetto a tutte le cose che sono cambiate..) itinerario del viaggio: 1) Roma-Bangkok 700 euro a/r prenotato con la Thai 5 mesi prima con lista d'attesa di sole tre settimane per la tariffa economica presso un’agenzia partner delle Thai.

2) Bangock Chang Mai (aereo di linea appena arrivati 40E ) 6 gg 3) Chang Mai- Pucket ( aereo 40E) ( abbiamo dovuto fare Chang Mai Bgk, Bgk Puket perché nn c’era niente di libero sul volo diretto...Forse in questi casi prenotare sarebbe stato meglio...Quindi chi sa già in anticipo quanto starà è meglio che si muova in anticipo.) 4) Pucket – Ko Phi Phi ( traghetto, 12E cn notte a Pattong)1 gg 5) Ko Phi Phi –Ko Lanta ( traghetto 10/12 E)6 gg a Ko Phi Phi 4 a Lanta 6) Ko Lanta- Bgkok ( aereo 40E) 7) Bangkok Roma (aereo) 5 gg a Bangkok Thailandia in pillole: Miti da sfatare: L’acqua, i primi gg abbiamo lavato i denti cn acqua da bere terrorizzati da eventuali dissenterie...In realtà il pericolo di acqua contaminata c’è sulle isole e neanche più di tanto, io e il mio compagno dopo il terzo gg abbiamo addirittura preso cocktail e frullati cn ghiaccio senza alcun tipo di problema..Neanche una leggera nausea...Consiglio, il primo giorno la proprietari del bed and breakfast di Chang Mai mi ha consigliato di prendermi un flaconcino di fermenti lattici ( tipo il nostro actimel, si vende in qualsiasi bar o seven eleven aperti 24 su 24 e costa 10centesimi, io ne ho preso uno per tutti i venti gg e credo che in parte sia stato merito suo il mio stare così bene..) Cibi: La Thailandia nn dorme mai, idem è per il cibo, a qualsiasi ora del gg e della notte potete sfiziarvi con ogni genere di cibaria salato, dolce e nn indentificato..., nn esiste differenza tra pasti..Colazione, pranzo, merenda, cena e spuntino...Si mangia sempre di tutto, dalla carne, al pesce a simpatiche omelette cotte sul momento per voi in meravigliose foglie di banano cotte sulla griglia, il tutto quasi rigorosamente per strada in banchetti di fortuna allestiti qua e la ( in thailandia si usa proprio mangiare per strada, il rapporto die thai con il cibo è uan delle cose che mi è rimasta più impressa)...Il cibo è buono anche se all’apparenza il vedere queste banchetti volanti e fatiscenti nn scatena proprio l’appetito, cmq, nel scegliere e assaporare questi nuovi sapori orientali tenete conto che tra le spezie più utilizzate ci sono Ginger e Citronella, quindi siate pronti a mangiarvi cibi che hanno il sapore dell’autan contro le amiche zanzare...Soprattutto ricordatevi di specificare per le pietanze piccanti che le volete bau bau, ovvero nn troppo piccanti..Ma siate pronti a vedervi portare anche l’opposto di ciò che avete ordinato perché la comunicazione anche se in inglese nn è proprio il loro forte.( magari nelle isole è più facile, ma nn è scontato) Consiglio: prima di partire individuate il ristorante Thai più vicino e più fedele alla cultura come cucina, andate lì e ordinate cibi chiedendone spiegazione nei minimi dettagli ai camerieri , meglio se proprio thai, così inzierete per lo meno a sapere cosa vi piace, o forse meglio cosa nn vi piace, ma niente paura, nn si può morire di fame in Thailandia cn pochissimi sforzi potete trovare assaggi di cucina italiana o occidentale!) Insetti: Senza che partiate muniti di chissà quale arma contro gli insetti, lì potete trovare a 1/5 del prezzo occidentale tutto ciò di cui avete bisogno, anche lo spry antizanzare che, soprattutto nelle isole o nella giungla dovete spruzzarvi continuamente per nn essere vittima di orge di zanzare...( ah, quanto detto per lo spry antizanzare vale anche per tutti i prodotti igenici, tipo shampo, balsamo borotalco...Lì hanno tutto a prezzi ridicoli e soprattutto hanno le confezioni da viaggio così sono più leggere da trasportare e velocemente utilizzabili.) Shopping: Si, la Thailandia è sul serio patria di shopping a prezzi bassi, ma va tutto negoziato. Un consiglio, se nn siete certi di voler acquistare un prodotto nn iniziate una trattativa perché se il venditore scende al prezzo da voi richiesto e poi nn acquistate il prodotto si infastidiscono sul serio..

  • 1665 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social