Thailandia: nozze zaino in spalla

Impressioni La Thailandia ha molto da offrire sia in termini di patrimonio storico sia per il patrimonio naturalistico; la gente è splendida anche se purtroppo la lingua rimane un limite per approfondire la conoscenza di questa terra, ma non per ...

  • di Nicola Artosi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Impressioni La Thailandia ha molto da offrire sia in termini di patrimonio storico sia per il patrimonio naturalistico; la gente è splendida anche se purtroppo la lingua rimane un limite per approfondire la conoscenza di questa terra, ma non per capire la disponibilità di questo popolo. Le condizioni di vita sono buone soprattutto rispetto ai paesi che la circondano, sia per la gente che vi vive sia per chi la visita... In poche parole ci si sente a casa senza troppi sacrifici.

LUNEDI' 17 E MARTEDI' 18 LUGLIO 2006 Partenza in treno alle 11.00 da Rovigo, bus a Venezia per l'aeroporto, decollo e arrivo a Frankfurt. 4 ore di attesa per il volo che ci porterà a Bangkok. L'aereo della Thai Airlines ci sorprende con gli interni dai colori sgargianti che rendono felice Valentina, un po' meno Nicola... Il pensiero degli acquisti di stoffe incombe fin dalla partenza! Andando ad Est il giorno si accorcia e la notte passa rapida. All'aeroporto cambiamo i soldi e ci dirigiamo verso la stazione dei treni che ci porterà direttamente ad Ayuthaya: capiamo subito che non sarà facile capirsi e a gesti acquistiamo il biglietto. Treno super puntuale di terza classe con ventilatori a soffitto ad allietare il caldo umido. Arriviamo ad Ayuthaya e ci dirigiamo al Krungsri River Hotel, lussuoso albergo con piscina e ogni comfort... Sarà l'unico pernottamento di alta categoria che ci concederemo ma non si poteva proprio iniziare un viaggio di nozze in modo diverso! Alla reception ci accolgono con splendidi sarong e noi con il nostro zaino e la maglietta già bagnata sfiguriamo un po' ma incuranti vediamo la stanza come fosse un albergo a due stelle e poi paghiamo. Dopo una doccia andiamo in centro in tuk-tuk per la prima visita della città e ceniamo al "29 steak" localino molto frequentato dai thailandesi con cibo thai doc! Rientriamo in hotel per concludere questa lunga due giorni...O meglio giorno e mezzo! MERCOLEDI' 19 luglio 2006 (oppure 2549!) Dopo l'abbondantissima colazione a buffet, noleggiamo 2 biciclette per 30 bath l'una e ci dirigiamo verso il centro della città: visitiamo il Wat Phra Si Sanphet con tre grandi chedi quintessenza dello stile di Ayuthaya e il Wat Mongkhon Bopit contenente un grande Buddha dorato. Alle 13.00 si scatena un temporale: ci rifugiamo sotto una tettoia. Alla ripartenza scopriamo che la bici di Nicola è forata e dopo un tentativo di rigonfiarla passiamo ad un pit-stop dal benzinaio. Con qualche aggiustamento artigianale ripariamo la bicicletta e riprendiamo la visita della città ammirando il Wat Na Phra Meru e lo splendido Wat Chai Wattanaram. La pioggia ci rallenta ma per le 18.00 riconsegniamo la bici nuovamente sgonfia... Facciamo finta di nulla e torniamo al nostro hotel. Cena ad un ristorantino galleggiante, spesa al "7 eleven", gelato e a letto.

GIOVEDI' 20 luglio 2006 Colazione sempre abbondante e poi usciamo a cambiare i soldi... L'hotel ci ha un po' prosciugati. Attraversiamo il fiume Chao Phrom Pier al costo di 2 bath (meno di 100 lire!), andiamo in banca e poi in stazione ad acquistare i biglietti per Phitsanulok. Partiamo puntualissimi alle 12.15 con un treno di seconda classe ma molto bello: l'aria condizionata si spreca e il servizio a bordo è come in aereo, con tanto di hostess che portano la colazione e il pranzo (riso con carne). Arrivati decidiamo di prendere un tuk-tuk per la stazione dei bus e lo facciamo insieme a due tedeschi e ad una americana...Viaggiamo stipati in sei su un ape car con 5 zaini infilati ovunque con l'autista che non riesce né a chiudere la porta né a cambiare le marce! Troviamo immediatamente il bus per Sukhothai che ci porta alla città nuova in un'ora e mezza. Sotto una leggera pioggia con un moto risciò facciamo il tour degli alberghi, fino ad arrivare ad uno splendido hotel in stile thai con piscina. Dopo una cena per gatti a base di riso e puzza di gamberetti (abolita la shrimp paste!) si va a letto

  • 920 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social