In giro per la Thailandia

1 Giorno: Partenza da Milano Malpensa, arrivo a Vienna aspettando la coincidenza per Bangkok. Finalmente si parte!!! 2 Giorno L’arrivo a Bangkok è abbastanza forte !!! Dopo una fila di più di un’ora per il controllo Passaporti ritroviamo i nostri ...

  • di TagikaBarbi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

1 Giorno: Partenza da Milano Malpensa, arrivo a Vienna aspettando la coincidenza per Bangkok. Finalmente si parte!!!

2 Giorno L’arrivo a Bangkok è abbastanza forte !!! Dopo una fila di più di un’ora per il controllo Passaporti ritroviamo i nostri bagagli , e usciamo per capire dove trovare la stazione dei treni. Usciti dopo due secondi scappiamo di nuovo all’interno... L’afa e l’umidità ci uccidono... Attraversiamo i tre terminal dall’interno , e arriviamo a la stazione ferroviaria.

Dopo aver comprato due biglietti per Ayuttaya 3 classe , a 22 bath totali ( circa 0.50 centesimi) siamo davvero fortunati perché il treno arriva immediatamente.

Inizia il viaggio... Arrivati sul treno la gentilezza delle persone ci sorprende. Ci aiutano a caricare i bagagli e trovare i nostri posti. Il controllore avvisa il passeggero davanti a noi di farci sapere quando arriverà la nostra fermata, anche se poi alla fine fa tutto lui, perché ad ogni fermata , ci avvisava quante ne mancavano alla meta finale.

Arrivati ad Ayuttaya lo sciame di Tuk Tuk ci assale, offrendoci ovviamente una sistemazione o un passaggio.

Arriviamo al nostro albergo Ayotaya hotel, e il fuso orario ormai si fa sentire, una doccia e crolliamo a letto. Ci svegliamo alle 8 e usciamo per cercare qualcosa da mangiare. La desolazione... il nulla tutto buio non un ristorante !!! Per fortuna troviamo un “chiosco” aperto con un cucinotto chiediamo del riso bianco con verdure e due Coca Cola. In un attimo ci servono e non è niente male, spesa è di 80 Bath , circa Euro 1.50.

3 Giorno: ci svegliamo ancora un po’ rintontiti colazione e via usciamo, nonostante la guida sconsigli l’affitto ad ore di un Tuk Tuk noi lo facciamo, e Mano il nostro autista ci porta in giro per il parco storico visitiamo infatti Wat Yai Chai Mongkhon, Wat Yai Chai Mongkhon, Wat Yai Chai , Wat Yai Chai Mongkhon, stone head . Alle 14 torniamo in albergo ci rilassiamo un po’ e ci facciamo un bagno in piscina. Per la sera decidiamo di andare a vedere un mercatino non troppo lontano dal nostro albergo e mangiamo al . Il menù è sempre lo stesso Riso fritto con verdure, noodel con verdure e pollo e papaia come dessert Birra e Coca totale 150 bath .

4 Giorno: il nostro amico Mano, ci aveva detto che per arrivare a Sukkothai è possibile anche con il pullman allora ci alziamo prestissimo e ci facciamo accompagnare alla stazione degli autobus.

Fortunatamente il Bus è in ritardo perciò riusciamo a fare i biglietti e prenderlo al volo.

Dopo 7 ore di viaggio e la cortesia dell’autista e aiuto autista che controllano costantemente i nostri bagagli ci avvisano che siamo arrivati a destinazione.

Qui non sappiamo bene che mezzo prendere per arrivare all’albergo prenotato il Paylins. Ci dicono di prendere l’autobus numero 5 ma bho dov’è... e intanto una coppia continua a farci vedere le foto di una Guest House e di occidentali neanche l’ombra. Dopo una dura trattativa ci facciamo accompagnare al nostro albergo per 100 bath .

Il posto è davvero rilassante, tranquillo, e la stanza è enorme.

Mangiamo con musica dal vivo e ci mettiamo a giocare a carte in giardino.

5 giorno: Si parte per il parco storico di Sukkothai. Il pulmino dell’albergo ci accompagna, ma decidiamo poi di tornare con “mezzi nostri”. L’autista ci porta immediatamente da un tuk tuk che ci chiede per visitare tutto il parco storico 600 bath per la giornata. Io volevo prendere le biciclette e dopo le controindicazioni della guida e aver convinto Giuseppe affittiamo due biciclette a 20 bath l’una. Alla fine della giornata conveniamo che è stata un’ottima scelta. Il parco è stupendo pieno di laghi e laghetti, stupa e wat. E’ grandissimo e fa un caldo umido infernale, ma girare in bicicletta ci da un senso di libertà assoluto. Nel parco niente macchine, niente traffico smog rumori... E’ davvero stupendo . Alle 5 decidiamo che è ora di andare, saliamo su un autobus pubblico tutto aperto sul retro e incontriamo due ragazzi italiani, che ci danno informazioni sul loro viaggio. Dopo aver pagato 20 bath a testa per tornare in albergo (più del doppio rispetto a quello chiesto dall’hotel) facciamo una mega doccia e poi ancora cena, musica e diritti a nanna... domani mattina si parte per Chang Mai.

6 Giorno: chiediamo in albergo gli orari dei bus per Chang Mai, il primo parte alle 9 buon orario. Decidiamo di uscire un po’ prima perché andiamo alla stazione degli autobus un po’ in anticipo arriviamo e una decina di signore con divisa ci attorniano e ci chiedono se andiamo a Chang Mai. Bisogna fare in fretta c’è un Autobus che passa alle 8.30 (che fortuna...). I viaggiatori praticamente tutti occidentali, con zaini e lonely planet alla mano.

Il viaggio dura un po’ meno ... solo 5 ore e mezza.

Arrivati contrattiamo un Tuk Tuk e ci facciamo portare alla North Pole Guest House. Molto carina con la piscina le camere sono pulite ma non sono il massimo!!!

Decidiamo di dedicare il pomeriggio al Relax ... Oil Massage. Proprio vicino alla Guest House c’è un centro massaggi, arriviamo e dopo 1 milione di inchini ci preparano una tisana (credo sia stata alla Citronella... ma non ne sono ancora sicura) e ci chiedono che massaggio vogliamo. Ci portano in queste stanze con luce soffusa , ventilatore e musica rilassante e inizia il massaggio. Un’ora di assoluto rilassamento. Finito il massaggio altra tisana e altro milione di inchini.

Decidiamo di bere un caffè Espresso... vero e ci buttiamo in una esatta copia di Starbucks, con gli stessi frappucci e Ice Coffee. Attendiamo fiduciosi le 19: inizia il Night Bazar. Dopo un primo inizio titubante, in quanto è immenso gigante con milioni di bancarelle iniziamo a comprare... magliette, pantaloncini, gonne , souvenir, portafoto di tutto... e la trattativa è dura davvero... con alcuni anche molto divertente. Si sa già quale sarà il prezzo finale, ma ci si diverte a dire è too expensive e i lose money.

Finiamo tutti i soldi ci rimangono solo 40 bath per il tuk tuk e dopo una lunga trattativa ( 80 bath , no 40 bath, 50 bath, no 40 Ok 40) torniamo in zona albergo e mangiamo in un ristorantino carino di fronte alla nostra Guest House , buonissimo tutto tranne i noodel in brodo.

7 Giorno: Questa mattina ci dedichiamo ai Templi!!! Visitiamo il Wat Chiang Man, Wat Suan Dok, Wat Phra Singh e incontriamo due ragazzi italiani conosciuti nell’autobus per Chang Mai. Dopo due risate e 4 chiacchiere con degli studenti tailandesi alle prime armi con l’inglese ci salutiamo promettendoci di rincontrarci a Samui.

Distrutti dal caldo decidiamo dopo aver visitato il wat ... di prendere un tuk tuk. Arriviamo in albergo e ci buttiamo, anzi mi butto (Giuseppe preferisce un pisolino pomeridiano) in piscina.

Ore 18 decidiamo di farci coccolare ancora da un massaggio!!! Io fortunatamente ritrovo la ragazza di ieri un angelo, Giuseppe un po’ meno fortunato trova una ragazza alle prime armi... Via di nuovo al Night Bazar e questa volta dopo tanti acquisti decidiamo di cenare lì. C’è uno spiazzale enorme con milioni di tavolini appartenenti a ristoranti diversi dove i proprietari ci chiamano per cenare da loro. Ci sediamo nel primo che capita e ordiniamo un sacco di roba, riso , pesce, involtini, noodel per una spesa di soli 300 bath! E inoltre assistiamo ad un combattimento simulato di box tailandese e uno spettacolo di danzatrici thai

  • 2050 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social