Koh Samui e la terra del sorriso

Thailandia Terra del sorriso KOH SAMUI Sawadii Khaa! E’ il loro saluto che sentirete pronunciare migliaia di volte al giorno! E sarà carino che anche voi rispondiate così… vi verrà proprio spontaneo dopo qualche giorno! I Thai sono un popolo ...

  • di Luna Lecci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Thailandia Terra del sorriso KOH SAMUI Sawadii Khaa! E’ il loro saluto che sentirete pronunciare migliaia di volte al giorno! E sarà carino che anche voi rispondiate così... vi verrà proprio spontaneo dopo qualche giorno! I Thai sono un popolo cortesissimo, educato e sempre molto sorridente! Godrete della bellezza della natura con tutte le sfumature dei più bei colori... il verde per il magnifico scenario che offrono la vegetazione, le cascate...I variopinti e profumatissimi fiori... per non parlare delle tante tonalità che regala il cristallino mare di Koh Samui, un’isola che definirei tranquilla/caotica, romantica e divertente... Beh, pronti ad aprire il cuore ed i polmoni? Godrete per la storia di questa gente, la religiosità, il rispetto per l’ambiente e per il prossimo... la dedizione ai vecchi lavori d’artigianato e a quelli “nuovi” come il turismo ... la cura per il corpo e per lo spirito... Sono stata a strettissimo contatto con gli amici animali... elefanti, scimmie... ai più variegati uccellini e volatili in genere... ai tanti insetti e singolari farfalle! Purtroppo la mano ingorda dell’uomo sta rovinando quei bei colori con costruzioni sfrenate e con invasioni di cartelli affittasi, vendesi, centro commerciale prossima apertura! Queste le mie sensazioni generali ma ora... andiamo un po’ sullo specifico Koh Samui.

AEROPORTO: L’aeroporto più simpatico, sfizioso ed accogliente che abbia mai visitato! C’è un courtesy corner dove potrete fare uno spuntino (dolce o salato) e bere qualcosa (di fresco o di caldo)... potrete leggere, sfogliare le riviste (in english) a disposizione o navigare su internet... prendere le mappe dell’isola e cartoline... ed il tutto sarà rigorosamente GRATIS! Incredibile vero? E dopo che vi sarete rimpinzati... appena preso l’aereo (un po’ piccolo ma coloratissimo!) delle simpatiche hostess vi delizieranno con altri spuntini... all’arrivo, poi, vi trasporteranno su dei minibus che sembrano quelli di un Luna Park... i rulli porta bagagli sono a portata di tutti e vedrete gli omini che caricano e scaricano sotto i vostri occhi le vostre valigie! CLIMA: Checché se ne dica... ho visitato Koh Samui, in compagnia del mio ragazzo, dal 16 al 22 marzo e siamo tornati due negretti! Il sole è sempre stato Leone, non c’erano molti turisti italiani (che comprano questa meta nei mesi estivi pagandoli il doppio) e si attaccava piacevolmente bottone con tanti altri europei ed americani.

CAMBIO. Non portate dollari (noi abbiamo perso tanti soldini nel cambiarli soprattutto perché li avevamo portati di piccolo taglio! Quelli di taglio più grande li cambiavano meglio) ma solo euro che potrete più convenientemente convertire presso le banche e gli uffici di cambio (non ovviamente presso la reception dell’albergo!)! Fatevi una copia del passaporto così non lo porterete in giro ma avrete un documento di riconoscimento sempre con voi. cibo. Vi consiglio di gustare tutti i sapori... i miscugli per noi impensabili (zuppa di pesce in un brodo di cocco piccante!), cibi che non abbiamo la cultura di mangiare come la squisita papera, il pesce crudo (una sorta di sushi)... (i grilli e gli insetti in genere, purtroppo, non ho avuto modo di assaggiarli ma... la tentazione era tanta!), ma che scoprirete deliziosi, sfiziosi...! Quanto spicy (piccantissimo!)! State attenti a specificare “poco spicy” altrimenti piangerete per tutta la durata del pasto! Il mio boy aveva il singhiozzo dal primo boccone! Per non avere brutte sorprese al momento del conto, quando cercherete il ristorantino... scegliete delle formule prezzo fisso o buffet, primo perché assaggerete tante specialità che altrimenti non avreste mai ordinato, secondo perché... quando abbiam preso calamari, gamberoni (assolutamente da provare!!)... o pesci esposti che venivano poi cucinati come richiedevamo (alla griglia o BBQ=barbeque come dicono loro!) erano da pagare al peso... e ci siamo poi accorti che non sapevamo mai quanto potevamo arrivare a pagare facendo i conti con il peso...! E’ pure vero che, alla fine, anche pagando tanto, non sono i prezzi italiani (con euro 15,00 a testa si mangia esageratamente!)! E i colori e le forme più stravaganti di tanta frutta che vedrete? Dovete assaggiare tutto (non abbiamo avuto modo di mangiare solo il famoso e puzzolente Durian)! Ne vale la pena! Io tutti i giorni mangiavo e bevevo un cocco aperto dalle bancarelle! E poi tanti frullati di frutta fresca e buona! Non ho avuto problemi di stomaco ma se volete esser certi... prendeteveli all’interno dei supermarket (ce n’è uno molto grande proseguendo la strada principale di Chaweng che porta verso nord)

  • 1570 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social