Pasqua sotto la palma... di Tenerife

Relax in famiglia sulle spiagge delle Canarie

  • di greta020106
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro

L’acqua del mare è invitante, chiara e poco mossa, anche se non calda, e facciamo un paio di volte il bagno. Nel pomeriggio andiamo verso la piscina per il consueto bagnetto pomeridiano . Per la sera il ristorante prescelto è l’Almar, in Calle Bretagna, zona costa Adeje. Il ristorante è sopra la media rispetto agli altri da noi frequentati, direi più In . Ha una terrazza magnifica sulla spiaggia e sul porto Colon. Mangiamo inoltre molto bene con un sevizio impeccabile! Bella esperienza.

Il giorno dopo, 28 marzo, ci svegliamo e abbiamo una grande sorpresa: c’è la Calima! La Calima è un particolare fenomeno atmosferico delle isole Canarie. È un vento di Scirocco proveniente dal vicino Sahara, che porta con sé, oltre all'aria calda africana, anche polvere e sabbia, che produce una foschia costante e il repentino innalzamento delle temperature che si stabilizzano, per tutta la durata del fenomeno, intorno ai 40°! Dopo un breve momento di panico, decidiamo il da farsi: niente mare ma parco, e le bimbe scelgono il Jungle Park poco distante da Los Cristianos. L’Aguila Jungle Park è un parco zoologico e naturalistico, con animali provenienti da ogni continente e una flora davvero spettacolare. Questo parco è unico in tutta Europa ed è una delle attrazioni più belle di Tenerife. Una volta entrati non vi sembrerà di stare a Tenerife, ma in una lussureggiante giungla, dove a volte non si può nemmeno vedere il sole per il fogliame. E qui fa anche meno caldo… Ci sono inoltre vari spettacoli come quello dei rapaci o lo show degli uccelli esotici.

Nel parco c’è anche un Bob che attraversa il parco su dei binari! Purtroppo questa attrazione non è inclusa nel prezzo ingresso, il costo è di € 4,00 per corsa. Lo visitiamo tutto fino a circa le 17,30 e ce ne andiamo molto soddisfatti per la giornata, anche se c’è da dire all’interno del parco ogni cosa è molto cara, dal costo del cibo, alle fotografie con gli animali.

Torniamo in hotel e la calima persiste. Abbiamo fame e dopo una doccia andiamo, verso la costa. Ci fermiamo per cena al ristorante il limoncello alla play Fanabé. Verso le 19,30 il cielo si apre e la calima se ne va. Assistiamo ad una dei tramonti più belli mai visti. Il cielo e il mare diventano di colore rosa e sembra di essere davanti ad un dipinto. Uno spettacolo della natura! Al ristorante mangiamo molto, molto bene. Assaggiamo 3 tipi di paella, di pesce, vegetale e mista. Tutte ottime. Facciamo 2 passi sul lungomare, pieno di locali, persone e piccoli spettacoli di strada e poi a nanna.

L’indomani, 29 marzo, le bimbe premono per andare al Siam. Il Siam Park è il più grande parco acquatico d'Europa e uno dei più importanti al mondo. Ha diverse attrazioni, tra le quali Vulcano, il drago, il palazzo delle onde, con una spiaggia di sabbia bianca artificiale e onde alte 3,3 metri (le più alte di qualsiasi piscina con onde artificiali al mondo) e famosa Tower of Power, uno scivolo ripidissimo che passa dentro una vasca con gli squali . Ci divertiamo un mondo, anche se quasi tutte le attrazioni non fanno per me. Stiamo fino all’orario di chiusura poi rientriamo con calma in hotel. La sera andiamo verso il porto di Los Cristianos e le bimbe scelgono la cena al Burgen King ( dicono per farci risparmiare, dopo aver speso tanto per l’ingresso al Siam) La serata è un tantino fresca, e dopo aver comprato delle buonissime caramelle e liquirizie ad un dei negozi del lungo mare, torniamo verso il resort

  • 3784 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social