Pasqua sotto la palma... di Tenerife

Relax in famiglia sulle spiagge delle Canarie

  • di greta020106
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Era molto tempo che volevamo andare per le feste a Tenerife, ma i prezzi dei soggiorni e soprattutto dei voli erano sempre molto alti. Quest’anno grazie al soggiorno “scontato” offerto nuovamente (dopo il 2011) dalla Silver Point (euro 250 una settimana) e al “colpo di fortuna” nel trovare un volo Ryanair da Pisa ad euro 731, decidiamo che il detto “Natale con i tuoi e Pasqua con chi voi”, doveva essere messo in pratica… e prenotiamo la nostra vacanza dalla domenica delle Palme a Pasqua!

Il resort che quest’anno ci viene assegnato è il Bevery hills height, sempre sulla collina di Los Cristianos. Le camere sono pressochè della stessa tipologia del Hollywood Mirage, mentre la piscina è un po’ più piccola e esposta meno al sole.

Arriviamo a Los Cristianos il 25 marzo verso le 17 e, dopo avere preso possesso dalla auto e della camera, andiamo a cena sul lungomare di Los Cristianos, verso sud, la parte meno turistica. Qui ci imbattiamo in Nico, un casertano butta-dentro che praticamente ci spinge a sedere al ristorante Las Tarejetas, turistico e non bellissimo. Qui mangiamo una onesta paella e della Sangria. Non rimaniamo estremamente soddisfatti, ma in fondo ci divertiamo nel vedere come Nico “abbordi” i clienti.

L’indomani, 26 marzo, il tempo non è dei migliori; ci sono delle nuvole sopra Los Cristianos e il sole si vede a tratti. Andiamo a fare colazione in quello che sarà il nostro punto di riferimento dell’intera settimana, il “Centro commerciale Parque Santiago 6 “dove c’è un carinissimo parco giochi e, al piano superiore, uno Starbucks cafè. Tra giochi e colazione, il tempo non migliora, e decidiamo di provare a dirigerci verso sud, alla spiaggia de El Medano. Qui c’è un pallido sole, ma tira un vento che non permettere nemmeno a surfisti di uscire in mare! Puntiamo allora verso Los Gigantes, e qui è più sereno. La spiaggia di sabbia nera è un “cult” e le scogliere sono sempre magnifiche. Brenda gioca e fa il primo bagno della vacanza, mentre Giovanna prova a prendere il sole. Greta è al cellulare.

L’acqua del mare non è invitante; è infatti freddina e insieme al poco sole mi fa desistere nel fare il bagno. Facciamo pranzo e poi torniamo al resort per un bagno in piscina. Esce finalmente il sole, e con i materassini ci divertiamo nella piscina del Mirage. Verso le 19 andiamo alla Playa de las Americas, la mecca del divertimento delle Canarie (o la piccola Las Vegas, come la chiama mia moglie). La nostra scelta per la cena è l’hard Rock cafè, per la gioia di Greta. L’HRC si trova all’interno della struttura del centro congressi della Playa, con statue colossali e piscine all’esterno. Devo ammettere che all’entrata mi sono un po’ emozionato. Abbiamo fatto le classiche foto con l’insegna del locale e visitato l’annesso shop (Greta ha comprato un cappellino). Il locale è pieno di gente, tutto naturalmente in stile “rock&roll” con grandi classici in sottofondo. Dopo 20 minuti di attesa, ci danno il tavolo e ordiniamo. La cameriera sbaglia 3 ordinazioni su 4 (bella media!) ma siamo ugualmente felici e soddisfatti (anche se il conto è un po’ salato…). Brenda è stanca, cosi dopo cena ce ne torniamo subito in hotel.

La giornata successiva, 27 marzo, è soleggiata e decidiamo di tornare in spiaggia. Cerchiamo la Play del Camison, ma non riusciamo a trovarla. Andiamo quindi alla Playa de las Vistas. Questa spiaggia è una delle più grande di tutta l’isola, ed è tra le spiagge favorite di turisti e non solo. La sua peculiarità è l’enorme fontana che si trova nel centro della spiaggia da cui sgorga l’acqua estratta dal mare (ma noi l’abbiamo trovata spenta). I prezzi degli ombrelloni sono aumentati rispetto ad alcuni ani fa, adesso si spende circa 12 euro (ma sempre meno che in Italia)

  • 4454 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social