Tenerife, la nostra prima volta

Il sole delle Canarie, Tenerife e le sue spiagge, mare e montagna

  • di fabrimano
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

26 marzo Giovedì

Partenza da Pisa con volo Ryan Air, ore 13.25, direzione Tenerife sud. Arriviamo, come sempre, con largo anticipo all'aeroporto, mangiamo un panino prima dell'imbarco. Il volo durerà 3 ore e 40 minuti, come ci viene detto in aereo. Sorvoliamo la Spagna, vediamo Barcellona e proseguiamo per la nostra destinazione con un po' di ansia… per passare il tempo guardo le foto, ascolto musica, mi diletto con le parole incrociate. Scrivo il resoconto di viaggio. E attendo con impazienza di arrivare a destinazione. Il volo è turbolento ma dice che spesso è così... siamo quasi arrivati, circa un'ora e poi sole, speriamo! visto che la signora accanto a me ha detto che la scorsa settimana ha fatto freddo. Il pilota dice che a terra ci sono 19 gradi, non troppi ma va bene! La signora ha suo marito giù da tre mesi e ci ha dato alcuni consigli, tipo dove mangiare e dove noleggiare l'auto. Mi segno tutto… poi vedremo.

Finalmente siamo arrivati, anche l'atterraggio è stato movimentato! Attendiamo il bus numero 111 per Los Cristianos dopo essere stati forniti di mappa e indicazioni da una ragazza molto gentile del servizio turistico. Tira vento, molto, ma c'è sole e scalda la pelle. Arriva il bus, costo di due biglietti euro 6.40, economico. Il bus ci scende al terminal degli autobus, proprio dietro il nostro albergo.

Arriviamo all'albergo Hg Tenerife Sur e prendiamo possesso della nostra camera. Molto carina, pulita e vista mare e montagna. Il tempo di posare le valigie e ripartiamo per il centro di Los Cristianos. Sono le 18 circa e si avvicina l'ora di cena quindi... partenza! Girelliamo senza meta guardandosi intorno, alla fine decidiamo di fermarsi presso il ristorante La Paloma, che si è rivelata un'ottima scelta. Abbiamo optato per un mix di tapas, prezzo per due persone 20 euro. Ottimo cibo e ottimo prezzo. Con una bottiglia di acqua gassata, un bicchiere piccolo di birra, la spesa è stata di circa 22 euro e ci hanno offerto pure un bicchierino di Moscatel, liquore tipico della Spagna. La prima sera è andata bene, stanchi rientriamo in hotel dove ci attende una bella nottata ristoratrice.

27 marzo, Venerdì

Ci alziamo con calma. Colazione presso un bar carino della zona, La Media Luna. Dopo aver comprato la spesa necessaria per la settimana, siamo pronti per la scoperta della zona. Armati di occhiali da sole, crema solare e acqua iniziamo a passeggiare lungo El Paseo. Il sole inizia a scaldare, visitiamo il porto e proseguiamo per Playa Las Americas. Ogni tanto ci fermiamo per riposare, fare foto e studiare le escursioni. Cominciamo ad avere appetito quindi ci fermiamo al ristorante Amina, per puro caso invogliati da una ragazza che ci mostra il menù. Scegliamo due toast, uno con gamberi e uno con omelette, due bicchieri di coca cola e due caffè. Tutto molto buono per la cifra di 15 euro circa. Ci tratteniamo un po' per riposare, poi proseguiamo scoprendo paesaggi e scorci dell'isola fino ad arrivare alla nostra destinazione. Stanchi ci sediamo ad un bar, il Coco Beach e riposiamo assaporando due bicchieri di frappè dai sapori tropicali, guardando il mare scaldati dal sole. La sera, freschi di doccia e armati di giubbotto, ci rechiamo a cena al ristorante Me Gusta, dove con 7.95 euro ci fanno scegliere 3 piatti dall’ampia scelta del menù e con acqua e bicchiere piccolo di birra la spesa totale arriva a circa 20 euro. Ottima soluzione per spendere poco e mangiare bene, gestori molto educati. La giornata finisce qui, con una passeggiata per rientrare in hotel e fare un buon sonno

  • 18440 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social