Zanzibar mini paradiso

Ciao a tutti sono appena tornata dalla mia magnifica vacanza a Zanzibar.E' stata bellissima e per fortuna è andato tutto ok, soprattutto per il volo perchè ho una paura matta di volare, ma la Air Europe è stata un' ottima ...

  • di Daniela S.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Ciao a tutti sono appena tornata dalla mia magnifica vacanza a Zanzibar.E' stata bellissima e per fortuna è andato tutto ok, soprattutto per il volo perchè ho una paura matta di volare, ma la Air Europe è stata un' ottima compagnia aerea. Partiamo alle 24:00 da Roma e dopo 7 ore e mezzo arriviamo alle 9:30 locali all'aeroporto di Zanzibar.Qui inizia il nostro lungo iter per il visto ($50 a passaporto) ed il difficilissimo ritiro bagagli. Se sei fortunato come noi, abbiamo trovato un impiegato gentilissimo che ha recuperato i nostri bagagli, ma per uscire fuori c'era da superare una barriera di poliziotti della dogana, che minacciano di aprire le valigie se non dai loro dei soldi.Io ho preferito dargli qualche dollaro per evitare altre perdite di tempo, soprattutto perchè i miei bambini non ce la facevamo più di stare chiusi in quella stanza, senza aria condizionata e con circa 300 persone che aspettavano tutte nervose di recuperare le proprie valigie .Riusciamo ad uscire fuori, ma dobbiamo ugualmente aspettare insieme alla nostra assistente della Maxitraveland, tutti gli altri che sono ancora rinchiusi dentro.Dopo mezzora all'afa e sotto il sole cocente, finalmente saliamo su un furgoncino direzione Villa Beach Resort. Dopo un'oretta scarsa arriviamo, e mentre tutti vanno al breefing, noi ce la filiamo, ci mettiamo i nostri bei costumini e scendiamo subito in spiaggia.La visione è paradisiaca:sabbia bianca come borotalco e acque verdi smeraldo. Pensavo di trovare davanti a me una spiaggia deserta come da foto catalogo, ma appena metto un piede sulla sabbia, mi trovo circondata di gente che mi propone di tutte dalle treccine ai tatuaggi, dai quadri al portachiavi, ma subito arrivano i Masai e loro scappano via, ma dopo 20 secondi ne arrivano subito altri. All'inizio ero un pò intimorita e infastidita, troppo invadenti e insistenti, ma poi parlandoci li ho conosciuti meglio e le ho trovate delle persone molto gentili, cordiali e affettuose, soprattutto con i bambini.Ogni volta che ne incontravo uno, inevitabilmente compravo qualcosa anche se a volte effettivamente non mi serviva, ma volevo solo aiutarlo a guadagnare qualche dollaro, e alla fine ci ritrovavamo a chiaccerare delle nostre vite e di quanto fossero diverse. Durante le mie lunghe passeggiate sulla spiaggia, ho incontrato molti bambini che mi chiedevano qualcosa, ed è stato bellissimo vedere poi nei loro occhi la felicità per avergli donato anche un semplice pacco di biscotti. Se avete la possibilità portate con voi caramelle, biscotti, quaderni, colori o abiti smessi, loro saranno felicissimi di riceverli.La Villa Beach è stato per noi un posto azzeccatissimo, niente animazione forzata, niente balletti o giochi stupidi, niente musica assordante e soprattutto poca gente, solo 12 bungalow, immersi in questa bellissima spiagga circondata da palme da cocco.La cucina impeccabile servita al tavolo con scelta fra carne o pesce freschissimo. Una volta a settimana, fanno la cena con piatti tipici del luogo, fagottini ripieni alle verdure, riso con spezie, dolcetti vari, troppo forti e particolari però per il mio palato.Dopo la cena sulla spiaggia si può assistere a uno spettacolino dei Masai, sempre seguito poi da una piccola offerta.Già sento la nostalgia di questo posto, della mattina quando aspettavo la bassa marea per vedere le onde infrangersi sulla barriera corallina e passeggiare sulle sue acque limpide e dai mille colori, la sera per vedere la luna specchiarsi nell'accqua e lasciarsi coccolare sdraita su un'amaca dal vento che porta con sè l'odore del mare, il tutto sotto un cielo stellatissimo.Non è un mini paradiso? Il nostro viaggio è finito con l'aereo delle 13:00 di mercoledi, ma resterà nei nostri ricordi per sempre

CONSIGLI: portate delle scarpette di gomma, ci sono molti ricci in acqua.La spiaggia è molto ventilata sia di giorno che di sera e di zanzare ne ho visto quasi niente quindi non preoccupatevi, ma usate lo stesso un repellente per precauzione.Alcuni hanno accusato gastroenteriti, soprattutto quelli che hanno fatto le escursioni di un giorno intero e pranzano fuori, quindi è meglio portare con voi un antimicrobico intestinale, e occhiali da sole soprattutto per i bambini per evitare congiuntiviti.

  • 334 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social