Alla scoperta della Tanzania

Tra villaggi masai, safari nei parchi del nord e il mare di Zanzibar

  • di GIANNIBON
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 10
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Il mal d'Africa colpisce ancora, e a febbraio decidiamo di programmare un viaggio in Tanzania per il mese di agosto 2015. Siamo in 10 partecipanti, ma per problemi di ferie sul lavoro partiremo in due momenti diversi: in 6 al 3 agosto (Gianni, Antonella, Lucia, Dario, Stefano e Cinzia) con destinazione Dar Es Salam dove troveremo due Masai Simanga e Marco, che abbiamo conosciuto durante le nostre vacanze invernali al Bravo Club di Zanzibar, che ci hanno organizzato i primi 4 giorni per andare ai loro villaggi e conoscere le rispettive famiglie, mentre gli altri 4 ( Fabio, Gabriella, Paolo e Maristella) arriveranno ad Arusha il giorno 8 agosto, e tutti insieme trascorreremo una settimana di safari organizzata da Aliboni ( Sasaa Tour ), nei parchi del nord. Trascorreremo poi gli ultimi giorni di vacanza a Zanzibar presso i bungalows di Peter Sipano a Kiwengwa.

3-4 agosto

Partiamo in 6 da Malpensa con destinazione Dar Es Salam con scalo a Muscat e Zanzibar. Arriviamo dopo 17 ore stanchi e subito la Simanga tour ci fa trovare il primo imprevisto: il pulmino è piccolo per noi 6, i due Masai e tutti i bagagli. Per arrivare all'hotel Mic sulla strada verso Morogoro prendiamo anche un taxi e risolviamo il problema, ma cosa faremo domani? Il masai continua a dire "Akuna Matata" ma noi siamo un poco preoccupati. Comincia quindi la ricerca di un pulmino ma senza esiti in quanto chiedevano troppo. Stanchi decidiamo di andare a dormire e di pensarci il giorno dopo.

5 agosto

Alle 8 colazione e poi chiediamo alla reception del Mic Hotel se conoscono un autista con pulmino. Via telefono troviamo un'autista ma ci chiede 3.000.000 di scellini. Per strada gira la voce e parte la ricerca finché troviamo Lugano che ha un pulmino giusto per noi. Contrattiamo sul prezzo e per 1.800.000 scellini partiamo per Morogoro. Siamo in ritardo sulla tabella di marcia per la ricerca del pulmino ed anche per il gran traffico di Dar. Anche ieri per fare 10 km abbiamo impiegato quasi 2 ore. Arrivati a Morogoro proseguiamo per Paracujo il paese di Simanga. È stato bello ritornare a trovare sua mamma con tutti i bambini al seguito. Naturalmente sono stati molto graditi i piccoli regali portati e ci è stato offerto del riso con sugo alle verdure. Purtroppo la sosta è stata breve in quanto ci aspetta il Mikumi National park dove dobbiamo dormire. Sulla strada sterrata del ritorno però mentre Lugano corre per arrivare prima, scoppia una gomma e siamo fermi in mezzo al nulla. Mentre aspettiamo che passi qualcuno con un crick in quanto quello in dotazione al pulmino non funzionava, ci gustiamo uno splendido tramonto. Un camionista si ferma e ci aiuta e possiamo ripartire. Arriviamo alle 21 al lodge e non ci resta che andare a dormire

6 agosto

Giornata tranquilla dedicata al safari, prima però dobbiamo effettuare il check in e scopriamo che a Mikumi i Msungo (bianchi) pagano 30$ al giorno e 5.000 scellini i Masai. Non importa se arrivi tardi i trenta dollari li vogliono. Ci viene proposta una jeep per fare il safari al costo di 150$ compreso la guida, ma è 7 posti e noi siamo in 8 ed inoltre è chiusa. Quella più grande ed aperta costa $ 200 ed allora decidiamo di andare con il nostro pulmino ed una guida Kevin che parla inglese male ma i nostri Masai ci traducono dallo swahili. La savana è abbastanza secca ed iniziamo a vedere, impala, elefanti, zebre, giraffe e facoceri. Bella la sosta ad un piccolo lago con ippopotami e coccodrilli

  • 18040 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social