Viaggio di nozze a Zanzibar... Gemma dell'Est

La partenza è fissata per le 22.50 di martedì 30 settembre, terminal 1 dell'aeroporto della Malpensa. Siamo entrambi ancora stravolti per il matrimonio avvenuto nemmeno due giorni prima ma ansiosi di iniziare il nostro viaggio di nozze in un luogo ...

  • di BulaBula
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

La partenza è fissata per le 22.50 di martedì 30 settembre, terminal 1 dell'aeroporto della Malpensa. Siamo entrambi ancora stravolti per il matrimonio avvenuto nemmeno due giorni prima ma ansiosi di iniziare il nostro viaggio di nozze in un luogo che sognavamo da anni.

La partenza è ritardata di circa 40 minuti ma il viaggio è stato fantastico e rilassante; l'arrivo a Zanzibar è avvenuto in orario secondo la tabella di marcia.

L'aeroporto di Zanzibar è alquanto lontano dagli standard abituali europei... Si attraversa a piedi un piccolo piazzale di sosta e si entra nell'aerostazione dove vieni avvolto (letteralmente) da un'orda di poliziotti e funzionari di dogana (o presunti tali) che ti chiedono, nemmeno troppo velatamente, di allungar loro una piccola mancia al fine di evitare il controllo bagagli. Messo in guardia anticipatamente, nego decisamente ogni "bustarella" anche se alla fine un paio di cinque dollari partono, vista la martellante insistenza di un pittoresco doganiere.

All’uscita sul piazzale veniamo accolti da un impatto alquanto fulminante; decine di persone che “puntano” le valige dei turisti al solo scopo di aiutarli a caricarle sui pulmini in partenza per i villaggi e di rimediare un dollaro di mancia; noi però veniamo direttamente intercettati da un funzionario locale della Columbus (Ventaglio) che ci prende le valige e molto gentilmente ci carica su un pulmino e ci spiega che, essendo gli unici ad andare alla Gemma dell’Est, avremmo fatto il viaggio con un mezzo tutto per noi. Devo ammettere che inizialmente ero particolarmente allarmato: mi chiedevo come mai di quasi trecento turisti sbarcati contemporaneamente solo noi due eravamo diretti in un posto mentre gli altri si sparpagliavano allegramente per gli altri resort presente sull’isola. Al rientro in Italia, incontrando altre coppie viste alla partenza, abbiamo capito... Eravamo gli unici ad aver pagato una cifra folle per una sola settimana di mare ma siamo stati in compenso gli unici a rientrare felici, abbronzati e con la pancia piena (e, soprattutto, non in disordine...) Il viaggio verso il resort è stata quasi un’esperienza mistica, per due profani dell’Africa. Per 55 chilometri (escluso qualche tratto interno con una fitta vegetazione tropicale) abbiamo visto un continuo e incessante brulicare di gente indaffarata nelle più svariate attività; la decadenza e la povertà di un popolo e di un’isola che fino ad un secolo fa vantava ricchezze incredibili, grazie ai commerci delle spezie e alla centralità dei suoi porti negli scambi commerciali, fa veramente impressione. Capanne costruite con fango essiccato, costruzioni dall’architettura improbabile e fortunosa, vacche e capre libere al pascolo lungo il ciglio della strada, poveri carretti trainati da somari in stato fisico non certo eccezionale, piccoli pulmini (autobus di linea?!?!?) con gente in piedi sui paraurti o appollaiata sul tetto... Incredibile! L’impressione è ancor maggiormente acuita non appena si prende contatto con il resort che abbiamo scelto per la nostra breve ma intensa luna di miele; La Gemma dell’Est. Credo di non aver visto un posto del genere nemmeno in televisione; personale cortesissimo, un benvenuto da re, un giardino tropicale con centinaia di piante e fiori (talmente bello, vario e grande che ogni pomeriggio venivano organizzate internamente alla struttura veri e propri tour con guida alla scoperta della flora presente) e una cura maniacale di tutto ciò che va a contatto con l’ospite. Le camere sono grandi, pulitissime e dotate di ogni confort; il punto forte è il piccolo giardino di cui è dotata ogni camera, con un prato curatissimo ed una vista eccezionale sull’oceano indiano e sui tramonti incredibili di cui si gode alla sera

  • 2494 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social