Viaggio-missione in Tanzania

Marzo 2008: dopo mesi di attesa e di preparazione, finalmente si parte! Siamo in 10, 7ragazze, fisioterapiste, e 3ragazzi (2di loro lavorano in banca, il terzo è tecnico informatico- tuttofare),età compresa tra i 24 e i 36anni. Per me, Silvia, ...

  • di serenella savio
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Marzo 2008: dopo mesi di attesa e di preparazione, finalmente si parte! Siamo in 10, 7ragazze, fisioterapiste, e 3ragazzi (2di loro lavorano in banca, il terzo è tecnico informatico- tuttofare),età compresa tra i 24 e i 36anni.

Per me, Silvia, Elena ed Annalisa è un ritorno, ci siamo già state 2 anni e mezzo fa, e decidere di tornare è stata la cosa più naturale del mondo, così come coinvolgere altre persone nella nostra avventura. La nostra prima destinazione è la missione di Ilula, vicino alla città di Iringa, nel cuore della Tanzania, e poi proseguiremo per un Safari in tenda nei Parchi del nord.

3marzo:partiamo da Milano, cambio a Zurigo, atterraggio in serata all’aeroporto internazionale di Dar Es Salaam, dove siamo accolte dall’aria calda e umida che ricordavamo, dalla camminata e dall’espressione tranquilla della gente del posto, e dal nugolo di taxisti che cercano di accalappiarci...Ma noi recuperiamo le valigie e individuiamo il taxista dell’ostello in cui pernotteremo, verso cui ci dirigiamo per la nostra prima notte africana.

4marzo: andiamo a prenotare l’autobus che ci porterà alla missione (compagnia Scandinavian) per il giorno successivo, poi prendiamo un traghetto per la vicina isola- riserva marina di Bongoyo, sulla quale iniziamo a lasciarci alle spalle l’aria e i pensieri di casa; mangiamo pesce alla griglia appena pescato, facciamo snorkeling e giro nella foresta dell’isola, poi torniamo per una notte insonne a causa del caldo umido di Dar.

5marzo: partenza per la missione, e in 8ore di viaggio troviamo una Tanzania molto diversa da quella che ricordavamo, molto verde e rigogliosa (siamo in stagione delle piogge); siamo accolti dai bambini che ci aiutano con le valigie,e da Padre Filippo,58anni di cui 27 trascorsi in Africa, che introduce la vita di missione ai nuovi arrivati e rinfresca la memoria anche a noi.

6-15marzo:stiamo in missione,noi ragazze fisioterapiste lavoriamo insieme ad Imani e Cleria nella palestra (la missione accoglie circa 60 bambini disabili o ipovedenti); l’ambiente che troviamo è molto migliorato rispetto alla scorsa volta, molto più pulito, tranquillo e vivibile; lavoriamo con i bambini e lasciamo il materiale cartaceo precedentemente preparato in Italia. Oltre al lavoro in fisioterapia, scarichiamo un container, aiutiamo i ragazzi ad imbiancare alcune aule di una scuola, imbustiamo gli auguri per Pasqua, giochiamo, distribuiamo caramelle e ci divertiamo con i bambini(circa 170orfani accolti); riusciamo ad andare nella vicina città di Iringa(45minuti circa) a comprare souvenir; i miei compagni di viaggio mi trascinano in una camminata in montagna, incuranti delle mie scarse capacità..

15marzo:ripartiamo dalla missione per Dar, da qui il giorno dopo prenderemo un volo interno per Arusha, città da cui partirà il nostro safari in tenda di 6giorni-5notti, prenotato da casa tramite internet contattando un’agenzia locale.

16marzo:mattinata di shopping estenuante cercando di non farci gabbare, al mercato dell’artigianato dell’ebano a Mwenge, vicino a Dar Es Salaam. Nel pomeriggio andiamo in aeroporto, dove ci dicono che il nostro volo avrà un ritardo di 2ore..Ma ci propongono di prenderne un altro in partenza di lì a 10minuti.. Quindi ci stampano i biglietti, imbarchiamo i bagagli(che incredibilmente arrivano) e corriamo a prendere il volo. Arriviamo in aeroporto ad Arusha, dove siamo accolti dalle nostre 2 guide e dal cuoco(viaggeremo con 2jeep e di conseguenza 2guide-autisti-montatori di tende, molto bravi e disponibili a rispondere ad ogni tipo di domanda) e passiamo la notte in albergo ad Arusha

  • 1470 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social